L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
One Piece Pirate Warriors 3: La Recensione per PS4

One Piece Pirate Warriors 3: La Recensione per PS4

Di Fabrizio Tropeano

286c9bf1e95139933506d9b67abc39c5

Sono passati due anni dall’uscita di One Piece Pirate Warriors 2 ed ecco che abbiamo tra le mani già il terzo capitolo della (sotto) serie dal maestro Eiichiro Oda che ha riscosso un enorme successo tra manga ed anime. Ora One Piece proprio con questo titolo fa il suo debutto su Playstation 4 e noi siamo pronti a svelarvi le caratteristiche, i pregi ma anche i difetti della produzione Bandai Namco.

La prima grande differenza che possiamo trovare con il suo predecessore riguarda la trama. In OPPW2 si era pensato di confezionare una storia del tipo “what if”, sotto la sapiente supervisione di Oda, in modo tale da evitare snaturamenti di sorta, rischio sempre presente dietro l’angolo. Questa volta invece per la modalità principale si è preferito rimanere fedeli al manga tanto che potremo rivivere tutte le fasi salienti della storia, dal suo inizio nel villaggio di Fooshia, da cui Rufy parte alla volta della Rotta Maggiore per inseguire il suo sogno di diventare il Re dei Pirati.

one-piece-pirate-warriors-3_2014_12-19-14_004_jpg_640x360_upscale_q85

Da segnalare però le variazioni sul tema rappresentate dalla modalità Sogno con nuovamente una versione alternativa della trama e quella libera in cui si potrà combattere senza pensare all’evolversi della trama. La modalità principale (che richiede intorno alle 20 ore per poter essere completata) potrà essere giocata in compagnia di un amico anche on line mentre le altre propongono il multiplayer solo in locale.

Per chi non lo sapesse, il genere di appartenenza di One Piece Pirate Warriors 3 così come dei suoi predecessori, è quello del musou e la cosa non sorprende visto che dietro il gioco c’è proprio il team che ha creato questo particolare genere, ovvero Tecmo Koei. In sostanza dovrete esplorare livelli piuttosto lineari pieni zeppi di nemici da affrontare tra “smash button” e micidiali combo da effettuare per non cadere sotto i colpi dei nemici in evidente superiorità numerica.

One-Piece-Pirate-Warriors-3_2015_02-02-15_006

Il risultato finale, se pur non innovativo, è fondamentalmente positivo, grazie anche ad un sistema di combattimento riuscito che vanta tra l’altro un parco mosse molto ampio che va a pescare nel colorato mondo di Oda, per la felicità dei tanti fan. Da segnalare, tra le features inedite, il Kizuna Rush che consente d’invocare un massimo di quattro personaggi per eseguire attacchi in combinazione.

Le aree di gioco sono piuttosto vaste e dovete come al solito far fuori una quantità spropositata di nemici, fino all’inevitabile scontro col boss di fine livello. Per rendere però il tutto più divertente, durante i combattimenti vi vengono assegnati degli obiettivi che mano a mano si aggiornano, con lo scopo di rendere l’azione più guidata e di dare quindi un senso agli scontri.

One-Piece-Pirate-Warriors-3_2015_02-02-15_009

Un’altra cosa che rende questo titolo meritevole di acquisto da parte di chi segue fedelmente le gesta di Rufy e compagni è l’inserimento di un cast ricco e variegato, il più completo che abbiamo mai visto in un gioco di One Piece e che include, tra gli altri, Fujitora, Trafalgar Law e il fratello adottivo di Rufy, Sabo.

Dal punto di vista tecnico One Piece Pirate Warriors 3 si presenta con una veste piuttosto gradevole e mostra evidenti passi avanti rispetto al suo predecessore anche grazie al passaggio generazionale. Tutti i personaggi principali sono realizzati con cura tanto nello fattezze quanto nelle variegate animazioni, le texture sono più che buone ed anche gli effetti luce convincono più che in passato senza dimenticare il numero veramente impressionante di personaggi su schermo. Pollice verso invece per gli ambienti, troppo spogli e approssimativi, somigliano più a grandi arene che a veri e propri livelli.

Discreto il sonoro, che si fregia di un doppiaggio giapponese di buon livello (con sottotitoli in italiano) e di musiche orecchiabili perfettamente in sincronia con l’azione su schermo.

Con One Piece Pirate Warriors 3 Tecmo Koei e Bandai Namci ci propongono dunque un musou duro e crudo, assolutamente soddisfacente, grazie anche un ottimo sistema di combattimento, vario e che va a pescare a piene mani dal parco mosso dell’universo creato da Oda ed il cast di personaggi è quanto di più completo ci sia mai capitato di trovare in un gioco di One Piece. Insomma, ogni fan di Rufy e compagni troverà pane per i propri denti, a patto che ovviamente abbia un minimo di empatia con il genere videoludico di appartenenza.

VOTO: 8

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 30 aprile, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Them – La serie Amazon conquista Stephen King: “Mi ha spaventato a morte” 11 Aprile 2021 - 20:00

La serie horror Them ha da qualche giorno fatto il suo debutto su Amazon Prime Video e ha già trovato un fan che non passa certo inosservato: sua maestà Stephen King.

Spider-Man: No Way Home – Un riferimento a Cap nelle nuove foto dal set 11 Aprile 2021 - 19:00

Due foto dal set di Spider-Man: No Way Home contengono un riferimento alla Statua della Libertà e allo scudo di Capitan America.

Creed 3: Michael B. Jordan spiega perché non ci sarà Sylvester Stallone 11 Aprile 2021 - 18:00

Come sappiamo, in Creed III, il prossimo capitolo della saga che sarà diretto e interpretato da Michael B. Jordan, non tornerà Rocky Balboa. Ecco il motivo.

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.

Jupiter’s Legacy: chi sono i nuovi super-eroi di Netflix (e perché siete già fan del Millarworld, anche se non lo sapete) 8 Aprile 2021 - 11:29

Le origini di Jupiter's Legacy, i nuovi super-eroi in arrivo su Netflix, e l'importanza per il mondo del fumetto di quel signore chiamato Mark Millar.

Black Widow: chi è Taskmaster? 6 Aprile 2021 - 16:02

La storia di Taskmaster, il villain dalla memoria fotografica che ha sbagliato mestiere.