L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
I Licaoni si raccontano a ScreenWeek: la nostra intervista

I Licaoni si raccontano a ScreenWeek: la nostra intervista

Di Leotruman

Licaoni Digital StudioDifficile riassumere in poche parole il lavoro di questo gruppo di giovani creativi livornesi che a partire dal 1999 hanno unito le forze dando vita a spettacoli teatrali, cortometraggi, tutorial di approfondimento cinematografico, rubriche e molto altro ancora.

ScreenWeek ha il piacere di iniziare una collaborazione con i Licaoni (Iscrivetevi al nostro CANALE per non perdervi i prossimi), e dopo la classifica di ieri, con i loro film e le serie tv preferite del 2015, abbiamo il piacere di presentarvi una bella intervista a 360°.

QUI I FILM E LE SERIE TV PREFERITE DEI LICAONI – VIDEO

Una costante nella storia dei Licaoni è quella di essere sempre arrivati per primi. Le vostre produzioni lo testimoniano, avete sempre guardato al futuro. Come vi siete evoluti e cosa si prospetta, dunque, all’orizzonte?

Effettivamente ci siamo sempre mossi un po’ prima che partissero i trend, che è una cosa cool da dire, anche se storicamente le avanguardie seminano, ma a raccogliere sono quelli che arrivano dopo. Uhm…
Al momento stiamo preparando un Ritorno al Futuro! Non un fanmovie (anche se sarebbe ganzo), ma un ritorno alle nostre origini di cinematografari indie. Quella è la nostra vocazione originaria e negli anni ci siamo tuffati nel web confrontandoci con nuovi modi di fare video, ma cercando di mantenere l’occhio sul Cinema. Pensiamo che il linguaggio cinematografico verrà inevitabilmente ibridato dal web, come lo fu anche dalla tv, e ci piacerebbe sperimentare qualcosa del genere.

Siete stati tra i primi in Italia ad aver capito le potenzialità di YouTube, realizzando nel 2008 una webserie, “Il corso di cazzotti del Dr Johnson”, e molto altro. Un fatti che oggi potrebbe sembrare scontato, ma otto anni fa la situazione era molto diversa. Qual è stata la vostra intuizione all’epoca?

Probabilmente è solo che abbiamo la soglia d’attenzione d’un bimbo di cinque anni e quindi abbiamo bisogno di stimoli nuovi per non addormentarci. A parte gli scherzi (cioè, neanche troppo) furono una concomitanza di fattori. E’ risaputo che il collo di bottiglia in Italia è dato dalla distribuzione, quindi ci sembrava naturale cercare vie alternative sul web. In più avevamo proposto il “Corso di Cazzotti” ad alcuni canali e network, ma alla fine era una cosa troppo fuori dagli schemi, così l’unica via possibile furono il crowdfounding e YouTube. Pochi soldi, ma totale controllo sul prodotto.

Come è cambiato YouTube nel corso degli anni e com’è secondo voi la situazione attuale?

La nostra sensazione è che YouTube abbia perso l’attimo. Da Google non si sono mai voluti prendere la responsabilità di fare fino in fondo gli editori e hanno portato avanti la politica del “semplice” servizio di filesharing. Avevano fatto dei tentativi con i cento canali finanziati in USA, i premi NextUp etc, ma di fatto si sono fermati all’assecondare la volontà degli utenti, senza fare scelte editoriali. Anche la bassissima revenue share che offrono ai partner disincentiva la produzione di format elaborati a favore dei video di gattini. Se avessero avuto più coraggio due o tre anni fa, adesso probabilmente sarebbero un serio competitor di Netflix.

Sono Wolf e risolvo problemi: un nuova puntata del Cinema Show impacchettata fresca fresca per voi.E se non ci si rivede, auguri.CLICCA QUI —> https://youtu.be/T9_pVyAvHh8

Posted by Licaoni on Tuesday, December 29, 2015

Cinema Show e Cinema Tips sono due rubriche video davvero utili, e uniche nel panorama italiano. Il Cinema spiegato in maniera semplice e divertente, per i filmaker in erba. come è nata questa idea?

Teniamo corsi di filmmaking da molti anni. E siamo cretini da ancora più tempo. Ci è sembrato naturale unire le due cose. Generalmente si trovano tonnellate di tutorial molto tecnici, ma l’idea del Cinema Show è: tanti video vi spiegano come premere i pulsanti; proviamo a riflettere sul perché farlo. Era un’idea che avevamo in mente da un po’ e si concretizzò quando vincemmo il NextUp nel 2012.

