Passione Zombie: tutte le serie in onda sui non-morti

Passione Zombie: tutte le serie in onda sui non-morti

Di Andrea Suatoni

Dopo il successo a livello planetario di The Walking Dead, le serie basate sui morti viventi hanno cominciato a spuntare un po’ ovunque sul piccolo schermo, accreditandosi un successo sempre crescente. Ecco le principali zombie series attualmente in onda o in produzione.

THE WALKING DEAD

the-walking-dead-6-copertina

La zombie-serie per eccellenza, che ha fatto nascere il fenomeno e che ha anche generato uno spin-off prequel. Tratte dal fumetto omonimo di Robert Kirkman, le avventure di Rick Grimes e della sua famiglia (sia quella di sangue, sia quella che gli eventi gli hanno pian piano costruito intorno) appassionano i fan ormai da sei anni, in attesa della settima stagione a (presumibilmente) ottobre sul canale americano ABC. La trama è abbastanza lineare: un gruppo di persone unite dal caso cerca in tutti i modi di sopravvivere in un mondo dove la morte non significa più la fine, nel quale la più grande minaccia, più che dai non-morti, è rappresentata dalla reazione degli altri superstiti all’apocalisse, sempre più psicotici e senza alcuna morale. I numeri di The Walking Dead parlano chiaro: il successo dello show ha solamente accennato a diminuire, ma rimane comunque assolutamente rilevante, a fronte di una stesura tecnica tutt’altro che eccepibile. Ma l’atmosfera che si respira nella serie è unica, è il clichè stra-abusato del “chi sarà il prossimo a morire?” non ha ancora stancato. Affatto. Al punto che l’ultima stagione si è chiusa con un cliffhanger proprio in questo senso: chi è stato ucciso nel season finale della sesta stagione?

LEGGI ANCHE: THE WALKING DEADPOOL – CHI VERRA’ UCCISO DA NEGAN

FEAR THE WALKING DEAD

Fear-the-Walking-Dead-New-Images-and-Official-Synopsis

Nata da una costola di The Walking Dead, con una trama originale per il teleschermo, Fear The Walking Dead si propone di essere una serie più psicologica e meno splatter. Una connotazione più adulta quindi per il prequel della serie madre: lo show prende il via nell’esatto momento iniziale dell’epidemia che porterà all’apocalisse, in un momento in cui il mondo non si è ancora accorto di essere destinato a cadere, insieme ai valori morali, alle istituzioni e soprattutto alla speranza, che resta ancora – flebilmente – viva. I protagonisti di Fear The Walking Dead sono più o meno tutti familiari legati insieme da dinamiche disfunzionali già da prima dell’arrivo dei non-morti, dinamiche che non faranno altro che peggiorare di pari passo con il contesto spettrale che gli si presenterà pian piano davanti.
Attualmente la serie è in onda ogni domenica sulla rete americana ABC con la seconda stagione (questa sera il terzo episodio), appena iniziata, quasi in contemporanea con l’Italia che ha appena trasmesso il primo episodio lo scorso 21 aprile.

LEGGI ANCHE: FEAR THE WALKING DEAD RINNOVATA PER LA TERSA STAGIONE

Z-NATION

Z-Nation-1_opt

Z-Nation è l’apocalisse zombie resa trash. Ma ciò non è sostanzialmente un male: la casa di produzione della serie è la The Asylum (per il canale via cavo Syfy), famosissima distributrice del film trash-cult Sharknado (se siete fra i pochi che non lo conoscono, si tratta in parole povere di un film basato su un tornado che solleva in aria un branco di squali per poi abbatterli su una città vicina), nota per le produzioni a basso costo e le trovate irriverenti (per usare un eufemismo). Z-Nation in realtà non è neanche mal gestito sotto il punto di vista della trama: tutto ruota intorno al viaggio di alcuni superstiti attraverso l’America per portare l’unica persona immune (un irritantissimo ex-criminale) al virus zombie in un laboratorio in California nella speranza di poter creare un vaccino, passando attraverso cannibali, olocausti nucleari, un’insediamento di moderne amazzoni e (tanto per essere autoreferenziali) uno zombnado e uno zunami.
Una serie senza alcuna pretesa ma che, se vista a mente spenta e senza lo snobismo di voler mettere in risalto errori e lati grotteschi, promette un divertimento assicurato. Lo show è in attesa della terza stagione, che vedremo iniziare presumibilmente sul finire del 2016.

