L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
European Film Award 2015 – La giovinezza vince miglior film, regista e attore

European Film Award 2015 – La giovinezza vince miglior film, regista e attore

Di Marlen Vazzoler

European Film Award 2015 – La giovinezza e The Lobster guidano con 5 nomination

Una statuetta in meno ha impedito a Paolo Sorrentino di eguagliare agli European Film Awards lo stesso risultato ottenuto due anni fa con la La Grande Bellezza, ovvero vincere quattro delle cinque categorie in cui era stato nominato.
Ieri sera a Berlino dove si è tenuta la cerimonia di premiazione della 28ma edizione del festival europeo, dove La giovinezza ha ottenuto la vittoria in tre categorie: miglior film europeo, miglior regia e miglior attore (Michael Caine).
Durante il discorso di accettazione, Caine ha dichiarato:

“In cinquant’anni non ho mai vinto un premio in Europa, e stanotte ne ho vinti due. E’ così strano perché (di solito) sono seduto tra il pubblico e batto le mani per qualcun altro. Non posso dirvi quanto questo conti per me”.

Il secondo premio citato dall’attore, è il Premio Onorario assegnato dal presidente e dal consiglio dell’Accademy, che nelle edizioni precedenti era stato assegnato a Manoel de Oliveira e Michel Piccoli.
Per via della predominanza di dialoghi in lingua inglese, La giovinezza non ha potuto concorrere per la nomination agli Oscar come miglior film straniero. Il suo regista, Sorrentino ha dichiarato che Youth:

“E’ un piccolo film sulla percezione della libertà, un tema più attuale che mai in Europa”.

Il premio per la miglior attrice è andato alla protagonista di 45 Anni, Charlotte Rampling, che ha ricevuto anche il premio alla carriera nel corso della serata. A Christoph Waltz è andato l’European Achievement in World Cinema per la sua contribuzione internazionale.

michael-caine-european-film-awards-2015

Miglior commedia, lo svedese Un piccione seduto su un ramo riflette sull’esistenza (Leone d’Oro a Venezia nel 2014), miglior documentario Amy di Asif Kapadia, e miglior lungometraggio animato Song of the Sea. Il premio del pubblico è andato a Marshland di Alberto Rodriguez, mentre quello per la miglior opera prima a Mustang.
Miglior sceneggiatura a Efthimis Filippou e Yorgos Lanthimos per The Lobster. Infine il premio Eurimages è andato al produttore Andrea Occhipinti.

La regista polacca Agnieszka Holland, presidentessa dell’European Film Academy, ha parlato della situazione politica europea, ed ha dichiarato:

“Ho fatto molti film sui periodi bui (della storia europea). Non voglio che ritornino”.

Verso metà cerimonia è stata richiamata l’attenzione dei 900 ospiti della serata sulle condizioni del regista ucraino Oleg Sentsov che sta scontando una sentenza di 20 anni in prigione in Russia, per essersi opposto all’annessione della Crimea. A nome dell’European Film Academy, Daniel Bruhl ha letto una lettera di supporto al filmmaker

“Oleg non ti dimenticheremo e continueremo a sostenere te e la tua famiglia”.

Inoltre l’Academy ha chiesto al presidente dell’associazione dei filmaker russi, Nikita Mikhalkov, di unirsi alla protesta internazionale per aiutare il regista ucraino.

Ecco l’elenco completo dei vincitori:
Best European Film

Youth

Best European Director

Paolo Sorrentino, Youth

Best European Actor

Michael Caine, Youth

Best European Actress

Charlotte Rampling, 45 Years

Best European Screenwriter

Yorgos Lanthimos and Efthymis Filippou, The Lobster

Best European Documentary

Amy

Best European Animated Feature

Song of the Sea

Best European Comedy

A Pigeon Sat on a Branch Reflecting on Existence

Fipresci Prize – Best European Discovery

Mustang

Best European Short

Picnic

European Achievement In World Cinema (Honorary Award)

Christoph Waltz

Honorary Award Of The Efa President And Board

Michael Caine

Efa Lifetime Achievement Award 2015

Charlotte Rampling

European Co-Production Award 2015

Andrea Occhipinti

Vincitori delle categorie tecniche (precedentemente annunciati)
Best European Cinematographer

Martin Gschlacht, Goodnight Mommy

Best European Editor

Jacek Drosio, Body

Best European Composer

Cat’s Eyes, The Duke of Burgundy

Best European Production Designer

Sylvie Olive, The Brand New Testament

Best European Costume Designer

Sarah Blenkinsop, The Lobster

Best European Sound Designer

Vasco Pimentel and Miguel Martins, Arabian Nights

Vi invitiamo a seguire i nostri canali ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati sulle principali notizie riguardanti il mondo del Cinema.

Fonti THR, variety, deadline foto Clemens Bilan / dpa, Clemensbilan / EPA

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Loki – Uno spot con gli elogi della critica e il video con il cast e gli autori 13 Giugno 2021 - 19:00

Il nuovo spot di Loki include gli elogi della critica, ma c'è anche un video con il cast e gli autori che parlano della serie Marvel.

Jujutsu Kaisen 0 the Movie: Nei cinema giapponesi dal 24 dicembre, nuova visual 13 Giugno 2021 - 18:52

Jujutsu Kaisen 0 the Movie verrà distribuito da Toho nei cinema giapponesi dal 24 dicembre, una nuova visual e prime informazioni sul videogioco RPG mobile Jujutsu Kaisen: Phantom Parade

Thor: Love and Thunder – Chris Hemsworth e Chris Pratt in una nuova foto 13 Giugno 2021 - 18:00

Chris Hemsworth pubblica una foto con Chris Pratt per fare gli auguri a... Chris Evans. I due attori indossano i loro costumi di scena sul set di Thor: Love and Thunder.

Indiana Jones e io: i predatori di una lampada da 25mila lire 12 Giugno 2021 - 9:32

Il radiodramma di Indiana Jones e il Tempio maledetto, Indiana Pipps, la frusta(zione) per aspettare l'Ultima Crociata.

Loki e la cura Lokivico: alla ricerca di un nuovo cuore per l’MCU 10 Giugno 2021 - 10:30

Tom Hiddleston e come trasformare il Loki cattivo del 2012 nel Loki quasi-buono, che amano tutti.

Mortal Kombat, la recensione 30 Maggio 2021 - 14:00

Tamarro, sanguinolento, privo di vergogna nel suo essere un B-movie ad alto budget, ma in fondo divertente: il miglior film che un banda di cosplayer di Mortal Kombat potesse mai girare.