L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Descendants – Il nostro incontro con Carola Campagna!

Di

Si dice che “una mela non cade mai lontano dall’albero”, e questo è sicuramente vero per i più grandi cattivi della Disney: in Descendants, il nuovo film originale targato Disney Channel, conosceremo infatti i figli di Malefica, Crudelia De Mon, Jafar e Regina Cattiva, quattro adolescenti che dovranno scegliere se percorrere la strada malvagia dei loro genitori o il sentiero luminoso del bene, mentre frequentano la scuola di Auradon insieme ai discendenti degli eroi Disney.

carolacampagna-copertina

Il film debutterà in Italia il prossimo 3 ottobre su Disney Channel (disponibile su Sky e Mediaset Premium) alle ore 14.00, e sarà accompagnato dall’uscita di libri, app, figurine Panini, un CD musicale e alcuni corti animati, questi ultimi disponibili a partire da novembre. Qui di seguito potrete leggere la sinossi ufficiale:

Nel magico regno di Auradon, il principe Ben, figlio di Re Bestia e Regina Belle, si sta preparando a salire sul trono. In base al suo primo proclama ufficiale, i figli degli abitanti dell’Isola dei Perduti, dimora dei più famigerati cattivi, dovranno avere l’opportunità di vivere ad Auradon. Mal, Evie, Carlos e Jay escono dai confini dell’isola-prigione per la prima volta nella loro vita. Seguiranno le malvagie orme dei loro genitori o sceglieranno il bene e salveranno il regno?

Descendants ha avuto un grande successo negli Stati Uniti, dove la premiere ha registrato 6,5 milioni di spettatori, mentre in Australia si è imposto addirittura come il film più visto degli ultimi 5 anni. D’altra parte, il regista è uno che di successi Disney se ne intende: Kenny Ortega ha infatti diretto tutti i capitoli di High School Musical, curandone inoltre le coreografie, e lo stesso discorso vale anche per Descendants. Pur non trattandosi di un vero e proprio musical, questo fantasy è ricco di momenti canori e danzerini, con ben 9 brani musicali che spaziano tra generi molto diversi (rock, dance, pop… ma c’è persino una cover moderna di Be Our Guest, nota in italiano come Stia con noi, tratta da La Bella e la Bestia).

descendants-foto-di-gruppo

Come da tradizione Disney, una canzone è stata localizzata per il mercato italiano: la diciottenne Carola Campagna, talentuosa finalista del team J-Ax a The Voice of Italy 2015, ha infatti cantato Se solo, versione italiana di If Only, il brano intonato da Mal (Dove Cameron) nel corso del film. Ebbene, oggi abbiamo incontrato Carola durante la presentazione ufficiale di Descendants, e abbiamo chiacchierato con lei delle sue passioni Disney, dei suoi sogni e di ciò che l’attrae in questo nuovo film. La giovanissima cantante ci ha rivelato anzitutto di essere cresciuta con i programmi Disney Channel, soprattutto Zack e Cody, I maghi di Waverly e Quelli dell’intervallo, ma noi le abbiamo chiesto di raccontarci quali sono i classici Disney che hanno segnato la sua infanzia:

«Ho proprio delle storielle legate ai film Disney che guardavo da piccola! Beh, il film che guardavo continuamente era Cenerentola: quando avevo sei o sette anni, vendevano dei set con la coroncina, il velo, gli anelli, le collane e pure le scarpe. Io li prendevo e giocavo a fare la principessa. Mi mettevo la mia coroncina… ero piena di corone da piccola! Con l’esperienza a The Voice ho avuto qualche problema con le corone, ma fa niente [ride]. Quindi Cenerentola era proprio il personaggio per eccellenza, poi però ho immagazzinato alla perfezione Tarzan, nel senso che io mi arrampicavo sui mobili da piccola… camminavo proprio come Tarzan, andavo in giro a quattro zampe, sulle nocche delle mani, e mi divertivo a fare Tarzan, a fare i versi delle scimmie. Biancaneve invece mi spaventava tantissimo, eppure lo guardavo… secondo me ho riportato qualche trauma nel corso degli anni [ride]. Però sì, amavo tutte le principesse del mondo Disney, e di recente Frozen è diventato tassativo. L’ho cantato pure al primo live, quindi mi ha portato fortuna.»

_DSC4022

Carola ha apprezzato molto Descendants, soprattutto perché ha notato alcune analogie con i suoi ricordi delle medie, quando i compagni si dividevano tra bulli e vittime. Naturalmente, ci sono alcuni personaggi che preferisce:

«Ce ne sono due che mi piacciono: Malefica, perché è divertente nel suo ruolo e lo interpreta veramente bene, mi è piaciuta tantissimo; e poi sua figlia Mal. Mi è piaciuto soprattutto il suo percorso di crescita nel corso della storia, perché comincia come “cattiva” e poi affronta un cambiamento radicale in cui scopre di avere anche lei un lato buono. Questi sono i personaggi che mi sono piaciuti di più.»

