Condividi su

04 maggio 2016 • 18:02 • Scritto da Andrea Suatoni

Alla scoperta di Pantera Nera/Black Panther, il nuovissimo supereroe Marvel

E' datato oggi 4 maggio l'esordio ufficiale del personaggio di Pantera Nera in Capitan America: Civil War, per quella che sarà la prima di una serie di apparizioni nel MCU (Marvel Cinematic Universe) culminanti nel film Black Panther in uscita nel 2018.
2

Oggi finalmente l’attesissimo Capitan America: Civil War ha fatto il suo ingresso nei cinema, per quella che si preannuncia una delle più grandiose battaglie fra supereroi mai viste sul grande schermo. Da un lato la fazione guidata da Capitan America/Steve Rogers, dall’altra quella guidata da Iron Man/Tony Stark: i primi mossi dal desiderio di non subire pressioni esterne al loro operare supereroistico, i secondi dalla convinzione che invece un controllo sia necessario.
Dalla parte di Iron Man, seppure con motivazioni strettamente personali, troviamo il nuovissimo personaggio di Pantera Nera (interpretato da Chadwick Boseman): scopriamo insieme tutto quello che c’è da sapere sull’ultimo personaggio entrato a far parte del MCU!

LEGGI ANCHE: LE FAZIONI DI CAPITAN AMERICA: CIVIL WAR – #TEAMIRONMAN VS #TEAMCAP

GLI ESORDI

Il personaggio di T’Challa esordisce sulle pagine del fumetto dei Fantastici 4 nel luglio 1966, dove viene introdotto per la prima volta un supereroe di colore nei fumetti Marvel: la Pantera Nera guadagna a pieno titolo anche la medaglia di primo supereroe di colore della storia, collezionando comparsate fra le testate dei Fantastici 4 e di Daredevil ed un posto fisso in quelle dei Vendicatori (gli Avengers cinematografici) fino ad arrivare ad avere una propria serie regolare ad andamento intermittente, uscita cioè senza soluzione di continuità in 4 diversi momenti denominati tradizionalmente volumi dalla casa editrice, l’ultimo dei quali, dal 2005 al 2008, ha portato alla ribalta il personaggio fino ad arrivare a sostituirlo a Mister Fantastic alla guida dei Fantastici 4 e a fargli avere un posto onorario fra le fila degli X-Men dopo aver sposato la mutante Tempesta.

blackpanther-civilwar-copertina

DA PANTERA NERA A RE DEI MORTI

T’Challa nasce nello stato (fittizio) africano del Wakanda, paese culturalmente e tecnologicamente avanzatissimo grazie alle ingenti risorse di Vibranio, un elemento naturale dalle proprietà incredibili (per avere un’idea in scala nerd: lo scudo di Capitan America è composto in parte in vibranio, e riesce così a resistere anche agli artigli di Adamantio, altro elemento fittizio del Marvel Universe, di Wolverine). E’ figlio di re T’Chaka e viene educato fin dalla tenera età allo scopo di ereditare il regno e la carica di Pantera Nera, acquisita tramite un ancestrale rituale in cui il dio pantera, protettore del Wakanda, dona i suoi poteri ad un eletto: pur tecnologicamente avanzatissimo, la commistione di modernità e tradizionalismo africano è uno dei punti forti del fascino del contesto che fa da sfondo alle avventure del personaggio.

