L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Alien: Covenant – Anche Billy Crudup in trattative per una parte

Alien: Covenant – Anche Billy Crudup in trattative per una parte

Di Lorenzo Pedrazzi

Alien: Covenant sarà “hard R”, e Ridley Scott vuole supereare se stesso

Ridley Scott e la 20th Century Fox stanno definendo il cast di Alien: Covenant, il sequel di Prometheus: dopo Katherine Waterston, Danny McBride, Demián Bichir, Amy Seimetz, Carmen Ejogo, Jussie Smollet e Callie Hernandez, ora è il turno di Billy Crudup.

Deadline riporta infatti che Crudup è in “trattative avanzate per un ruolo chiave” nel film di Scott, quindi vicinissimo a ottenere la parte. Presumibilmente farà parte anche lui dell’equipaggio della Covenant, l’astronave che atterrerà sul pianeta degli Ingegneri.

Billy Crudup è recentemente apparso in Spotlight, ma è noto anche per le sue interpretazioni in Almost Famous, Big Fish, Mission: Impossible III e Watchmen, dove prestava il volto e la voce al Dr. Manhattan.

alien-covenant-logo-copertina

Questa è la sinossi di Alien: Covenant:

Ridley Scott ritorna all’universo che ha creato in ALIEN con ALIEN: COVENANT, secondo capitolo della trilogia prequel iniziata con PROMETHEUS, che si connette direttamente alla seminale opera fantascientifica del 1979. Diretto a un remoto pianeta sul capo opposto della galassia, l’equipaggio della nave coloniale Covenant scopre quello che crede essere un paradiso inesplorato, ma che in realtà è un mondo oscuro e pericoloso, il cui solo abitante è il “sintetico” David (Michael Fassbender), sopravvissuto alla disastrosa spedizione Prometheus.

Per il resto, la trama di Alien: Covenant resta avvolta nel mistero, ma il “paradiso inesplorato” in questione dovrebbe essere il pianeta natale degli Ingegneri, dove approderà una nuova spedizione a bordo della nave Covenant: l’equipaggio comprenderà Katherine Waterston (Vizio di forma, Steve Jobs, Animali fantastici e dove trovarli) nella parte di Daniels, la nuova protagonista. Michael Fassbender tornerà nel ruolo di David.

La sceneggiatura di Alien: Covenant è stata affidata a Jack Paglen, Michael Green e John Logan. L’uscita è prevista per il 6 ottobre 2017.

In Alien: Covenant torneranno anche gli xenomorfi, i facehugger e altri elementi iconici della saga

Fonte: ComicBook.com

CLICCATE SULLA SCHEDA SOTTOSTANTE E SUL PULSANTE “SEGUI” PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI SU ALIEN: COVENANT!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Black Widow – Nuovi poster per il cinecomic con Scarlet Johansson 12 Giugno 2021 - 21:00

Sono disponibili quattro suggestivi poster di Black Widow targati RealD 3D, Dolby Cinema, Screen X e IMAX. Inoltre, Cate Shortland parla dei riferimenti per il film.

It’a A Sin – Recensione della imperdibile serie LGBTQIA+ inglese divenuta già un cult 12 Giugno 2021 - 20:00

It's a Sin stupisce continuamente e rende di nuovo attuale una pagina di storia troppo raramente ricordata: ecco la nostra recensione della imperdibile (non solo per gli appartenenti al mondo LGBT+) serie inglese!

Loki – Una featurette dedicata al personaggio di Gugu Mbatha-Raw 12 Giugno 2021 - 19:00

La giudice Ravonna Renslayer di Gugu Mbatha-Raw è al centro di una nuova featurette di Loki, i cui episodi escono ogni mercoledì su Disney+.

Indiana Jones e io: i predatori di una lampada da 25mila lire 12 Giugno 2021 - 9:32

Il radiodramma di Indiana Jones e il Tempio maledetto, Indiana Pipps, la frusta(zione) per aspettare l'Ultima Crociata.

Loki e la cura Lokivico: alla ricerca di un nuovo cuore per l’MCU 10 Giugno 2021 - 10:30

Tom Hiddleston e come trasformare il Loki cattivo del 2012 nel Loki quasi-buono, che amano tutti.

Mortal Kombat, la recensione 30 Maggio 2021 - 14:00

Tamarro, sanguinolento, privo di vergogna nel suo essere un B-movie ad alto budget, ma in fondo divertente: il miglior film che un banda di cosplayer di Mortal Kombat potesse mai girare.