Lei stessa ha vissuto esperienze difficili, a scuola, soprattutto quando alcuni compagni la deridevano per i suoi sogni canori:

«Non volevo più andare a scuola, piangevo tanto, non mi accettavo, non mi piacevo. Ho avuto due anni davvero difficili, e poi i miei compagni di classe alle medie mi prendevano in giro proprio perché cantavo… cioè, mi prendevano in giro proprio per la musica. Invece è stata proprio la musica a tirarmi su il morale e farmi capire che era quello che volevo dalla vita. Se devo dare un consiglio, è che all’inizio, sì, sembra la fine del mondo, una tragedia… però se credi in qualcosa di solido e di saldo a cui ti puoi ancorare, puoi tornare a galla e spiccare il volo. Quindi non bisogna abbattersi più di tanto e credere tanto in se stessi: quella è la cosa fondamentale, avere tanta autostima.»

_DSC3867

Ora che ha raggiunto il successo, Carola ha un’idea molto precisa del suo futuro:

«Lo vedo come una pianta di rose, un continuo fiorire. Rose nuove, sempre più colorate, con i petali sempre più vivi. A me piacerebbe tanto che il mio futuro continuasse proprio come sta andando adesso, quindi musica, musica, musica. Se qualcuno mi chiedesse come mi immagino tra dieci anni, allora io comincerei a sognare e direi che tra dieci anni i miei obiettivi sono i Grammy, San Siro, l’Arena di Verona e il Madison Square Garden: sono quattro, ce li annotiamo e vediamo se entro dieci anni riusciamo a raggiungere questi quattro obiettivi [ride].»

Carola ci ha inoltre confidato che non le dispiacerebbe diventare un’artista Disney, anche perché questo le permetterebbe di seguire le orme di Demi Lovato, uno dei suoi principali modelli in fatto di musica, sia per la sua storia (anche lei è stata vittima di bullismo) sia per la sua estensione vocale. Tra i suoi miti canori – oltre a Christina Aguilera, Ed Sheeran, Celine Dion, Aretha Franklin, Giorgia e Laura Pausini – c’è però anche Elisa, un’artista italiana che ha cantato spesso in inglese: le abbiamo quindi chiesto se, in futuro, le piacerebbe cantare di più nella lingua d’Albione.

«Sì, mi piacerebbe. Non nascondo che il 90% del mio repertorio è in inglese. Io sono cresciuta con le colonne sonore in inglese, sempre tutto in inglese, ma anche una canzone in francese, anche se non studio francese. Paradossalmente studio spagnolo, ma non canto niente in spagnolo, quindi dobbiamo compensare le due cose. The Voice mi ha dato anche la possibilità di conoscere me stessa nella canzone italiana, perché ho avuto modo di cantare canzoni italiane che non avrei mai osato toccare, come Ti sento. Io la guardavo e pensavo “Mah, ci arriverò mai a te?”, e poi ci sono arrivata. Stranamente ancora non ci credo, forse è l’esibizione più bella che io abbia mai fatto da quando ho iniziato a cantare… però sì, nei miei dischi futuri – sa mai ci saranno – mi piacerebbe che ci fossero delle canzoni inedite in inglese.»

_DSC4080

Descendants vi aspetta sabato 3 ottobre, alle ore 14.00, su Disney Channel.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Willow: iniziate le riprese della serie targata Disney+ 19 Giugno 2021 - 15:00

Le riprese di Willow, la serie Disney+ che farà da sequel al classico di Ron Howard, sono iniziate in quel di Bridgend, nel Galles.

Candyman – Nuovo poster, Nia DaCosta parla del Juneteenth in un nuovo video 19 Giugno 2021 - 14:00

La regista Nia DaCosta parla del Juneteenth e della funzione dell'horror in un nuovo video di Candyman, che include varie scene inedite. È inoltre disponibile il nuovo poster.

Papà, non mettermi in imbarazzo: Netflix cancella la sit-com di Jamie Foxx 19 Giugno 2021 - 13:00

La serie, co-creata da Foxx e Jim Patterson, non tornerà per una seconda stagione sulla piattaforma streaming

800 eroi e il successo delle Termopili cinesi 18 Giugno 2021 - 10:00

800 eroi, il film di guerra che racconta una fase particolarmente sanguinosa - e surreale - della battaglia di Shanghai. La morte per una speranza, in mezzo agli stranieri che fanno da pubblico.

Loki: ma quindi chi è la Variante e perché è così importante? 17 Giugno 2021 - 17:01

Chi è realmente il personaggio che appare nel secondo episodio di Loki? (Spoiler alert, ovvio)

Luca, la recensione (senza spoiler) del nuovo film Pixar 16 Giugno 2021 - 18:00

Luca e la vacanza di Pixar in Italia: un'estate al mare, in compagnia di amici, nemici e di una grande speranza per tutti.