Condividi su

26 settembre 2015 • 16:00 • Scritto da Redazione SW

Nuovo film per Miyazaki Goro, Boro the Caterpillar in CG e altri rumors sullo Studio Ghibli

Un parco a Okinawa, il cortometraggio in CG Boro the Caterpillar, Takahata alle proteste anti-Abe e un nuovo lungometraggio per Miyazaki figlio. Anche in stato di sospensione lo Studio Ghibli continua a far parlare di sé.
0

Sembra proprio che non si possa non parlarne, anche se di fatto lo Studio Ghibli è per il momento inattivo, notizie e vari rumors su Miyazaki Hayao, suo figlio Goro e Takahata Isao continuano a fioccare sui giornali e siti giapponesi. Vediamo un po’ di fare il punto. Come si diceva un po’ di tempo fa Miyazaki sta preparando un cortometraggio in CG, il cui titolo provvisorio dovrebbe essere Boro the Caterpillar (Il bruco Boro) da una vecchia idea dello stesso regista. La novità è che ora si sa che a collaborare con Miyazaki per l’aspetto della computer graphic, in fondo lui ha sempre solo disegnato in 2D, al suo fianco ci sarà Sakuragi Yuhei, animatore dietro alla computer grapphic dell’ottimo The Case of Hana and Alice di Iwai Shunji, non è quindi chiaro come sembrava all’inizio se il corto sarà tutto in CG o meno. 
Sempre lo stesso Miyazaki, la notizia è di un mesetto fa, progetterà a sue spese un parco nell’isola principale di Okinawa, zona che ha molto a cuore e che ritiene fondamentale per gli equilibri geopolitici dell’Asia estremo orientale (ne abbiamo scritto qui).

 
Intanto il figlio Miyazaki Goro ha rivelato che sta lavorando, ancora in fase di progettazione, ad un nuovo lungometraggio, prodotto presumibilmente fuori dallo Studio Ghibli così come accaduto per la serie Ronja, the Robber’s Daughter uscita lo scorso anno sull’emittente nazionale NHK. Ricordiamo che dovesse materializzarsi, questo sarebbe il terzo film del giovane Miyazaki dopo il debutto non del tutto convincente con I racconti de Terramare e il ben più riuscito La collina dei papaveri. Per quanto riguarda Takahata Isao, recentemente il regista è stato visto spesse volte alle manifestazioni di protesta contro l’approvazione del pacchetto di leggi che danno il via libera ad un maggior impegno militare del Giappone all’estero, quasi ottant’anni e non sentirli. 
Un’ultima nota per dire che Nishimura Yoshiaki, il giovane produttore dietro a Quando c’era Marnie, giovane per gli standard Ghibli (37 anni),  durante il Pia Film Festival, manifestazione dedicata al film indipendente, ha dichiarato:

faremo un’animazione, io sono ancora parte dello Studio Ghibli, ne riparlerò il prossimo anno

Parole sibilline che possono voler dire niente e tutto, solo una volontà o c’è un progetto? lungometraggio, corto?  non si sa bene, non ci resta che attendere.

(fonte: Tomatolise )

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *