L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Kristen Stewart e Nicholas Hoult al Festival di Venezia 2015: Foto!

Di

Kristen Stewart e Nicholas Hoult vivono in un futuro senza sentimenti in Equals, il film che hanno presentato al Festival di Venezia 2015.

Kristen Stewart venezia

Doveva essere il giorno dell’incontro imbarazzante tra Kristen Stewart e Robert Pattinson al Festival di Venezia 2015, ma dopo il benservito dell’attore britannico, tutte le attenzioni sono state su di lei e il suo nuovo film Equals.

L’attrice, accompagnata dal collega (ed ex di Jennifer Lawrence) Nicholas Hoult, ha presentato al Lido un film ambientato in un futuro distopico dove tutti i sentimenti, compreso l’amore, sono considerati illegali.

Kristen-Stewart-Nicholas-Hoult

“È fantastico”, ha racconta Kristen, “trovare qualcosa più grande di se stessi da valere un sacrificio.  Senza amore, vagabondiamo vuoti. Recitare la parte degli anestetizzati “senza dubbi, tutti uguali”, è stato avvicinarsi a morire: era doloroso, e invece bisognava esprimere che non lo fosse, perché si era il nulla. Mi ripetevo, nel bianco algido: “Quando poi tornano i colori, devi fare uscire il cuore, devi fare uscire il cuore”.

Sinossi:

Equals racconta la storia di Silas (Nicholas Hoult): un ragazzo che vive in una cosietà del futuro chiamata The Collective. Gli abitanti di questo mondo moderno sono una nuova razza umana nota come ‘Equals’. Gli Equals sono pacifici, calmi, imparziali e la vita nel loro mondo di The Collective è perfetta; non c’è avidità, non c’è povertà, non c’è violenza, ma non c’è neanche emozione. L’equilibrio perfetto di quell’universo viene però messo in crisi da una nuova malattia: la SOS, Switched-On-Syndrome. Questo virus sta riattivando negli Equals tutto ciò che loro non avevano: depressione, sensibilità, paura amore. Ecco perché una volta che uno degli Equals è stato colpito dalla SOS viene mandato a vivere nel The Den, e da lì non fa più ritorno.

Quando Silas viene infettato viene emerginato, però c’è una persona che sembra capire la sua situazione: Nia (Kristen Stewart). Questa ragazza ha dei sentimenti ma sembra come capace di nasconderli: passando del tempo insieme, i due scoprono una connessione speciale tra loro che presto li travolgerà. Per la prima volta in vita loro saranno innamorati ma l’unico modo per far vivere il loro amore sarà scappare.

kristenstewart-equals-copertina

Leggi qui la recensione in anteprima del film!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Black Widow – Nuovi poster per il cinecomic con Scarlet Johansson 12 Giugno 2021 - 21:00

Sono disponibili quattro suggestivi poster di Black Widow targati RealD 3D, Dolby Cinema, Screen X e IMAX. Inoltre, Cate Shortland parla dei riferimenti per il film.

It’a A Sin – Recensione della imperdibile serie LGBTQIA+ inglese divenuta già un cult 12 Giugno 2021 - 20:00

It's a Sin stupisce continuamente e rende di nuovo attuale una pagina di storia troppo raramente ricordata: ecco la nostra recensione della imperdibile (non solo per gli appartenenti al mondo LGBT+) serie inglese!

Loki – Una featurette dedicata al personaggio di Gugu Mbatha-Raw 12 Giugno 2021 - 19:00

La giudice Ravonna Renslayer di Gugu Mbatha-Raw è al centro di una nuova featurette di Loki, i cui episodi escono ogni mercoledì su Disney+.

Indiana Jones e io: i predatori di una lampada da 25mila lire 12 Giugno 2021 - 9:32

Il radiodramma di Indiana Jones e il Tempio maledetto, Indiana Pipps, la frusta(zione) per aspettare l'Ultima Crociata.

Loki e la cura Lokivico: alla ricerca di un nuovo cuore per l’MCU 10 Giugno 2021 - 10:30

Tom Hiddleston e come trasformare il Loki cattivo del 2012 nel Loki quasi-buono, che amano tutti.

Mortal Kombat, la recensione 30 Maggio 2021 - 14:00

Tamarro, sanguinolento, privo di vergogna nel suo essere un B-movie ad alto budget, ma in fondo divertente: il miglior film che un banda di cosplayer di Mortal Kombat potesse mai girare.