L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Spectre molto bene in Asia, torna Eternal Sunshine of the Spotless Mind

Spectre molto bene in Asia, torna Eternal Sunshine of the Spotless Mind

Di Redazione SW

Oggi diamo un’occhiata ai due botteghini più importanti nella zona est asiatica al di là del Giappone, il passato week end o comunque la scorsa settimana infatti hanno visto il debutto di Spectre in Sud Corea (mercoledì) ed in Cina (venerdi). In quest’ultimo paese il film di Sam Mendes ha portato a casa 48 milioni di dollari in tre giorni, ad un passo da quei 59 che Skyfall aveva incassato durante tutta la permanenza nei teatri cinesi. Tutto sommato abbastanza bene anche il debutto di Spectre in Corea del Sud, dove in 5 giorni nelle sale ha totalizzato circa 8 milioni di dollari posizionandosi al secondo posto dietro al mistery-horror di casa The Priests, film che troviamo anche al box office cinese e precisamente al terzo posto con un totale di 25 milioni di dollari.
Per Spectre ora non resta che aspettare la sua uscita nelle sale dell’arcipelago nipponico che avverrà il prossimo 4 dicembre, come sempre uno degli ultimi paesi ad ospitare film di un certo peso.

eternal-sunshine-of-the-spotless-mind

La sorpresa però arriva proprio dalla Corea dove Eternal Sunshine of the Spotless Mind (in Italia conosciuto con l’orrido titolo Se mi lasci ti cancello) è stato riproiettato nei teatri in occasione del decimo anniversario dalla sua uscita nel paese asiatico. Ebbene, il film diretto da Michel Gondry si è classificato al quarto posto incassando dal giorno del suo debutto, giovedì, fino a domenica, circa 350.000 dollari, non male per un film che risale ad una decade fa e che di certo non può essere catalogato come un lungometraggio di puro intrattenimento adatto alle grandi masse. Una bella sorpresa insomma che ci dice molto della vitalità del mercato coreano e soprattutto dei suoi spettatori e della loro voglia di vedere ed esperire cinema di qualità nelle sale.

Vi invitiamo a seguire i nostri canali ScreenWeek TV e ScreenWeek NEWS per rimanere costantemente aggiornati sulle principali notizie riguardanti il mondo del Cinema.

CLICCATE SULLA SCHEDA SOTTOSTANTE E SUL PULSANTE “SEGUI” PER RIMANERE AGGIORNATI SU SPECTRE

Fonti Odeon, Vue, Empire, Guardian, Sony, firstshowing

(fonte: Variety)

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Annunciate tre nuove produzioni originali del Regno Unito destinate a Disney+ e Star 20 Aprile 2021 - 16:45

Attraverso un comunicato stampa, The Walt Disney Company EMEA ha annunciato la sua prima lista di produzioni originali scripted del Regno Unito per Disney+.

Rebel Ridge: AnnaSophia Robb ed Emory Cohen nel film Netflix di Jeremy Saulnier 20 Aprile 2021 - 16:45

Affiancheranno John Boyega, Don Johnson e James Badge Dale nel thriller ad alta velocità del regista di Hold the Dark

After: la saga si espande, in arrivo un prequel e un sequel 20 Aprile 2021 - 16:00

La saga After, ispirata alle pagine di Anna Todd, si è rivelata una grande successo. Un terzo capitolo è pronto per arrivare nelle sale nel corso del 2021 ma i progetti per il franchise sono decisamente ambiziosi.

Chi è Shang-Chi, il Bruce Lee del Marvel Universe 20 Aprile 2021 - 9:22

Storia di Shang-Chi, un eroe Marvel figlio di Bruce Lee, della TV... e della DC Comics. Eh?

Spider-Man: No Way Home, come fa a tornare il Dottor Octopus di Molina? (Non era morto?) 19 Aprile 2021 - 11:07

Laddove "morto", nei fumetti (e ora per estensione nei film) di super-eroi non vuol dire in effetti nulla di serio.

Il film di Gundam: la seconda (ma in realtà terza, e pure quarta) sortita live action del Mobile Suit Bianco 15 Aprile 2021 - 17:00

Storia breve di come un anime flop è diventato uno dei simboli pop più celebri del Giappone e un'industria pazzesca. E delle paure che un film hollywoodiano ora si porta dietro.