L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Forza Motorsport 6: La Recensione per Xbox One

Di Fabrizio Tropeano

forza-1980x1080

C’è stato un tempo in cui, su console, i giochi di guida erano il genere perfetto per valutare le specifiche hardware sul quale giravano, specialmente in fase di lancio della console, quasi come un vero e proprio benchmark tecnico.

Basta tornare indietro agli albori dei 32 bit per rendersi conto di come il successo di una console era pesantemente influenzato dal gioco di guida che l’accompagnava; basta pensare al sense of wonder dato da Ridge Racer sulla prima Playstation, o dalle pesanti critiche mosse al Saturn e al suo Daytona USA colmo di problemi tecnici. Lo stesso Xbox 360 si era presentato al mondo con un Project Gotham Racing 3 nuovo fiammante, sgargiante nel suo vestito in HD che era stato un più che buono biglietto da visita per la console.

8 anni dopo, Microsoft presentava la sua nuova console, Xbox One, proponendo come titolo di lancio il nuovo episodio della serie di racing che più aveva caratterizzato la passata generazione: Forza Motorsport 5. Scelta azzeccatissima perchè fu tra i giochi che maggiormente dava l’impressione di potenza, di girare su una console realmente next gen. Qualche limite però il titolo l’aveva ed ora, a distanza di altri due anni, Turn 10 lancia FM6 dopo aver ascoltato attentamente le richieste della community proponendoci un’esperienza di gioco (quasi) perfetta.

Il primo impatto visivo è notevole per pulizia, fluidità, profondità di campo e dettagli, senza dimenticare i 60 frames fissi e stabili, il tutto a 1080p per una sensazione di assoluto splendore. Il feeling è subito confermati alla prima curva, dove emerge il supporto del rumble sui trigger del pad. Sembra un particolare ma riesce a dare molta immersività poter sentire le vibrazioni ad ogni frenata, scalata o accelerata improvvisa, dando un senso nuovo all’utilizzo di un pad in un gioco di guida.

Impressionante il comparto audio, soprattutto se giocato in cuffia, consente al giocatore un coinvolgimento notevole, soprattutto giocando con la visuale dall’abitacolo.

Forza02

Sul fronte ludico in senso stretto, il gioco è sempre più simulativo (se pur sia presente il rewind, ovvero la possibilità di tornare indietro nel tempo di qualche secondo, che di realistico ovviamente non ha nulla…) grazie alla nuova fisica oltre ad avere un buon numero di rivali in pista (24) che tramite il cloud, i cosiddetti Drivatar, avranno una intelligenza artificiale veramente incredibile tanto da poter essere (quasi) considerata alla stregua di un essere umano. Ovviamente poi se vorrete ci sono ad aspettarvi piloti reali nelle tante possibilità di gioco on line che si sommano alla modalità carriera single player e alla presenza dello split screen in locale.

Questo nuovo capitolo, a differenza del suo predecessore, offre finalmente la possibilità di giocare sotto la pioggia con tutte le modifiche al modello di guida che si dovranno compiere. Introdotte anche le gare notturne con tutto il loro fascino ma purtroppo tali innovazioni, per quanto affascinanti e convincenti, sono relativamente limitate visto che soltanto alcuni circuiti potranno essere giocati sotto la pioggia e non è presente il tempo dinamico che invece può vantare il rivale principale di FM, ovvero Driveclub per Playstation 4.

Eccellente scelta invece quella di smarcarsi dalle microtransazioni presenti in FM5 che lasciano spazio ad un sistema di crediti da acquisire durante le nostre competizioni e che ci permetteranno di acquistare nuovi veicoli e/o modificare quelli già presenti nel nostro garage. Da un punto di vista del “tuning”, Forza Motorsport 6 al momento non ha rivali e immaginiamo già quanto sarà ampia la mole di contenuti che la community si scambierà on line.

In conclusione Forza Motorsport 6 ha quasi tutto per essere il testimonial ideale di Xbox One: una realizzazione tecnica stratosferica, un gameplay simulativo e coinvolgente al punto giusto, intelligenza artificiale fuori parametro rispetto a quanto provato fino ad oggi, parco macchine immenso (450 bolidi disponibili al day one), tuning stratosferico, numero adeguato di circuiti e tantissime modalità di gioco. Peccato per qualche limite nell’introduzione della pioggia e della possibilità di giocare in notturna ma si tratta dell’unico neo all’interno di una produzione da consigliare senza esitazioni a chi ama i videogames ad alta velocità.

VOTO: 9

 


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Blacula: in arrivo il reboot della saga horror Blaxploitation 18 Giugno 2021 - 21:30

Il cult di William Crain tornerà in vita in una versione moderna, ambientata in una metropoli dopo la pandemia di Covid

The Witcher: Henry Cavill in un nuovo teaser della stagione 2 18 Giugno 2021 - 21:07

Henry Cavill ha condiviso su Instagram un nuovo assaggio della seconda stagione di The Witcher.

Julia Stiles debutterà alla regia con Wish You Were Here 18 Giugno 2021 - 20:45

La star della saga di Bourne e di Save the Last Dance e 10 cose che odio di te dirigerà a partire da un romanzo di Renée Carlino

800 eroi e il successo delle Termopili cinesi 18 Giugno 2021 - 10:00

800 eroi, il film di guerra che racconta una fase particolarmente sanguinosa - e surreale - della battaglia di Shanghai. La morte per una speranza, in mezzo agli stranieri che fanno da pubblico.

Loki: ma quindi chi è la Variante e perché è così importante? 17 Giugno 2021 - 17:01

Chi è realmente il personaggio che appare nel secondo episodio di Loki? (Spoiler alert, ovvio)

Luca, la recensione (senza spoiler) del nuovo film Pixar 16 Giugno 2021 - 18:00

Luca e la vacanza di Pixar in Italia: un'estate al mare, in compagnia di amici, nemici e di una grande speranza per tutti.