Condividi su

17 gennaio 2016 • 15:00 • Scritto da Lorenzo Pedrazzi

Legion non sarà ambientato nell’universo cinematografico degli X-Men

Emergono nuovi dettagli su Legion, la serie di Noah Hawley dedicata al mutante con personalità multiple, in arrivo su FX entro il 2016: ecco perché non sarà ambientata nell'universo cinematografico degli X-Men...
0

Noah Hawley parla di Legion!

Di recente abbiamo scoperto che Rachel Keller è stata scritturata come protagonista femminile di Legion, la serie tv di Noah Hawley (acclamato creatore di Fargo) che promette di rimettere in discussione i codici del genere supereroistico, per citare il produttore Simon Kinberg.

Ebbene, ora scopriamo nuovi dettagli grazie a John Landgraf, presidente di FX, che ne ha parlato durante il press tour della Television Critics Association. Anzitutto, Landgraf ha precisato che la serie debutterà entro il 2016:

Siamo messi piuttosto bene. Abbiamo uno staff di sceneggiatori al lavoro. Abbiamo visto non solo il pilot, ma anche svariati altri episodi, e siamo a buon punto nella fase di casting.

In effetti, il casting del protagonista – David Haller alias Legion – è atteso in tempi brevi. I fan, però, potrebbero restare delusi dal fatto che lo show NON sarà ambientato nello stesso universo narrativo dei film degli X-Men, poiché la storia si svolgerà in un mondo dove l’opinione pubblica non è ancora consapevole dell’esistenza dei mutanti:

Non rispetterà la continuity di quei film, nel senso che gli attuali film degli X-Men sono ambientati in un universo dove tutti sul pianeta Terra sono consapevoli dell’esistenza dei mutanti. La serie Legion si svolgerà in un universo parallelo, per così dire, dove il governo americano ha appena scoperto che esiste qualcosa chiamato “mutanti”, ma il pubblico non lo sa. Non ci saranno personaggi che si muovono avanti e indietro [dai film allo show], perché sono realmente universi paralleli.

La spiegazione di questa scelta è sensata, e ciò significa che Legion ci presenterà una nuova interpretazione dell’universo mutante. A quanto pare, la 20th Century Fox non intende seguire l’esempio dei Marvel Studios (un unico universo condiviso tra piccolo e grande schermo), ma quello della Warner/DC, le cui serie tv sono ambientate in mondi narrativi indipendenti dall’universo cinematografico. È possibile che lo show ospiti anche altri mutanti oltre a Legion, ma non aspettatevi grossi nomi come Ciclope o Wolverine; più probabile che compaiano personaggi “minori”.

legion-copertina

Ecco la breve sinossi di Legion:

Diagnosticato come schizofrenico, David Haller ha fatto avanti e indietro dagli ospedali psichiatrici per anni. Ma dopo lo strano incontro con un altro paziente, comincia a sospettare che le voci che sente e le visioni che sperimenta siano reali.

Nei fumetti, Legione soffre di personalità multipla, e ognuna di esse possiede diversi superpoteri, come telecinesi, pirocinesi, telepatia, distorsione della realtà e altro ancora. Tra i produttori esecutivi figurano Bryan Singer (X-Men: Giorni di un futuro passato), Lauren Shuler Donner (X-Men: Giorni di un futuro passato), Simon Kinberg (X-Men: Giorni di un futuro passato), Jeph Loeb (Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D., Marvel’s Daredevil), Jim Chory (Marvel’s Agents of S.H.I.E.L.D., Marvel’s Daredevil), John Cameron (Fargo, Il grande Lebowski) e lo stesso Noah Hawley, che ha scritto il primo episodio.

Vi invitiamo a seguire i nostri canali ScreenWeek TV e ScreenWeek NEWS per rimanere costantemente aggiornati sulle principali notizie riguardanti il mondo del Cinema.

Fonte: ScreenRant

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *