L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Tom Clancy’s The Division: La Recensione

Tom Clancy’s The Division: La Recensione

Di Fabrizio Tropeano

A distanza di quasi tre anni dall’annuncio avvenuto all’E3 di Los Angeles del 2013 ed una serie (per fortuna…) quasi infinita di rinvii, finalmente Tom Clancy’s The Division è arrivato su Playstation 4 (la versione da noi testata), Xbox One e PC.

Per chi non conoscesse il videogame, la produzione di Ubisoft ci porta in una New York post apocalisse virale rappresentata da una forma violentissima di vaiolo diffusa nel corso di un “black friday” tramite banconote e capace di decimare la popolazione della grande mela.

A cercare di mettere a posto le cose devono pensarci degli agenti fino a quel momento dormienti della Division, un corpo militare segreto che dovrà porre fine al kaos che si sta propagando in tutta la città. Uno scenario tipico del fu grande Tom Clancy che però non viene poi particolarmente sviluppato nel corso del gioco e rimane più che altro sullo sfondo.

Ludicamente parlando all’apparenza The Division potrebbe sembrare un tipico shooter in terza persona ma chi lo sta già giocando sa bene che è molto di più. Il titolo più facilmente accostabile è indubbiamente Destiny sia per una componente da gioco di ruolo (e lo si capisce subito quando scopriamo che la prima cosa da fare è quello di editare e creare il nostro alter ego virtuale) molto caratterizzante per l’esperienza interattiva, vuoi anche per il fatto di essere sempre all’interno di un mondo persistente on line (ed è per questo che dovrete avere sempre la vostra console o il vostro PC collegati ad Internet).

highlight

L’esperienza di gioco si divide principalmente in due: da una parte c’è la storyline principale che potrete affrontare a vostra libera scelta in ogni istante da soli o in cooperativa con altri giocatori. L’altra componente è rappresentata da quella più spiccatamente multiplayer o per meglio essere più precisi PvP, chiamata Zona Nera (Dark Zone). Qui i programmatori di Massive hanno veramente dato il meglio di sè con dinamiche di gioco particolarmente originali ed intriganti come ad esempio la possibilità di tradire gli alleati e rubargli l’equipaggiamento e molto altro ancora.

In The Division tutto gira veramente al meglio, compresa la realizzazione tecnica: con il motore grafico proprietario, lo Snowdrop Engine,  il team di sviluppo è riuscito a ricreare una New York memorabile, ricca di dettagli e credibile come ben poche altre metropoli in un videogame. Stupendo anche l’uso degli agenti atmosferici a cominciare dalla neve che rendono il tutto particolarmente vivo ed esaltante. Anche i modelli dei personaggi sono di elevatissima fattura così come le loro animazioni.

L’accompagnamento sonoro fa il suo dovere in modo adeguato mentre la localizzazione completa in italiano non supera la sufficienza.

thedivision_ita_clan_dorfcommunity

Come scritto nell’introduzione, Tom Clancy’s The Division è indubbiamente uno dei migliori titoli di questo inizio del 2016, riuscendo a ripagare ampiamente le altissime aspettative che si erano venute a creare in questi quasi tre anni di attesa. Se Massive ed Ubisoft supporteranno la produzione con quantità di nuovi contenuti (e non abbiamo molti dubbi a riguardo visto che sono stati già preannunciati vari DLC), il titolo ha tutte le carte in regola per bissare e potenzialmente anche superare il grandissimo successo di Destiny.

L’inizio è decisamente incoraggiante visto che Ubisoft ha fatto sapere che The Division è il prodotto che ha venduto meglio al day one superando tutti i capitoli di Assassin’s Creed e non è certamente roba da poco…

VOTO: 9

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Un video ci porta sul set di The Witcher: Blood Origin 25 Settembre 2021 - 21:25

Lo showrunner Declan de Barra ci porta sul set di The Witcher: Blood Origin, serie prequel di The Witcher.

The Witcher: confermata la stagione 3, ecco le prime scene della stagione 2! 25 Settembre 2021 - 21:15

Durante l’evento TUDUM sono state mostrate le prime scene della seconda stagione di The Witcher, la serie ispirata alla saga fantasy di Andrzej Sapkowski, in arrivo su Netflix il 17 dicembre.

Don’t Look Up: una clip del film Netflix con Jennifer Lawrence e Leonardo DiCaprio 25 Settembre 2021 - 21:03

Nel corso dell’evento TUDUM è stato mostrato un assaggio di Don’t Look Up, il film satirico scritto e diretto da Adam McKay, in arrivo in cinema selezionati il 10 dicembre e su Netflix il 24 dicembre.

Michael Jordan e la storia di Space Jam: tutto era iniziato da Spike Lee (FantaDoc) 23 Settembre 2021 - 18:00

A distanza di quasi tre anni dall’annuncio avvenuto all’E3 di Los Angeles del 2013 ed una serie (per fortuna…) quasi infinita di rinvii, finalmente Tom Clancy’s The Division è arrivato su Playstation 4 (la versione da noi testata), Xbox One e PC. Per chi non conoscesse il videogame, la produzione di Ubisoft ci porta in una […]

Ms. Marvel – La serie è stata rinviata all’inizio del 2022 23 Settembre 2021 - 12:30

Era ovvio, ma ora la conferma giunge da Variety: Ms. Marvel, inizialmente prevista per la fine dell'anno su Disney+, uscirà all'inizio del 2022.

What If…?, E se Thor fosse stato John Belushi? 22 Settembre 2021 - 15:10

Il settimo episodio di What If...? è Animal House all'asgardiana. No, sul serio.