L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Speciale X-Files – Riassunto delle prime nove stagioni

Speciale X-Files – Riassunto delle prime nove stagioni

Di Andrea Suatoni

Cliccate qui per vedere il full trailer della nuova miniserie di X-Files!

Oggi, 24 gennaio, torna sugli schermi americani Fox (e quasi in contemporanea da martedì 26 gennaio su Fox Italia) la serie horror-fantascientifica che si è posta come la pietra angolare di tutte quelle dello stesso genere che l’hanno seguita (da Lost a Fringe a Supernatural e via dicendo).

Dopo anni di rumor e di vane promesse l’attesa per una decima stagione di X-Files è finalmente terminata! Abbiamo deciso di realizzare per voi uno speciale tematico, che vi permetterà in pochi minuti di recuperare tutto quello che dovete sapere sul mondo di X-Files con qualche semplice base per apprezzare al meglio i nuovi episodi.

x4_opt

FENOMENO DI COSTUME

X-Files, iniziata nel 1993, narrava le avventure degli agenti dell’FBI Mulder e Skully, impegnati in casi al limite del paranormale. Inizialmente la serie partì in sordina, raccogliendo ascolti dignitosi ma mai eccelsi; l’esplosione dell’auditel cominciò a registrarsi solo a partire dalla quarta e quinta serie, quando lo show divenne un vero e proprio fenomeno di culto a livello internazionale. Non solo nel 1998 la frase simbolo La verità è là fuori (“The thruth is out there“, vera e propria signature di Mulder) entrò nelle 60 citazioni e slogan più usate nel Regno Unito, ma ad X-Files vanno imputate anche le prime importanti fandom online: internet al tempo era uno strumento giovane, mai usato prima per condividere l’apprezzamento (insieme alla fan fiction, le newsgroup, i fanclub) di uno show televisivo, e del quale nella serie si faceva spesso riferimento.

Per ragioni legate più a questioni contrattuali riguardanti gli attori principali (David Duchovny e Gillian Andreson), sempre più defilati sulla scena al punto da dover essere quasi sostituiti in toto nelle ultime due stagioni, la serie non venne rinnovata per una decima, chiudendosi in un cliffangher che non sarebbe stato esplorato neanche nel film girato nel 2008, ben 6 anni dopo la chiusura della serie.

La notizia che una decima serie (o meglio, una miniserie in 6 episodi) fosse in preparazione ha riacceso nel cuore dei vecchi fan la speranza di poter scoprire finalmente cosa sia realmente accaduto ai due agenti.

x-files-duchowny-anderson

DOVE ERAVAMO

Ricostruire tutta l’immensa mitologia di X-Files potrebbe rivelarsi un’impresa titanica: è innegabile però che, se come afferma il creatore Chris Carter, la decima stagione riprenderà trame rimaste in sospeso dalle stagioni precedenti, sia opportuno quantomeno rinverdire i punti principali della storyline.

Tutto ha inizio quando la giovane agente Dana Skully viene affiancata ad un agente visionario e, ammettiamolo, lievemente paranoico: Fox Mulder, fino ad allora unico assegnato all’ufficio X-Files (nato per indagare su quei casi dove la logica non riusciva a trovare un senso ai fatti). La donna aveva il compito di “smontare” le teorie complottistiche e screditare le bizzarre tesi di Mulder sulla risoluzione di detti casi; ben presto però anche Skully sarà costretta ad ammettere che molte delle teorie del collega, prima fra tutte la possibilità che la sorella scomparsa da anni di Mulder sia stata rapita dagli alieni, siano basate su un qualche fondo di verità.
I due agenti scopriranno un progetto governativo, gestito dalla misteriosa organizzazione Consorzio, di clonazione umana teso a creare ibridi umani-alieni; nel frattempo Skully rimarrà a sua volta vittima di un rapimento alieno, durante il quale sul suo corpo verranno effettuati esperimenti che la porteranno a sviluppare un cancro al cervello. Mulder dal canto suo non sarà più fortunato: verrà infettato dal “cancro nero“, una misteriosa malattia aliena, ed usato dal Consorzio per sviluppare un vaccino. Il cancro nero, se non curato, conduce il corpo ospite a generare un alieno dentro di esso.

