L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Zootropolis – La nostra videointervista al produttore Clark Spencer!

Zootropolis – La nostra videointervista al produttore Clark Spencer!

Di Lorenzo Pedrazzi

Cliccate qui per vedere il teaser trailer italiano di Zootropolis!

Zootropolis, 55° lungometraggio animato della Disney, parte da una domanda intrigante e fantasiosa: come sarebbe il mondo se gli esseri umani non fossero mai esistiti, e gli animali si fossero evoluti in una società civilizzata al posto nostro?

Zootropolis è quindi ambientato in una realtà alternativa dove gli esseri umani non esistono, ma gli animali sono antropomorfi, e questo si riflette sia sulla loro postura (eretta) sia sullo stile di vita: si vestono, vanno al lavoro, guidano le auto, leggono il giornale, ecc. I mammiferi vivono in una grande metropoli (“Zootropolis”, per l’appunto) che soddisfa le esigenze di tutte le specie, ed è suddivisa in tante “sotto-città”: c’è il quartiere dedicato agli animali della tundra, quello per gli animali della savana, quello per gli animali delle foreste pluviali, e così via; c’è persino un micro-quartiere dedicato ai topolini, una vera e propria città in miniatura con piccole strade, piccoli palazzi e piccole automobili. In questo contesto si muove la coniglietta Judy Hopps (Ginnifer Goodwin), prima nella sua specie a ottenere il distintivo di poliziotta nel dipartimento di Zootropolis. Judy è piena di buone intenzioni, ed è convinta che gli stereotipi sociali siano soltanto una marea di falsità: chiunque può diventare ciò che vuole, indipendentemente dalla specie cui appartiene. A farle da contraltare c’è la volpe Nick Wilde (Jason Bateman), astuto truffatore che affronta la vita con disincanto e crede che ognuno abbia un ruolo sociale prestabilito, poiché questa è la natura di ogni animale. Judy e Nick si ritroveranno coinvolti nella scomparsa di una lontra che metterà a nudo un misterioso complotto, e dovranno affrontare insieme una grande quantità di pericoli.

Ebbene, a Milano abbiamo incontrato il produttore Clark Spencer, veterano dei Walt Disney Animation Studios, noto per aver prodotto Lilo & Stitch, I Robinson, Bolt e Ralph Spaccatutto: lo abbiamo intervistato per farci raccontare più nel dettaglio la genesi e le caratteristiche del film, e qui di seguito troverete il video della nostra chiacchierata.

Inoltre, Spencer ci ha introdotti nel mondo di Zootropolis mostrandoci alcune sequenze non ancora complete, ma già utili per comprendere le potenzialità del film (diretto a sei mani da Byron Howard, Rich Moore e Jared Bush). Ciò che salta immediatamente all’occhio – a partire dalla scena in cui Judy attraversa Zootropolis a bordo di un treno – è lo spettacolare concept design della città, ricco di idee brillanti e suggestive: ogni quartiere è caratterizzato dal suo “habitat” (neve, deserto, foresta…), e il risultato è molto simile a un’utopia fantascientifica, dove civiltà e natura convivono armoniosamente. I dettagli sono molto curati e fantasiosi, soprattutto quando si concentrano sulla convivenza delle diverse specie: è una città dove vivono tutti i mammiferi, dall’elefante al topolino, quindi i servizi sono adeguati per ogni esigenza e dimensione. Le edicole si sviluppano su vari livelli, i vagoni hanno sportelli di diverse misure, i letti degli hotel celano giacigli minuscoli per accogliere anche gli ospiti più piccini. Inoltre, alcuni celebri marchi sono stati trasfigurati in versione ferina, e quindi potrete notare i cartelloni pubblicitari che reclamizzano Bearberry e Preyda, o la rivista Vanity Fur.

zootopia

Ma, oltre al concept design, quello che sembra funzionare molto bene è l’umorismo: le gag sono molto divertenti, proprio perché attingono alla particolarità di questo mondo. Ad esempio, abbiamo visto una scena ambientata dentro la gelateria degli elefanti, dove ogni porzione è ovviamente colossale: Nick inganna Judy e si fa comprare un enorme ghiacciolo, fingendo che sia per suo figlio, poi lo scioglie e lo rivende agli impiegati della Lemmings Brothers (!) in forma di sorbetti. Memorabile – e potenzialmente cult – è però la sequenza in cui Nick e Judy si recano alla motorizzazione per risalire al proprietario di una targa, e tutti gli impiegati sono bradipi, con notevolissimi effetti comici legati alla loro proverbiale lentezza. C’è però spazio anche per le citazioni: i due protagonisti, a un certo punto della storia, si trovano al cospetto del pericolosissimo Mr. Big, il più grande boss criminale della città, caratterizzato come il Marlon Brando de Il Padrino (battute comprese) e spalleggiato da giganteschi orsi polari in tuta di acetato.

Le premesse sono ottime, e il tasso di creatività si annuncia molto alto: appuntamento al 25 febbraio 2016 per esplorare le strade di Zootropolis!

CLICCATE SULLA SCHEDA SOTTOSTANTE PER RICEVERE GLI AGGIORNAMENTI DI ZOOTROPOLIS!


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Star Wars: Galactic Starcruiser, un’esperienza unica al mondo dal 2022 a Walt Disney World 4 Agosto 2021 - 21:30

Due giorni e due notti a bordo di un'astronave da crociera, un'esperienza immersiva come mai prima d'ora per i fan di Star Wars

Annette: il trailer del musical di Leos Carax con Adam Driver e Marion Cotillard 4 Agosto 2021 - 20:45

Il film uscirà in USA su Amazon Prime Video, mentre arriverà in Italia al cinema da I Wonder Pictures, Koch Media e Wise Pictures il 20 agosto

Wednesday: Eva Green sarà Morticia Addams nella serie Netflix di Tim Burton? 4 Agosto 2021 - 20:00

La serie su Mercoledì de La famiglia Addams sarà anche interpretata da Jenna Ortega

Turner e il casinaro contro Fonzie 23 Luglio 2021 - 15:39

Quella volta che Henry Winkler preferì il casinaro, cioè il cane, a Tom Hanks...

Masters of the Universe: Revelation, la recensione 23 Luglio 2021 - 9:14

I Masters of the Universe, i Dominatori dell'Universo, sono tornati. Con una nuova serie animata destinata a spaccare in due la fanbase.

Trainspotting: il film di Danny Boyle, 25 anni dopo 20 Luglio 2021 - 9:27

Cosa ci resta dell'esplosiva black comedy di Danny Boyle, un quarto di secolo dopo.