iZOMBiE

iZombie

iZombie si differenzia dalle altre serie per via del contesto all’interno del quale la protagonista Olivia “Liv” Moore si muove: il mondo di tutti i giorni (più o meno), libero da apocalissi di sorta. La protagonista viene infettata dal solito virus, ma questo non ha effetto sulla psiche dei soggetti: li fa tornare in vita e li rende affamati di cervelli umani, lasciando intatta la loro umanità. E’ per questo che Liv, intenzionata a restare umana il più possibile, si farà assumere come assistente in un obitorio e si nutrirà dei cervelli dei morti, scoprendo di acquisire in questo modo i loro ricordi e tratti della loro personalità e fingendosi quindi una sensitiva aiutando la polizia locale nelle indagini di omicidi irrisolti.
La serie è tratta dal fumetto omonimo del dissacrante Michael Allred, ed è stata rinnovata per una terza stagione dal canale americano The CW (la seconda stagione è terminata lo scorso 12 aprile).

In chiusura, citiamo due spettacolari serie ormai chiuse, entrambe britanniche, che intavolano dei punti di vista estremamente originali sul tema. La prima è Dead Eye, l’apocalisse zombie vissuta dagli abitanti della casa del Grande Fratello inglese (e che quindi saranno gli ultimi ad accorgersi dell’epidemia). Cinque mini-episodi da vedere come un unico film, realizzati in maniera ineccepibile. La seconda è In The Flesh, ambientata invece dopo l’apocalisse zombie, che è stata arginata dalle istituzioni. Non solo: è stato anche trovato un vaccino per i non-morti, che verranno recuperati e reinseriti nella società, sotto il malcontento e il pregiudizio generale. Una serie estremamente delicata, introspettiva e gay-friendly (il parallelismo riguardo l’accettazione della diversità è ben più che accennato) che deve essere vista anche dai non appassionati del genere zombie, del quale ricrea le basi.

[AMAZONPRODUCTS asin=”B00VGQKBQ0″ partner_id=”screenweek-21″]

Vi invitiamo a seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati sulle principali notizie riguardanti il mondo del Cinema. È inoltre disponibile la nostra nuova App per Mobile.

Inoltre, non perdete la nuova sezione di ScreenWeek dedicata alle serie tv, dove potrete trovare informazioni e dettagli sui vostri show preferiti.

 

LEGGI ANCHE

Only Murders In The Building: anche Eugene Levy nel cast della stagione 4 28 Febbraio 2024 - 18:00

La star di Schitt’s Creek entra nel cast della quarta stagione di Only Murders in the Building. Con lui anche Eva Longoria.

Jesse Williams protagonista di Costiera, la nuova serie Prime Video 28 Febbraio 2024 - 12:00

Jesse Williams, noto per il ruolo del Dr. Jackson Avery nella serie Grey’s Anatomy, sarà il protagonista della serie Prime Video Costiera.

Intervista col vampiro: un nuovo teaser per la stagione 2 27 Febbraio 2024 - 20:30

La seconda stagione della serie ispirata a Intervista col vampiro di Anne Rice, debutterà sugli schermi americani di AMC il 12 maggio.

Frasier: il revival tornerà su Paramount+ con la stagione 2 27 Febbraio 2024 - 19:30

Il revival di Frasier tornerà su Paramount+ con una seconda stagione, che vedrà ovviamente il ritorno di Kelsey Grammer.

Dune – Parte Due, cosa e chi dovete ricordare prima di vederlo 27 Febbraio 2024 - 11:57

Un bel ripassino dei protagonisti e delle loro storie, se è passato un po' di tempo da quando avete visto Dune.

City Hunter The Movie: Angel Dust, la recensione 19 Febbraio 2024 - 14:50

Da oggi al cinema, per tre giorni, il ritorno di Ryo Saeba e della sua giacca appena uscita da una lavenderia di Miami Vice.

X-Men ’97: che fine ha fatto Xavier (e perché ora c’è Magneto con gli X-Men)? 16 Febbraio 2024 - 10:44

Come si era conclusa la vecchia serie animata degli anni 90? Il Professor Xavier era davvero morto? (No)

L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI