L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
The Hateful Eight era nato come seguito di Django Unchained

The Hateful Eight era nato come seguito di Django Unchained

Di Marlen Vazzoler

L’ambizioso roadshow progettato da Quentin Tarantino per il western The Hateful Eight: la proiezione del film in 70 mm in 100 cinema sparsi per gli Stati Uniti dal giorno di Natale, per due settimane, è stata ridotta a una sola settimana. Anticipando così l’uscita ufficiale nelle sale americane al 1 gennaio 2016 e non più all’8 gennaio.
Questa scelta è stata presa dopo essersi resi conto che solo la metà delle sale coinvolte, 50, sarà in grado di partecipare al roadshow con la presentazione da 70mm. Per le sale rimanenti pare che sia stata tagliata una versione DCP (Digital Cinema Package), che al momento stanno finendo di preparare.

In una video intervista con DP/30, Tarantino ha rivelato che l’idea originale di The Hateful Eight era in realtà un romanzo che avrebbe continuato le avventure di Django, il protagonista di Django Unchained.

“Dopo aver fatto Django sapevo che non volevo fare alcun sequel cinematografico di Django o qualcos’altro, ma mi piaceva l’idea della presenza di alcuni tascabili che avrebbero potuto continuare ulteriormente le avventure di Django o forse tornare indietro nel tempo, con un altro paio di avventure di Django/Schultz. Non avevo mai scritto prima un romanzo e ho pensato che avrei voluto provare a cimentarmi a scrivere un tascabile di Django. A quel tempo era stato chiamato Django nell’Inferno Bianco (Django in White Hell, uno dei capitoli di The Hateful Eight). Invece del maggiore Warren c’era Django”.

Ma il personaggio non funzionava per questa storia:

“Dato che stavo introducendo dei personaggi così grezzi in questo brano, e ci sarebbero stati altri personaggi ancora più disdicevoli, che li attendevano [alla merceria], e ad un certo punto mi sono reso conto, ‘Beh sai cosa non va in questo brano? E’ Django, deve andarsene. Perché non dovresti avere un senso morale quando hai a che fare con questi otto personaggi'”.

Di seguito potete leggere la sinossi ufficiale del film:

Come in Django, l’ambientazione è Western ma dal sud schiavista Tarantino si è spostato verso il freddo Nord America. La guerra di secessione è finita da qualche anno. Una diligenza viaggia nell’innevato inverno del Wyoming. A bordo c’è il cacciatore di taglie John “The Hangman” Ruth (Kurt Russell) e la sua prigioniera Daisy Domergue (Jennifer Jason Leigh), diretti verso la città di Red Rock dove la donna verrà consegnata alla giustizia. Lungo la strada, si aggiungono il Maggiore Marquis Warren (Samuel L. Jackson), un ex soldato diventato anche lui un famoso cacciatore di taglie, e Chris Mannix (Walton Goggins) , che si presenta come nuovo sceriffo di Red Rock. Infuria la tempesta e la compagnia trova rifugio presso la stazione della diligenza di Minnie Haberdashery, dove vengono accolti non dalla proprietaria, ma da quattro sconosciuti: Bob (Demian Bichir), che è accompagnato dal boia di Red Rock Oswaldo Mobray (Tim Roth), il mandriano Joe Gage (Michael Madsen) e il generale della Confederazione Sanford Smithers (Bruce Dern). La bufera blocca gli gli otto personaggi che ben presto capiscono che raggiungere la loro destinazione non sarà affatto semplice. Per molte ragioni.

Nel cast di The Hateful Eight troviamo James Parks (Kill Bill Vol. 1 & 2), Dana Gourrier (Django Unchained), Zoë Bell (Death Proof), Gene Jones (No Country for Old Men), Keith Jefferson (Django Unchained), Lee Horsley (Django Unchained), Craig Stark (Django Unchained) e Belinda Owino (Django Unchained). Con loro ci saranno Michael Madsen e Samuel L. Jackson nei panni di due cacciatori di taglie, Bruce Dern, Walton Goggins, James Remar, Tim Roth, Kurt Russell, Amber Tamblyn Channing e Demian Bichir. Jennifer Jason Leigh sarà invece Daisy Domergue: una donna accusata di omicidio poi fatta prigioniera e caricata su una diligenza in compagnia di altri soggetti poco raccomandabili come cacciatori di taglie e disertori.

thehatefuleight-copertina

Vi invitiamo a seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati sulle principali notizie riguardanti il mondo del Cinema.

Fonti joblo, deadline, DP/30: The Oral History Of Hollywood

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 30 aprile, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Renfield: Chris McKay dirigerà il film sul servo di Dracula 14 Aprile 2021 - 12:30

Il regista di The Tomorrow War ha sostituito Dexter Fletcher alla regia del film nato da un soggetto di Robert Kirkman

Oscar 2021: annunciati i primi presentatori, da Zendaya a Harrison Ford 14 Aprile 2021 - 11:45

Sono stati annunciati i primi 15 presentatori della prossima Notte degli Oscar, che si terrà domenica 25 aprile.

Morto Lee Aaker, star de Le avventure di Rin Tin Tin 14 Aprile 2021 - 11:00

Nel corso della sua breve carriera tra gli anni '50 e '60 era apparso anche in Mezzogiorno di fuoco e Il più grande spettacolo del mondo

MCU: chi sono e da dove vengono Ayo e le altre Dora Milaje di Wakanda 14 Aprile 2021 - 9:27

Le origini nei fumetti Marvel (e la storia VERA) delle Dora Milaje di Black Panther, riapparse ora in The Falcon and the Winter Soldier.

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.

Jupiter’s Legacy: chi sono i nuovi super-eroi di Netflix (e perché siete già fan del Millarworld, anche se non lo sapete) 8 Aprile 2021 - 11:29

Le origini di Jupiter's Legacy, i nuovi super-eroi in arrivo su Netflix, e l'importanza per il mondo del fumetto di quel signore chiamato Mark Millar.