Sempre più vicini alla verità, che vorrebbe il Consorzio e parte del governo d’accordo con gli alieni per una facile colonizzazione della terra, Mulder e Skully verranno sostituiti all’unità X-Files da Diana Fowley e Jeffrey Spender, fratellastro (inconsapevole) di Mulder: entrambi sono figli del cosidetto Uomo che Fuma, uno dei più eminenti membri del Consorzio. Mentre Diana si rivelerà una spia del Consorzio stesso, Jeffrey riuscirà a far riaffidare l’unità X-Files a Mulder, finendo per questo ad essere (apparentemente) ucciso dal suo stesso padre.
Mulder scoprirà che anche la scomparsa di sua sorella è dovuta all’Uomo che Fuma: la piccola era stata rapita per essere cavia di esperimenti da parte del Consorzio. Nel frattempo Skully, guarita dal cancro grazie ad un misterioso accordo del suo superiore Walter Skinner con il Consorzio, scoprirà di essere incinta, poco prima che Mulder venga rapito anch’egli da un UFO.

Una task force creata per rintracciare l’agente vedrà a capo John Dogget, che insieme a Monica Reyes, una donna che condivide molte delle teorie di Mulder, prenderà le redini dell’unità X-Files dopo che il corpo senza vita di Mulder sarà ritrovato in una foresta.

xfiles-kiss

Inspiegabilmente, Mulder resusciterà e si troverà a dover collaborare con Alex Krycek, vecchia nemesi ed agente triplogiochista sia dell’FBI che del Conzorzio, per difendere il bambino di una Skully in travaglio: una variante governativa del cancro nero trasformerà svariati umani in supersoldati alieni semi immortali, che non sembrano temere nulla se non proprio il figlio della rossa agente dell’FBI. Alla nascita del bambino però qualcosa andrà storto, perché il piccolo William si rivelerà essere un bambino normale, figlio probabilmente (ma mai affermato) di una notte d’amore fra Skully e un Mulder che misteriosamente riuscirà con la sua sola presenza a far fuggire tutti i supersoldati.

Mulder scomparirà di nuovo, mentre William verrà rapito da una setta di fanatici che lo porterà nei pressi di una navicella credendolo il collegamento con una civiltà extraterrestre. Il bambino manifesterà in questa occasione dei poteri con i quali riuscirà ad attivare le armi della navicella uccidendo tutti i suoi rapitori.

Doggett nel frattempo arresterà un misterioso uomo sfigurato, che all’inizio crederà essere Mulder; si tratterà invece di suo fratello Jeffrey, ancora vivo ed interessato anche lui al bambino di Skully, al quale inietterà un farmaco riuscendo ad inibire i suoi poteri. Straziata dal dolore, Skully deciderà per il bene del piccolo di darlo in adozione facendone perdere le tracce a chiunque, lei compresa.

Mulder farà la sua ricomparsa braccato dai supersoldati alieni, e dopo aver assistito alla morte dell’Uomo che Fuma per mano di un nuovo Consorzio finirà in tribunale per l’assassinio di un uomo del quale questi avevano preso le fattezze; giudicato colpevole, dopo un processo durante il quale sfileranno tutti i più importanti personaggi della serie per dare manforte all’ex agente dell’FBI, egli riuscirà a fuggire insieme a Skully, braccato dalla polizia.

X3_opt (1)

DOVE SIAMO

Così finiva l’epopea di X-Files; un finale aperto che non rispondeva praticamente a nessuna delle domande principali: qual è la vera natura del figlio di Skully? È veramente Mulder il padre? La colonizzazione aliena è stata sventata? L’Uomo che Fuma è veramente morto?

Il film del 2008, ambientato temporalmente dopo la serie e facente parte della continuity, tratta un caso al di fuori della cosmologia canonica riguardante il Consorzio e l’invasione aliena e vedeva gli agenti Mulder e Skully vivere due vite separate, senza chiarire come e perché fossero liberi e non ricercati dalla polizia, finendo poi per renderli una coppia. Si trattò più di un esperimento per chiarire quanto ancora i fan fossero interessati alla serie che di un sequel, che portò all’inizio ad affermare ingenuamente che un ulteriore film sarebbe sicuramente arrivato nei cinema prima del 21 dicembre 2012, poiché avrebbe trattato della profezia Maya in salsa fantascientifica.

