L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Lucca 2015 – Usamaru Furuya ci parla di Sion Sono, dell’arte e delle sue opere

Lucca 2015 – Usamaru Furuya ci parla di Sion Sono, dell’arte e delle sue opere

Di Marlen Vazzoler

Uno dei tanti ospiti di questa edizione di Lucca Comics and Games è stato il mangaka Usamaru Furuya, autore dell’adattamento a fumetti di Jisatsu Circle (Suicide Club) di Sion Sono, Happiness, la raccolta Hikari Club, Il Club Della Luce e di La crociata degli Innocenti pubblicati da RW-Goen, Lo squalificato pubblicato da Panini Comics, e di Genkaku Picasso edito da Star Comics.

Ha seguito un corso di manga per corrispondenza, l’Osamu Tezuka Manga Correspondence Course, ha studiato scultura e figure tridimensionali astratte, e la danza butoh, si è laureato in pittura a olio alla Tama Art University, ed ha lavorato come insegnante di storia dell’arte.

Usamaru-Furuya-01

Ha debuttato nella rivista d’avanguardia Garo, con delle strip comiche raccolte nel volume Palepoli. Da una delle sue opere, il seinen horror, Litchi Hikari Club è stato tratto un film live action, ecco il teaser trailer.

Di seguito potete seguire la conferenza stampa dell’autore.

– Introduzione di Marco Pelitteri
– Un programma televisivo di History Channel sulle Crociate dei ragazzi ha destato il suo interesse su questo argomento.
– La leggenda originale è molto triste, i bambini sono stati venduti. Ha quindi deciso di usare le sue ricerche fatte sugli Shinsengumi per creare 10 anni dopo quella trasmissione, un manga intitolato La crociata degli Innocenti.
– E’ stato molto difficile creare e disegnare una storia sulle crociate, per lui che vive in Giappone, perché limitato nella documentazione.
– Parlando con degli esperti di storia europea ha studiato approfonditamente i Templari, sia a livello storico che leggendario, ed ha potuto disegnare un manga ambientato nel 1200.
– Era un grande fan dell’autore di Lo squalificato, la sua scuola si trovava vicino alla casa dello scrittore e lui ci passava davanti ogni giorno.
– Non ha voluto trasporre il racconto di Dazai Osamu, ma quello che Dazai aveve voluto dire con Lo Squalificato.
– Ho dedicato 100 pagine alla caduta del protagonista, quando comincia a drogarsi, perché volevo disegnare la disfatta di una persona.
– Non voglio concludere nella disperazione le mie storie, per questo ho dato un pizzico di speranza anche in Jisatsu Circle, Hikari Club e La crociata degli innocenti.
– Sion Sono gli ha chiesto di scrivere il manga di Jisatsu Circle per promuovere il manga. All’epoca aveva pochi soldi e faceva di tutto per promuovere le sue opere.
– Era molto difficile da trasporre in manga, così ho tenuto solo la prima scena, e il resto l’ho adattato come volevo io. L’ho dovuto realizzare solamente in un mese.
– Si riconosce nel personaggio con la benda nel manga di Hikari Club, perché rispecchia il maestro ai tempi delle medie quando non aveva coraggio ad approcciare le ragazze.

