L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Brian Michael Bendis e David Marquez sono il team creativo di Civil War II

Di

Dopo quasi dieci anni dall’uscita del fumetto di Civil War, la miniserie evento della Marvel scritta da Mark Millar e disegnata da Steve McNiven, uscirà il seguito a fumetti Civil War II, creata da Brian Michael Bendis e disegnata da David Marquez.

civil-war-II

In questa nuova versione vedremo Iron Man contro il nuovo Captain America, Sam Wilson (Falcon) che ha preso il posto di Steve Rogers.

L’editor Tom Brevoort che ha lavorato ad entrambe le due serie ha spiegato:

“La parte divertente di Civil War non è stata solamente legata alle problematiche nel dividere gli eroi, ma anche dividere i fan, per non parlare dei creativi. Il tentativo era di creare un conflitto in modo che ogni parte avesse una posizione valida e difendibile, in modo che un lettore potesse essere fondamentalmente d’accordo con una parte o l’altra, con nessuna delle due parti descritta come completamente giusta o sbagliata.
Le questioni questa volta saranno diverse ma useremo per Civil War II lo stesso approccio”.

Bendis ha sottolineato che verranno narrati degli eventi che sconvolgeranno la Terra e dove nessun personaggio sarà al sicuro. Chi morirà?

Il fumetto potrebbe uscire per maggio 2016, in concomitanza all’uscita di Captain America: Civil War. Ecco un nuovo concept art del film.

civil-war-concept-art

Ecco alcune immagini sul dietro le quinte del film Marvel:

E la sinossi del film dei fratelli Russo.

Marvel’s Captain America: Civil War comincia con Steve Rogers alla guida di una nuova squadra di Avengers nel loro sforzo costante di proteggere l’umanità. Ma dopo che un altro incidente con il supergruppo provoca ulteriori danni collaterali, le istituzioni premono perché venga installato un sistema di responsabilità, guidato da un ente governativo per supervisionare e indirizzare la squadra. Il nuovo status quo causa una frattura in seno agli Avengers, che si dividono in due gruppi: uno guidato da Steve Rogers e dal suo desiderio di conservare la libertà degli Avengers per difendere l’umanità senza interferenze del governo, e l’altro capeggiato da Tony Stark dopo la sua sorprendente decisione di appoggiare la supervisione governativa. Preparatevi a scegliere una fazione e unirvi all’azione tambureggiante che si svolgerà su due fronti quando Marvel’s Captain America: Civil War uscirà nelle sale il prossimo maggio.

L’uscita è fissata per il 6 maggio 2016.

//

Fonti marvel, EW

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Star Trek: Prodigy – Il cast e le prime immagini della nuova serie animata 14 Giugno 2021 - 20:46

Paramount+ e Nickelodeon hanno diffuso le prime immagini dei protagonisti di Star Trek: Prodigy, la nuova serie animata creata dagli sceneggiatori di Trollhunters.

The Holdovers: Paul Giamatti e Alexander Payne di nuovo insieme dopo Sideways 14 Giugno 2021 - 20:45

Attore e regista lavoreranno a una commedia ambientata in una scuola secondaria privata del New England durante le Feste natalizie del 1970

Videogame News: Speciale E3 e Summer Game Fest 14 Giugno 2021 - 20:30

Una valanga di novità per gli amanti dei videogiochi direttamente dall'E3 e dalla Summer Game Fest (e non solo): ecco l'appuntamento settimanale con le nostre news!

Indiana Jones e io: i predatori di una lampada da 25mila lire 12 Giugno 2021 - 9:32

Il radiodramma di Indiana Jones e il Tempio maledetto, Indiana Pipps, la frusta(zione) per aspettare l'Ultima Crociata.

Loki e la cura Lokivico: alla ricerca di un nuovo cuore per l’MCU 10 Giugno 2021 - 10:30

Tom Hiddleston e come trasformare il Loki cattivo del 2012 nel Loki quasi-buono, che amano tutti.

Mortal Kombat, la recensione 30 Maggio 2021 - 14:00

Tamarro, sanguinolento, privo di vergogna nel suo essere un B-movie ad alto budget, ma in fondo divertente: il miglior film che un banda di cosplayer di Mortal Kombat potesse mai girare.