Quali sono i video che vi danno più soddisfazioni e qual è il video in assoluto preferito?

Il prossimo che faremo! No, via, così sembra una posa da insoddisfatti alternativi. In realtà siamo molto orgogliosi di tutti i video che facciamo, anche perché sennò non li pubblicheremmo. I Cinema Show ci danno molta soddisfazione: negli anni hanno creato una community di persone molte belle, curiose e vispe, con le quali c’è uno scambio stimolante. Poi oh, magari fra loro uscirà il nuovo Scorsese, vallo a sapere. Il video preferito di entrambi a oggi è “Elba, l’eredità di Napoleone”. Avevamo davvero voglia di fare una cosa del genere.

elba

Voi siete una delle più grandi realtà cinematografiche indipendenti italiane ma a parte voi e qualche altro nome si può sul serio parlare di cinema indipendente in Italia?

Se prendiamo come parametro il mercato nazionale, no, non c’è cinema indipendente in Italia. In realtà ci sono tantissimi soggetti che producono in indipendenza, con qualità e originalità, e molto spesso trovando sbocchi all’estero. Pensiamo a Fabio&Fabio, Hive Division, Illusion, orientati sul genere sci-fi di altissimo valore produttivo. Gli Extreme, Zuccon, Picchio, con film horror distribuiti in tutto il mondo. Poi ci sono gli amici con cui abbiamo co-prodotto molte cose, Rubaffetto, Krakatoa, Palonero, O-Family, grande talento e maestria artigianale. Ma sono davvero tante le realtà sparse sul territorio.
La situazione è vitale nel sottobosco, però pochi se ne accorgono dai piani alti e ancor meno investono per produrre e distribuire contenuti del genere. Troppi rischi. Si preferisce puntare sul sicuro con prodotti di facile presa e magari già ripagati in partenza grazie ai contributi pubblici.

Dopo Mandorle (2000), N.A.N.O. (2002) e Kiss me Lorena (2005), grande successo, quando vedremo il prossimo lungometraggio dei Licaoni?

È il nostro prossimo obiettivo. Sarà un film epico, in cui daremo tutto, che unirà l’impatto cinematografico con la densità narrativa del web. Dopodiché abbonderemo il cinema e ci daremo alla riparazione di stampanti 3D, sicuro topic trend dei prossimi anni.

Vi invitiamo a seguire il nostro canale ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati sulle principali notizie riguardanti il mondo del Cinema.

ScreenWeek è anche su Facebook, Twitter e Instagram #SwTop10


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Ted Lasso: il trailer ufficiale della stagione 2, dal 23 luglio su Apple TV+ 21 Giugno 2021 - 15:58

Ecco il trailer ufficiale della seconda stagione di Ted Lasso, la serie sportiva interpretata e creata da Jason Sudeikis, in arrivo su Apple TV+ il prossimo 23 luglio.

Snake Eyes – Un full trailer ricco d’azione per lo spin-off dei G.I. Joe 21 Giugno 2021 - 15:36

Il full trailer di Snake Eyes: G.I. Joe Origins svela maggiori dettagli sulla trama, mentre una featurette esplora il rapporto fra il protagonista e Storm Shadow.

Dead for a Dollar: Christoph Waltz e Willem Dafoe nel western di Walter Hill 21 Giugno 2021 - 14:45

Christoph Waltz tornerà a interpretare un cacciatore di taglie nel vecchio West dopo Django Unchained

800 eroi e il successo delle Termopili cinesi 18 Giugno 2021 - 10:00

800 eroi, il film di guerra che racconta una fase particolarmente sanguinosa - e surreale - della battaglia di Shanghai. La morte per una speranza, in mezzo agli stranieri che fanno da pubblico.

Loki: ma quindi chi è la Variante e perché è così importante? 17 Giugno 2021 - 17:01

Chi è realmente il personaggio che appare nel secondo episodio di Loki? (Spoiler alert, ovvio)

Luca, la recensione (senza spoiler) del nuovo film Pixar 16 Giugno 2021 - 18:00

Luca e la vacanza di Pixar in Italia: un'estate al mare, in compagnia di amici, nemici e di una grande speranza per tutti.