DOVE ANDREMO?

Come già accennato, Chris Carter è deciso a tornare su alcune delle vecchie trame, anche se la soluzione di scegliere una miniserie in soli sei episodi non rende certo agevole la costruzione di una narrazione articolata. Inoltre, (o per fortuna…?) gli autori si sono anche posti il problema di catturare fan di nuova generazione, puntando quindi anche su puntate slegate dalla trama principale e godibili quasi in autonomia rispetto al resto del racconto.

Gli agenti Mulder e Skully, ancora una volta separati e alle prese ognuno con la propria vita, verranno riuniti per sventare una nuova cospirazione governativa dalle implicazioni extraterrestri. Parte dello show sarà incentrato sul lungo periodo buio che intercorre fra la nona e la decima serie, un gap temporale di 6 più 8 anni spezzati dall’ultimo lungometraggio che sarà una delle colonne portanti della serie. E Carter lascia intendere che anche il rapporto fra i due ex colleghi avrà una certa importanza nell’economia della storia e che non sarà più sottovalutato come una volta. Nel cast insieme a Duchovny e alla Gilligan tornano Mitch Pileggi (il superiore dei due agenti, Walter Skinner), William B. Davis (l’Uomo che Fuma, redivivo e destinato probabilmente ancora una volta a recitare il ruolo del cattivo di turno) e almeno in un episodio Annabeth Gish, la Monica Reyes coprotagonista delle ultime due stagioni.
Ancora Carter ha anticipato che la decima stagione terminerà in un cliffangher (di nuovo!), nella speranza che la rinascita della serie venga apprezzata e che una stagione undici venga richiesta dal network e soprattutto invocata dai fan.

Dal team creativo, al ritorno di tutti gli attori principali, fino al trailer che fa intendere un budget non proprio limitato e promette delle atmosfere degne del buon nome della serie, le premesse per far risorgere X-Files dalle proprie ceneri ci sono tutte: “La verità è ancora là fuori“, e cominceremo a scoprirla dal 24 gennaio.

X2_opt

Da un’idea originale di Chris Carter, oggi X-Files torna sugli schermi americani, e martedì su quelli di Fox Italia; David Duchovny torna ad interpretare l’agente Fox Mulder e Gillian Anderson è ancora Dana Skully, mentre ritroviamo Mitch Pileggi e William B. Davis nei ruoli rispettivamente di Walter Skinner e dell’Uomo che Fuma.

Vi invitiamo a seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati sulle principali notizie riguardanti il mondo del Cinema.

Potete scoprire, commentare e votare tutti gli episodi di X-Files sul nostro Episode39 a questo LINK.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Shea Whigham, Frank Grillo e Olivia Munn nel trailer dell’action The Gateway 28 Luglio 2021 - 21:30

La storia di un operatore dei servizi sociali che si ritrova a dover fronteggiare una gang per proteggere una sua assistita e suo figlio

Amazon Prime Video: tutte le novità di agosto 28 Luglio 2021 - 21:00

Tutti i titoli in arrivo nel mese di luglio, nel catalogo di Amazon Prime Video. Tra le novità Evangelion:3.0 + 1.01 Thrice Upon A Time e i capitoli precedenti, Borat Specials e le secondi stagioni di Modern Love e Star Trek: Lower Decks

Flag Day: il trailer del nuovo film di Sean Penn 28 Luglio 2021 - 20:30

Sean Penn dirige la figlia Dylan e co-interpreta questa storia vera sul rapporto conflittuale tra una figlia e un padre criminale nel corso dei decenni

Turner e il casinaro contro Fonzie 23 Luglio 2021 - 15:39

Quella volta che Henry Winkler preferì il casinaro, cioè il cane, a Tom Hanks...

Masters of the Universe: Revelation, la recensione 23 Luglio 2021 - 9:14

I Masters of the Universe, i Dominatori dell'Universo, sono tornati. Con una nuova serie animata destinata a spaccare in due la fanbase.

Trainspotting: il film di Danny Boyle, 25 anni dopo 20 Luglio 2021 - 9:27

Cosa ci resta dell'esplosiva black comedy di Danny Boyle, un quarto di secolo dopo.