cast-film

– Quando aveva 25/26 anni, prima di diventare professionista ha proposto una storia su Leonardo Da Vinci. Progetto rifiutato, ma spera un giorno di raccontare la sua vita.
– Un altro artista che ama è Botticelli, di cui ha visto una mostra in Giappone.
– Insegna arte contemporanea, ama anche la tecnica del tedesco Gerhard Richter che disegna sia arte astratta che concreta.
– In Giappone pochissime persone riescono a vivere lavorando solo nel campo dell’arte.
– Recentemente degli artisti sono stati influenzati dai manga, forse si tratta di un nuovo modo di concepire l’arte in Giappone.
– Il manga fa parte della vita dei giapponesi, invece l’arte la seguono solo pochi appassionati.
– Penso che i manga, tra cui i miei, non rimarranno cent’anni dopo, perché è il destino delle opere commerciali. Mentre rimarrà il valore delle tavole originali, cent’anni dopo.
– Adesso uso sia l’analogico che il digitale per fare le mie opere, ma per la mia prima storia Palepoli, ho usato solo il pennino, e per questo penso che abbia più valore delle altre opere.
– Ha iniziato a disegnare manga a 9 anni, ispirandosi a Osamu Tesuka. A 4/5 anni disegnavo sulle pareti di casa, ma me l’hanno proibito. Mi sono potuto rifare con le cartoline che si mandano per l’anno nuovo, disegnandone un centinaio ogni anno.
– Mi piacerebbe tornare alle origini, a dipingere dei quadri con la tecnica ad olio.
– Visto che molti manga si stanno spostando sul digitale, in futuro potremmo trovarci davanti a qualcosa come iTunes. Questa tendenza forse non potrà essere fermata.
– Mi interessa di più il lavoro manuale, quindi forse tra 5/10 anni rimarrò nel mio studio a dipingere.
– Mi piacerebbe scrivere un manga sul circo.
– Quando rimango affascinato da un argomento, prima creo i personaggi, che si scontrano tra loro, creando così la storia.
– Mi affascina la decadenza, forse per questo le mie opere parlano spesso di questi argomenti.
– Sono stato profondamente influenzato dalla teoria della fine del mondo di Nostradamus nel 1999.
– Furuya parla dell’originalità e delle influenze dei manga e dell’arte sulle sue opere.
– Per la crociata dei ragazzi si è servito delle bambole dolfie per creare i personaggi dei ragazzi, riprendendo il teatro delle bambole.
– Influenzato da Osamu Tezuka, Hisashi Eguchi, Hideo Azuma. Alle superiori gli piaceva molto Suehiro Maruo.

Usamaru-Furuya-02

Lucca 2015 – Mamoru Oshii parla dei compromessi necessari per girare Garm Wars – L’ultimo Druido

Lucca 2015 – Tsutomu Nihei ci mostra in esclusiva un concept art della serie animata di Blame

Vi ricordiamo la nostra rubrica HIT MANIA TRAILER, riguardante i migliori trailer del 2015 e realizzata in collaborazione con Cool And The Game. Vi invitiamo a seguire i nostri canali ScreenWeek TV e ScreenWeek NEWS per rimanere costantemente aggiornati sulle principali notizie riguardanti il mondo del Cinema.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Mortal Kombat: guarda i primi sette minuti del film! 20 Aprile 2021 - 19:50

Il film, prodotto da James Wan, arriverà nelle sale americane e su HBO Max il 23 aprile

Persuasion: Dakota Johnson nell’adattamento di Jane Austen per Netflix 20 Aprile 2021 - 19:40

Diretto dall'esordiente Carrie Cracknell, il film trasporterà le vicende del romanzo ai giorni nostri

Friends: anche Justin Bieber ha partecipato alla reunion 20 Aprile 2021 - 19:00

Ci sarà anche Justin Bieber nello speciale HBO Max che riunirà il cast di Friends.

Chi è Shang-Chi, il Bruce Lee del Marvel Universe 20 Aprile 2021 - 9:22

Storia di Shang-Chi, un eroe Marvel figlio di Bruce Lee, della TV... e della DC Comics. Eh?

Spider-Man: No Way Home, come fa a tornare il Dottor Octopus di Molina? (Non era morto?) 19 Aprile 2021 - 11:07

Laddove "morto", nei fumetti (e ora per estensione nei film) di super-eroi non vuol dire in effetti nulla di serio.

Il film di Gundam: la seconda (ma in realtà terza, e pure quarta) sortita live action del Mobile Suit Bianco 15 Aprile 2021 - 17:00

Storia breve di come un anime flop è diventato uno dei simboli pop più celebri del Giappone e un'industria pazzesca. E delle paure che un film hollywoodiano ora si porta dietro.