L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Crouching Tiger, Hidden Dragon: Sword of Destiny, dal 19 febbraio nelle sale cinesi

Crouching Tiger, Hidden Dragon: Sword of Destiny, dal 19 febbraio nelle sale cinesi

Di Redazione SW

Nel 2001 con il suo La Tigre e il Dragone il regista taiwanese Ang Lee conquistava l’oscar come il miglior film straniero e anche grazie alla spinta dell’Academy Awards, alla cerimonia il film si aggiudicò altre tre statuette, la pellicola sarebbe diventata il maggior incasso di sempre in America per un film non di casa. In quella fortunata annata infatti il lungometraggio di Lee si portava a casa, dal solo pubblico statunitense, 128 milioni di dollari, frantumando il record precedente detenuto da La vita è bella di Roberto Benigni nel 1997 con 54 milioni.
È notizia nota già da molti mesi che Netflix abbia prodotto il sequel, Crouching Tiger, Hidden Dragon: Sword of Destiny, film che uscirà sulla piattaforma streaming il prossimo 26 febbraio, ma il lungometraggio è riuscito a trovare una collocazione anche nel fitto mercato cinematografico cinese, dove uscirà nella giornata del 19 febbraio (a Hong Kong un giorno prima) doppiato nella lingua di casa. Ricordiamo che Netflix non è ancora presente in Cina, uno dei pochi paesi nel mondo rimasti senza il colosso dello streaming, e molto difficile sarà per la compagnia americana approdare nel paese asiatico, almeno in tempi brevi, vista la concorrenza di servizi simili cinesi che godono dell’appoggio del governo centrale.

La storia è la trasposizione cinematografica del romanzo Iron Knight, Silver Vase e per quel poco che si sa dovrebbe essere una narrazione dove si incroceranno la storia di un amore giovane e perduto, quella di una spada leggendaria ed un’opportunità di redenzione.
Scritto da John Fusco (Marco Polo), Crouching Tiger, Hidden Dragon: Sword of Destiny è diretto da Woo-ping Yuen, e conta nel cast Michelle Yeoh (Yu Shu-Lien), Donnie Yen (Silent Wolf), Harry Shum Jr, Jason Scott Lee, Roger Yuan, Eugenia Yuan e Natasha Liu Bordizzo. Alla direzione della fotografia troviamo Tom Sigel, ai costumi il premio Oscar Ngila Dickson, alle scenografie Grant Major e agli effetti speciali Mark Stetson.

Vi invitiamo a seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati sulle principali notizie riguardanti il mondo del Cinema. È inoltre disponibile la nostra nuova App per Mobile.

(fonte: ChinaFilmInsider, HollywoodReporter

Cinema chiusi fino al 3 dicembre, QUI gli ultimi aggiornamenti.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Soul – La nuova featurette celebra l’idea di comunità 28 Novembre 2020 - 18:00

La nuova featurette di Soul - da Natale su Disney+ - contiene svariate scene inedite, e celebra l'importanza della comunità in cui Joe è cresciuto.

Hawkeye – Le riprese dalla prossima settimana a New York 28 Novembre 2020 - 17:00

A Brooklyn sono apparsi dei cartelli che annunciano l'inizio delle riprese in esterni di Hawkeye a partire da mercoledì 2 dicembre.

L’ombra dello scorpione – Bene e Male si affrontano nel nuovo poster 28 Novembre 2020 - 16:00

Le fazioni della luce e dell'oscurità si affrontano nel poster di The Stand, miniserie di CBS All Access tratta dall'omonimo romanzo di Stephen King, noto in Italia come L'ombra dello scorpione.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.