L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Will Smith spiega perché ha rifiutato Django Unchained

Will Smith spiega perché ha rifiutato Django Unchained

Di Marlen Vazzoler

Will Smith, Mark Ruffalo, Samuel L. Jackson, Benicio Del Toro, Michael Caine e Joel Edgerton sono stati riuniti dall’Hollywood Reporter in un roundtable per parlare delle loro carriere, della recitazione, dei pregiudizi, dell’odio razziale e molto altro ancora.

Quando la conversazione si è spostata sui ruoli che sono stati stati rifiutati da questi attori, è saltato fuori Django Unchained di Quentin Tarantino. Prima di essere sostituito da Jamie Foxx il ruolo del protagonista era stato legato per molto tempo a Will Smith ma l’attore aveva alla fine declinato il ruolo. L’attore spiega che avrebbe voluto raccontare con quel film la più grande storia d’amore afroamericana.

“Stavo cercando di evitarlo [quell’argomento]. E’ stato per la direzione creativa della storia. Per me, è la storia perfetta che uno può desiderare: un tipo impara a uccidere per recuperare sua moglie che è stato catturata come schiava. Questa idea è perfetta. Ed è stato proprio per questo che Quentin [Tarantino] ed io non eravamo d’accordo. Volevo fare la più grande storia d’amore che gli afroamericani avessero mai visto”.

Samuel L. Jackson ha interrotto dicendo che il film è stato già fatto, si tratta di Love Jones (1997) di Theodore Witcher.

django-unchained-jamie-foxx

“Abbiamo parlato, ci siamo incontrati, ci siamo seduti per ore ed ore. Volevo fare questo film così tanto, ma sentivo che l’unico modo era, doveva essere una storia d’amore, non una storia di vendetta. Non credo nella violenza come reazione alla violenza. Così quando sto guardando a questo sono: ‘No, no, no. Deve essere per l’amore’. Non possiamo guardare a quello che succede a Parigi [gli attentati terroristici] e voler far del male a qualcuno per questo. La violenza genera violenza. Quindi non riuscivo a collegare la violenza come unica risposta. L’amore doveva essere la risposta”.

Ecco dunque il motivo per cui Smith non ha partecipato al film di Tarantino. Django Unchained è un film che ti prende nelle viscere, e la versione di Smith avrebbe cambiato notevolmente la storia, fortunatamente Tarantino non ha ceduto ed ha fatto il film che voleva fare. Però ci piacerebbe poterli vedere assieme in un altro film, anche se le loro idee molto probabilmente saranno nuovamente in contrasto.

Il video completo dell’incontro sarà disponibile su Close Up With The Hollywood Reporter il 17 gennaio 2016 su Sundance TV.

Vedremo prossimamente nelle sale Will Smith nel film Zona D’Ombra, tratto da una storia vera, che uscirà nelle sale italiane il 17 marzo 2016.

Vi invitiamo a seguire i nostri canali ScreenWeek TV per rimanere costantemente aggiornati sulle principali notizie riguardanti il mondo del Cinema.

CLICCATE SULLA SCHEDA SOTTOSTANTE E SUL PULSANTE “SEGUI” PER RIMANERE AGGIORNATI SU WILL SMITH

Fonte THR cover Frazer Harrison/Getty Images North America


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Il produttore Scott Rudin lascia tutti i suoi progetti dopo le accuse di abusi ai dipendenti 20 Aprile 2021 - 21:30

Il mega-produttore, premio Oscar per Non è un paese per vecchi, ha fatto un passo indietro dopo una serie di pesanti accuse

Ted Lasso: la seconda stagione dal 23 luglio su Apple TV+, ecco il trailer! 20 Aprile 2021 - 20:53

Apple TV+ ha diffuso il trailer della seconda stagione di Ted Lasso, la serie sportiva interpretata e creata da Jason Sudeikis.

Cannes 2021: confermati The French Dispatch e Benedetta di Paul Verhoeven 20 Aprile 2021 - 20:45

I nuovi film di Wes Anderson e Paul Verhoeven, già selezionati l'anno scorso, verranno presentati sulla Croisette

Chi è Shang-Chi, il Bruce Lee del Marvel Universe 20 Aprile 2021 - 9:22

Storia di Shang-Chi, un eroe Marvel figlio di Bruce Lee, della TV... e della DC Comics. Eh?

Spider-Man: No Way Home, come fa a tornare il Dottor Octopus di Molina? (Non era morto?) 19 Aprile 2021 - 11:07

Laddove "morto", nei fumetti (e ora per estensione nei film) di super-eroi non vuol dire in effetti nulla di serio.

Il film di Gundam: la seconda (ma in realtà terza, e pure quarta) sortita live action del Mobile Suit Bianco 15 Aprile 2021 - 17:00

Storia breve di come un anime flop è diventato uno dei simboli pop più celebri del Giappone e un'industria pazzesca. E delle paure che un film hollywoodiano ora si porta dietro.