L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Guerrieri e katane nel cortometraggio di Gareth Evans, regista di The Raid

Guerrieri e katane nel cortometraggio di Gareth Evans, regista di The Raid

Di Lorenzo Pedrazzi

The Raid e The Raid 2 sono stati acclamati per la viscerale brutalità delle scene d’azione, ma anche per la perizia tecnica del regista Gareth Evans, capace di valorizzare le coreografie e il lavoro degli stuntmen con sapienti scelte di montaggio, regia e fotografia.

Inattivo da due anni, Evans ha sentito il bisogno di riprendere in mano la macchina da presa e girare qualcosa di nuovo (come ha spiegato lui stesso sul suo account twitter), quindi ha diretto un cortometraggio per sperimentare un approccio diverso rispetto a The Raid. Il corto in questione – anche se lui preferisce definirlo una “pre-visualizzazione” – rappresenta infatti un tentativo di replicare “lo stile e il ritmo dei film di The Raid, ma restando entro i parametri del PG-13″. In altre parole:

[Volevamo] vedere se saremmo stati in grado di creare qualcosa di non-violento che anche il mio bambino potesse guardare.

gareth-evans-short

In effetti, il corto ci offre un’ottima coreografia d’azione con le katane, ma il duello non sfocia nelle brutalità di The Raid, e si mantiene su livelli da blockbuster in termini di “violenza”. Gareth Evans lo ha girato in Galles nell’arco di tre giorni, con una Sony NEX-7 e le coreografie di Yayan Ruhian e Cecep Arif Rahman, che interpretano la sequenza insieme a Hannah Al Rashid. La troupe era composta solo da lui stesso e dai tre attori, e questo dimostra ancora una volta le spiccate capacità tecniche di Evans. C’è anche una trama:

In un tempo di guerra civile, una giovane guerriera riceve l’incarico di consegnare un trattato fra due lord rivali. Ma, durante il suo viaggio attraverso i boschi, viene braccata da due assassini che vogliono intercettare il suo messaggio di pace nel tentativo di mantenere la paura, l’instabilità e il regno violento del loro capo.

Purtroppo il codice embed del video è stato disattivato, ma potrete vederlo su Youtube cliccando sull’immagine sottostante:

gareth-evans-corto-copertina

Gareth Evans è certamente riuscito a dimostrare che il suo talento si applica anche al PG-13 e alla povertà di mezzi, quindi non è da escludere che in futuro possa lavorare anche all’interno di quei parametri. Questo discorso non riguarda ovviamente The Raid 3, che potrebbe uscire nel 2018 o 2019, e dovrebbe cominciare a sole due ore di distanza dalla conclusione del secondo capitolo. Il nome di Evans è inoltre associato a Blister – che sarà la sua personale rilettura di una gangster story americana – e a un heist movie per la Universal.

Vi invitiamo a seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati sulle principali notizie riguardanti il mondo del Cinema. È inoltre disponibile la nostra nuova App per Mobile.

Fonte: Collider

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

Garfield: anche Samuel L. Jackson nel cast vocale con Chris Pratt 24 Maggio 2022 - 21:00

L'attore darà voce a un personaggio originale nel film d'animazione incentrato sul gatto creato da Jim Davis

Aquaman 2: il presidente di DC Films nega le accuse di Amber Heard 24 Maggio 2022 - 20:15

Walter Hamada ha ribadito di aver considerato l'esclusione di Amber Heard solo per un problema di alchimia con Jason Momoa

SuperNature: polemica per le battute transfobiche nello speciale Netflix di Ricky Gervais 24 Maggio 2022 - 19:45

Polemiche per Ricky Gervais, da poco tornato su Netflix con il suo nuovo speciale di stand-up comedy.

Cip e Ciop Agenti Speciali: i 30 cameo ed easter egg più fuori di testa 24 Maggio 2022 - 16:01

Un film d'animazione Disney in cui c'è DI TUTTO? Pronto!

Thor: Love and Thunder, il nuovo trailer spiegato a mia nonna 24 Maggio 2022 - 8:04

Gorr il Macellatore di Dei

Love, Death & Robots, stagione 3: la recensione (senza spoiler) 21 Maggio 2022 - 9:28

Un terzo giro decisamente più riuscito del secondo: robot, ancora una volta, pochi, morte tanta, amore quel che basta.