L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Deadpool – Tutto sul supereroe più irriverente della Marvel

Deadpool – Tutto sul supereroe più irriverente della Marvel

Di Andrea Suatoni

LEGGI ANCHE: due spot e una featurette IMAX di Deadpool

Deadpool uscirà nelle sale italiane fra un paio di settimane (precisamente il 18 febbraio). Parliamo del cinecomic più irriverente dai tempi di Kick-Ass, e porta sul grande schermo il supereroe dei fumetti Marvel, facente parte dell’universo cinematografico degli X-Men. È infatti prodotto da Fox e non dai Marvel Studios, quindi ci sono collegamenti con Wolverine e i mutanti ma non con gli Avengers e Spider-Man.

Scoprite tutto sul Mercenario Chiacchierone nel nostro speciale completo, dal fumetto al film!

GLI ESORDI

Il personaggio di Deadpool nasce come villain nel 1991 da un’idea di Fabian Nicieza, disegnato da Rob Liefield. Inizialmente solo una specie di versione distorta dell’Uomo Ragno (del quale in qualche modo ricalca alla lontana anche il costume), come lui si fa notare per una parlantina composta di continue citazioni alla cultura pop contemporanea e di humor logorroico, ma dai toni più inquietanti e distorti.

Da nemico secondario di Cable, figlio venuto dal futuro di Ciclope e del clone di Jean Grey (non potevamo dirlo in modo meno complicato di così) a star di una propria testata, passando per un paio di miniserie di prova, il passo fu breve: nel 1997 Deadpool aveva già una sua testata regolare, scritta in modo incredibilmente brillante da Joe Kelly.

Deadpool si poneva come una sorta di parodia del dramma supereroistico presente nella quasi totalità delle testate dell’epoca: al supereroe con superproblemi e gravi responsabilità per via del proprio ruolo veniva anteposto un antieroe che non era solo moralmente ambiguo e privo di qualsiasi morale, ma addirittura era cosciente di essere un personaggio di un fumetto. Le storie surreali, le continue battute, l’humor nero che trasudava anche dai grotteschi (e a volte geniali) personaggi di contorno, prima fra tutte la coinquilina-ostaggio di Wade Alfreda la cieca, hanno trasformato in poco tempo il personaggio in un fenomeno di culto. Lo stesso Kelly credeva che la base del successo di Deadpool fosse l’estrema libertà che egli stesso poneva alla propria scrittura:

Con Deadpool, abbiamo potuto fare qualsiasi cosa ci venisse in mente perché fin da subito ci aspettavamo che la testata potesse essere chiusa da un momento all’altro, quindi non ci ponevamo particolari attenzioni o limiti. E siamo andati avanti in questo modo.

DP5_opt

SUL GRANDE SCHERMO

Il personaggio del Mercenario Chiacchierone è già apparso al cinema, sempre interpretato da Ryan Reynolds; in X-Men Origini: Wolverine, Wade Wilson era un mercenario dotato di riflessi e velocità straordinarie che in seguito ad esperimenti genetici arrivava ad acquisire particolari abilità mutanti, come ad esempio una straordinaria rigenerazione cellulare. Gli sceneggiatori del film di prossima uscita però hanno deciso che se da una parte il contesto in cui il personaggio è stato inserito verrà tenuto fermo, le genesi del personaggio, soprattutto quelle relative agli esperimenti subiti ed ai poteri acquisiti, saranno totalmente cambiate. Nella pratica, avremo una pellicola che si piazzerà accanto alle altre nella cosmologia degli X-Men, ma che allo stesso tempo costituirà un reboot rispetto alle origini.

DP3_opt

WADE WILSON, ALIAS DEADPOOL

Nell’universo fumettistico classico, Wilson inizia la sua carriera come mercenario, con alle spalle un’infanzia segnata dalla perdita di entrambi i genitori e da un atteggiamento ribelle, e in seguito alla scoperta di un cancro terminale accetta la possibilità di salvarsi sottoponendosi a degli esperimenti che vorrebbero ricreare su uomini normali il fattore rigenerante di Wolverine (sì, proprio lui). L’esperimento riesce, ma il fattore rigenerante si lega indissolubilmente alle cellule tumorali, conferendo a Wade un aspetto orribile e spaventoso. I suoi stessi neuroni vengono affetti da una rigenerazione troppo accelerata, risultando in un disturbo di personalità plurimo che vira imprevedibilmente dalla lucida intelligenza tattica alla pazzia insensata più brutale.

Fra i grandi amori della sua vita, Vanessa-Copycat, pazza quasi quanto il mercenario, anch’essa affetta da disturbo di personalità a causa dei propri poteri di mutaforma (nel film interpretata da Morena Baccarin, resa famosa dalle serie Gotham e Homeland), la mutante Syrin, assente nel film ma vista in un cameo in X-men 2 (ricordate la scena in cui una giovane studentessa, urlando, riusciva quasi a stendere tutti i soldati infiltrati nella X-Mansion?), e addittura la Morte, che come entità astratta personificata ha avuto una tormentata storia platonica con il nostro (anti)eroe. Che è tutt’ora sposato con una bellissima succube infernale ed ha appena scoperto di avere una figlia di circa 10 anni.