T’Challa passa la sua vita ad educarsi ed addestrarsi per diventare il re ed il supereroe che è destinato ad essere: dagli studi che lo portano a diventare un geniale scenziato, al viaggio di formazione che gli farà incontrare per la prima volta Ororo Munroe ovvero la futura moglie (ora ex-moglie) Tempesta, fino al serrato addestramento fisico per raggiungere e superare i propri limiti umani. Dopo anni passati alla guida del suo paese e aver militato nei Vendicatori in diverse formazioni del supergruppo, le vicende di Pantera Nera subiscono all’improvviso un forte scossone che porterà l’eroe a perdere tutto ciò che aveva faticosamente guadagnato: dal fallimento del suo matrimonio con Tempesta, alla perdita dei poteri e del regno in favore della sorella Shuri (attuale Pantera Nera e sovrana del Wakanda nei comics), alla scomparsa delle facoltà del vibranio e quindi della fonte primaria di sostentamento dello stato, il personaggio passerà attraverso una serie di dolorose sconfitte (le più brucianti contro il Dottor Destino e contro Namor, sovrano di Atlantide) che lo porteranno ad assumere la carica di Re dei Morti, nuova fonte dei suoi poteri ricevuta ancora una volta dal dio pantera: in T’Challa vivono ora tutti i ricordi ed i poteri dei guerrieri passati che sono stati insigniti della carica di Pantera Nera.

blackpanther-civilwar-copertina

CIVIL WAR: DAL FUMETTO AL FILM

Nella guerra civile fumettistica, il ruolo di Pantera Nera è ribaltato rispetto a quello che vedremo nella pellicola: dopo un breve periodo super partes, T’Challa si schiererà a fianco di Capitan America, quando i metodi di Iron Man e Mister Fantastic diverranno troppo brutali verso i loro ex compagni eroi.
Nel film, come già chiarito dai vari trailer, la Pantera insegue più una vendetta personale che una vera e propria ideologia di fondo, come accade invece per quasi tutti gli altri personaggi coinvolti nella vicenda.
Non molto traspare nella prima trasposizione cinematografica del supereroe africano sul grande schermo (tutto sarà lasciato al film di cui Chadwick Boseman sarà protagonista nel 2018): non sappiamo se l’origine mistico-divina dei suoi poteri sarà mantenuta o sarà cambiata in qualcosa di più aderente agli standard cinematografici né se l’organizzazione folkloristico-moderna del Wakanda verrà rispettata (se questa venisse resa efficacemente sarebbe capace di creare un affresco memorabile dei fantastici paesaggi che finora siamo riusciti a vedere solamente su carta).

LEGGI ANCHE: LE 10 MIGLIORI SCENE POST-CREDIT MARVEL

SPOILER: NON PROSEGUITE NELLA LETTURA SE NON AVETE ANCORA VISTO IL FILM!

La scena mid-credit di Capitan America: Civil War vede T’Challa ed altri personaggi ospiti nell’ipertecnologico stato africano del Wakanda. L’enorme statua che vediamo immersa nel verde della giungla è quella del dio pantera, severa e ambigua divinità benevola protettrice del Wakanda e fonte dei poteri sovraumani di chi raccoglie l’eredità della Pantera Nera.

Panther_opt

LEGGI ANCHE: POSSIBILI SPOILER SUL FINALE DI CIVIL WAR IN AGENTS OF S.H.I.E.L.D.

Vi invitiamo a seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati sulle principali notizie riguardanti il mondo del Cinema. È inoltre disponibile la nostra nuova App per Mobile.

Condividi su

2 commenti a “Alla scoperta di Pantera Nera/Black Panther, il nuovissimo supereroe Marvel

  1. per l’ennesima volta rovinano i personaggi a cui siamo legati cucendoli addosso improponibili costumi in lattex o altri materiali. Hanno iniziato con batman che nei fumetti indossava una semplice calzamaglia che magari poteva essere creata con materiale antiproiettile e non mettendoli addosso una corazza. Poi con Spiderman che anche lui aveva un semplice costume di calzamaglia e invece gli hanno creato un costume anch’esso con materiali improponibili. E per finire con pantera nera dove i più accaniti lettori del passato sanno che sia il costume di pantera nerach e la sua maschera sono fatti con pelle di pantera

  2. Con Superman è inutile proprio commentare. Nei film si è volutamente omesso che il supereroe compare sin da quando è Superboy e che il costume è una calzamaglia di un materiale alieno ma non una corazza come nell’ultimo film. Nei personaggi passati invece avrei visto bene uno Schwarzneigger visto che Superman nei fumetti era una montagna di muscoli e non quei fisici atletici ma non muscolosissimi come Reeve e l’ultimo il retourn

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *