L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
HBO potrebbe spostare Westworld al 2017, cancellato Codes of Conduct

HBO potrebbe spostare Westworld al 2017, cancellato Codes of Conduct

Di Marlen Vazzoler

Tempo di bilanci alla HBO, l’emittente a pagamento americana sta cominciando a sentire la pressione della concorrenza, ovvero Showtime, AMC, FX ma sopratutto Netflix e Amazon. Le due piattaforme streaming operano su un modello meno trasparente, offrono ai loro iscritti un offerta apparentemente illimitata di show, rispetto alle due serie invernali e primaverili in onda la domenica sera su HBO. Inoltre sebbene la HBO non sia un network che basa la sua strategia sui dati di ascolto, questi vengono comunque calcolati dalla Nielsen, a differenza di quelli delle serie tv in onda sulle piattaforme di streaming, in questo modo non vengono svelati i fallimenti dei concorrenti.

A complicare ulteriormente la situazione c’è la mancanza del lancio di un nuovo dramma di successo, dopo l’uscita di Game of Thrones nel 2011. E’ vero che nel 2015 l’emittente ha raccolto 43 Emmy, tanto che è stata paragonata ai Medici del campo televisivo dal creatore di The Wire e Treme, David Simon, ma negli ultimi mesi la HBO ha anche staccato la spina a numerosi progetti.
Secondo molti veterani della HBO, il network soffre dall’arrivo di molti artisti del cinema approdati in televisione in cerca di quella libertà perduta che contraddistingueva le loro produzioni cinematografiche. Dai budget abbastanza modesti degli show della HBO, si è così passati a progetti da 80/100 milioni di dollari, per una sola stagione.

Secondo alcune fonti interne di THR, la cultura del HBO è cambiata, rimane ancora un grande posto per fare televisione ma non c’è una mano ferma alla guida, e questo si espleta con conflitti tra gli esecutivi e i progetti che saltano perché non funzionano.
A gennaio il capo del dipartimento drammatico Michael Ellenberg è uscito dalla HBO ed è stato sostituito da Casey Bloys, supervisore di alcune commedie ben ricevute, come Silicon Valley.
La programmazione è aumentata del 40%, e la HBO ha cominciato ad avventurarsi negli show senza script.

hbo-time-warner

Tutto questo accade in un periodo molto delicato, dove si aggiungono le pressioni da parte del network Time Warner che sembra esser cambiato dopo il tentativo di scalata della Fox nel 2014, ora c’è molta più enfasi sulla performance e sul controllo dei costi.
Il CEO Jeffrey Bewkes sembra che stia considerando la vendita della HBO o della Time Warner, e per questo motivo vuole che la HBO diventi la sua miglior risorsa, la più desiderabile, ricordiamo che nel 2015 l’HBO ha contribuito al 27% degli introiti della compagnia.

Cosa è stato cancellato fino a questo momento?
Videosyncrasy, serie di 30 minuti di David Fincher su un music video PA. Fermata al 4° episodio nell’estate del 2015. La HBO spera in un ritorno di Fincher;
Utopia, un thriller sui fan delle graphic novel, scritto da Gillian Flynn con Rooney Mara nella parte della protagonista. La spina è stata staccata nell’agosto del 2015 durante le prove, la HBO è indietreggiata dopo la richiesta di Fincher di un budget da 100 milioni di $. La HBO ha intenzione di usare un altro regista;
Lewis and Clark, la miniserie prodotta da Brad Pitt e Tom Hanks e diretta da John Curran è stata cancellata nell’estate 2015 dopo settimane di riprese. Secondo le fonti la HBO ha perso la fiducia nella visione del regista. Michelle Ashford (Masters of Sex, John Adams) è stata assunta per ricominciare da zero;
Codes of Conduct, il dramma di Steve McQueen con Paul Dano, Helena Bonham Carter e Rebecca Hall. Il pilot era stato girato, dopo aver ordinato una serie di 6 episodi la HBO ha staccato la spina.

Ma il presidente della programmazione, Michael Lombardo, ha detto che alcuni di questi progetti potrebbero tornare in vita.

“Non ci scusiamo per continuare a lavorare a un progetto che crediamo abbia le potenzialità per essere qualcosa di grande. Sfortunatamente, anche noi a volte ci troviamo nella posizione di decidere di non andare avanti. Non è mai divertente, ma questo è il nostro lavoro”.

westworld-hbo

Il caso Westworld. L’anno scorso è stata fermata la produzione del costoso progetto prodotto da J.J. Abrams, inizialmente prodotto con il segmento televisivo della Warner, passato sotto il completo controllo della HBO dopo quello che è stato definito uno scontro col creatore Jonathan Nolan (Person of Interest). Descritto come una persona ‘fissata’ col controllo, quando gli episodi già girati hanno cominciato a richiedere dei ritocchi e delle riprese aggiuntive, la HBO ha persuaso Nolan a ‘mettere da parte il suo ego’, ed ha così assunto due produttori e due nuovi sceneggiatori. L’inizio delle riprese dovrebbe cominciare il mese prossimo, proprio come vi avevamo riportato ma la serie potrebbe essere spostata al 2017.

I prossimi progetti targati HBO sono la serie Big Little Lies con Reese Witherspoon e Nicole Kidman e Divorce con Sarah Jessica Parker che dovranno provare che la HBO è ancora la HBO.

Fonte THR

Vi invitiamo a seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati sulle principali notizie riguardanti il mondo del Cinema. È inoltre disponibile la nostra nuova App per Mobile.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Women Talking: Rooney Mara e Claire Foy con Frances McDormand nel film di Sarah Polley 16 Giugno 2021 - 21:30

Ecco il cast dell'adattamento di Donne che parlano, il romanzo di Miriam Toews incentrato su una serie di violenze sessuali in una remota comunità religiosa

Dopo Loki, tutte le serie originali Disney+ usciranno il mercoledì 16 Giugno 2021 - 20:45

Il successo del primo episodio di Loki ha spinto la piattaforma a cambiare strategia per quanto riguarda il lancio delle sue serie originali

Too Hot To Handle: il trailer della stagione 2, dal 23 giugno su Netflix 16 Giugno 2021 - 20:44

Too Hot to Handle tornerà su Netflix il 23 giugno con la stagione 2. Ecco il trailer ufficiale!

Luca, la recensione (senza spoiler) del nuovo film Pixar 16 Giugno 2021 - 18:00

Luca e la vacanza di Pixar in Italia: un'estate al mare, in compagnia di amici, nemici e di una grande speranza per tutti.

Indiana Jones e io: i predatori di una lampada da 25mila lire 12 Giugno 2021 - 9:32

Il radiodramma di Indiana Jones e il Tempio maledetto, Indiana Pipps, la frusta(zione) per aspettare l'Ultima Crociata.

Loki e la cura Lokivico: alla ricerca di un nuovo cuore per l’MCU 10 Giugno 2021 - 10:30

Tom Hiddleston e come trasformare il Loki cattivo del 2012 nel Loki quasi-buono, che amano tutti.