Proprio come Kelly diceva, quasi tutto è possibile o permesso nelle storie di Deadpool: da intere storyline alla ricerca del metodo di suicidio più efficace, a viaggi nello spazio con risvolti alieni romantici, alle lotte con orde di vampiri o di ex presidenti americani zombie, alla costruzione di un “anti-Deadpool” per mano di una fan accanita, riuscita riassemblando pezzi persi dal corpo originale nel corso degli anni e poi cuciti insieme e legati dal fattor rigenerante (forse, dovremmo togliere quel quasi all’inizio della frase); se anche il film si manterrà sugli stessi livelli, rischiamo di assistere ad uno spettacolo entropico come non se ne vedevano dai tempi di Sucker Punch.

DP2_opt

ROMPERE LA QUARTA PARETE

In gergo teatrale, ma anche fumettistico e cinematografico, rompere la quarta parete significa abbattere quel “muro” immaginario che separa lo spettatore dall’opera che sta guardando o leggendo. Deadpool non è certamente il primo personaggio ad usare questa “tecnica” (usando l’escamotage della pazzia o dell’umorismo, vari soggetti hanno rotto la quarta parete, dal City Hunter dei manga giapponesi al Joker di Batman passando per l’Uomo porpora in Jessica Jones), ma sicuramente è quello che ne ha fatto un uso maggiore e continuativo, nonchè, potremmo dire, superlativo. Wade Wilson è perfettamente conscio di essere un personaggio immaginario, al punto da riuscire a cambiare la realtà che vive nelle proprie avventure: ad esempio, gettandosi a capofitto nel pericolo, sa che non potrà essere ucciso, essendo il protagonista della testata (o del film). Trovate come questa hanno reso Deadpool sempre più interessante ed accattivante, perchè gli autori, usando questa soluzione di stile, vedono incredibilmente ampliato il proprio ventaglio di possibilità.
E se prestiamo fede ai numerosi trailer che abbiamo finora visto, siamo sicuri che la quarta parete ci esploderà letteralmente in faccia.

DP6

Nelle sale italiane a partire dal 18 febbraio, la regia di Deadpool è affidata all’esordiente Tim Miller (Silicon Valley), sulla sceneggiatura di Rhett Reese e Paul Wernick (Benvenuti a Zombieland e G.I.Joe – La vendetta). Il protagonista Wade Wilson è interpretato da Ryan Reynolds, mentre la sua innamorata Vanessa ha il volto di Morena Baccarin (Gotham e Homeland). Nel cast, anche Ed Skrein (il “primo” Daario Naharis di Game of Thrones) nel ruolo del cattivo Ajax, T.J.Miller nel ruolo di Weasel, migliore amico di Wade, Brianna Hildebrand nel ruolo di Testata Mutante Negasonica, Stefan Kapicic nel ruolo dell’X-men Colosso e Gina Carano in veste di Angel Dust.

CLICCA SULLA SCHEDA SOTTOSTANTE PER SCOPRIRE TUTTO SUL CINECOMIC

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 30 aprile, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Emancipation – Will Smith e Antoine Fuqua lasciano la Georgia a causa della nuova legge elettorale 12 Aprile 2021 - 21:48

La produzione di Emancipation lascia la Georgia, in risposta alla nuova legge elettorale. La dichiarazione congiunta di Will Smith e del regista Antoine Fuqua

Governance – Il prezzo del potere: su Prime Video il film con Massimo Popolizio e Vinicio Marchioni 12 Aprile 2021 - 21:30

Arriva su Amazon Prime Video Governance – Il prezzo del potere, il film di Michael Zampino, che vede nel cast Massimo Popolizio e Vinicio Marchioni. Ecco tutto quello che dovete sapere, la trama, il cast, il trailer.

Shazam! Fury of the Gods: anche Lucy Liu nel cast del film DC 12 Aprile 2021 - 20:45

L'attrice sarà Kalypso, sorella dell'Hespera interpretata da Helen Mirren

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.

Jupiter’s Legacy: chi sono i nuovi super-eroi di Netflix (e perché siete già fan del Millarworld, anche se non lo sapete) 8 Aprile 2021 - 11:29

Le origini di Jupiter's Legacy, i nuovi super-eroi in arrivo su Netflix, e l'importanza per il mondo del fumetto di quel signore chiamato Mark Millar.

Black Widow: chi è Taskmaster? 6 Aprile 2021 - 16:02

La storia di Taskmaster, il villain dalla memoria fotografica che ha sbagliato mestiere.