L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Gena Rowlands, Debbie Reynolds e Spike Lee riceveranno l’Oscar onorario

Di Marlen Vazzoler

oscar-onorari-2015

In un incontro tenutosi martedì sera, il consiglio di amministrazione dell’Academy of Motion Picture Arts and Sciences ha scelto i nomi degli artisti che verranno premiati quest’anno con l’Oscar onorario o Oscar alla carriera, un riconoscimento ai successi della carriera degli artisti, del loro eccezionale contributo e incredibile servizio all’Academy: il regista/sceneggiatore Spike Lee e l’attrice Gena Rowlands. Mentre il premio per l’attività umanitaria, il Jean Hersholt Humanitarian Award andrà a Debbie Reynolds.

Lee, 58 anni, ha ottenuto due nomination all’Oscar per: la miglior sceneggiatura originale di Fà la cosa giusta e per il miglior documentario 4 Little Girls.

La presidentessa dell’Academy, Cheryl Boone Isaacs, che ha telefonato personalmente ai recipienti del premio ha detto che Lee era davvero su di giri e molto onorato.

Volevo fargli capire che il suo impatto sul mondo indipendente è stato notevole ed è stato costante in tutti questi decenni. Lo ha mantenuto vivo e vibrante per tutto quel tempo, e l’impatto che ha avuto sui giovani registi non può essere negato. Ha avuto una grande carriera e ha fatto alcuni film iconici a tutto volume”.

La Rowlands ha ricevuto due nomination come miglior attrice protagonista: Una moglie nel 1974 e Gloria nel 1980, in entrambe le pellicole era stata diretta dal marito John Cassavetes.

La Boone Isaacs ricorda:

“Penso che fosse un po’ sorpresa e molto emozionata e onorata. Ha detto che ho illuminato la sua giornata. Penso che sia favolosa”.

La Reynolds, che ha ottenuto una nomination per Voglio essere amata in un letto d’ottone, riceverà l’Oscar per la sua aatività filantropica. E’ uno dei membri fondatari dell’organizzazione caritatevole Thalians che promuove l’attenzione alle malattie mentali.

Debbie è una tale icona di fama mondiale. Quando si va in giro per il mondo e dici che sei di Hollywood, lei è uno dei nomi che viene citato. Eppure ha dedicato molto del suo tempo e delle sue energie per aiutare gli altri, soprattutto quelli con problemi di salute mentale. Ed è per questo che abbiamo il Jean Hersholt”.

I premi verranno consegnati alla settima edizione del Governors Awards, che si terrà il 14 novembre al Grand Ballroom del Hollywood and Highland.

Vi invitiamo a seguire i nostri canali ScreenWeek TV e ScreenWeek NEWS per rimanere costantemente aggiornati sulle principali notizie riguardanti il mondo del Cinema.

CLICCATE SULLA SCHEDA SOTTOSTANTE E SUL PULSANTE “SEGUI” PER RIMANERE AGGIORNATI SU QUESTI GRANDI ARTISTI

Fonte THR foto eonline, yahoo, gannett

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Love, Death + Robots – Volume 2: il nuovo red band trailer della serie Netflix 10 Maggio 2021 - 21:00

La serie antologica animata di David Fincher e Tim Miller tornerà con otto nuovi episodi il 14 maggio

Videogames News: Il Futuro di Google Stadia, I Problemi di Returnal, Xbox in Perdita 10 Maggio 2021 - 20:35

Ecco come ogni settimana la nostra rubrica riguardante tutte le più interessanti notizie in arrivo dal mondo dei videogiochi!

Solos: Dal 25 giugno su Prime Video la serie antologica Amazon Original 10 Maggio 2021 - 20:15

In Italia arriverà il 25 giugno su Prime Video: Solos la serie antologica Amazon Original creata da David Weil, con Anne Hathaway e Helen Mirren

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.

Perché Godzilla non è figlio di una bomba atomica (e tanto meno delle atomiche della Seconda Guerra Mondiale) 5 Maggio 2021 - 14:37

Il primo Godzilla di Ishiro Honda, nel '54, e la paura del nucleare venuta dal mare (e nata due milioni di anni prima).