L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Kung Fury: il popolo del web ama il trash e lo finanzia

Di Filippo Magnifico

Kung Fury

C’era bisogno di Kung Fury? A quanto pare sì. Stiamo parlando un progetto che è stato possibile grazie al sostegno dei fan, che l’hanno finanziato e reso possibile. Ed è un progetto totalmente senza senso, che frulla tutto ciò che la cultura pop degli ultimi anni ha prodotto e che si può riassumere perfettamente con un solo e unico termine: trash. Estetica anni ’80, serie b, videogame, nostalgia e una colonna sonora affidata ad un uomo che ha fatto ormai della serie B il suo cavallo di battaglia, David Hasselhoff.

Ma torniamo un attimo indietro. Tutto ha origine in Svezia (la stessa nazione che ha partorito Iron Sky e Dead Snow), dalla mente di David Sandberg. Il suo piano era quello di creare un piccolo film d’azione, che fosse in grado di contenere, senza avere un senso preciso, le componenti tipiche del cinema trash. Un’idea messa bene in evidenza da un trailer nato per presentare il progetto.

Per realizzare questo sogno servivano 200mila dollari, da finanziare attraverso il crowdfunding. La risposta del pubblico è stata tale che nel giro di pochissimo tempo Kung Fury è riuscito a raccoglierne 600mila. C’è chi ha donato addirittura 10mila dollari ed ha ottenuto un ruolo nel film (il partner del protagonista) e chi ne ha donati 1.337, garantendosi una menzione nei titoli di coda alla voce “Shut up and take my money”.

In pochi giorni il video è riuscito a superare i 9 milioni di visualizzazioni e nonostante sia una produzione destinata a scomparire altrettanto velocemente, risulta sempre più interessante vedere il modo in cui, soprattutto negli ultimi tempi, il crowdfunding riesca a rispondere in maniera efficace alle esigenze dei filmaker e del pubblico. Difficilmente riuscirà a competere con le grandi produzioni, ma è riuscito a garantire alla settima arte una libertà d’espressione che da troppo tempo mancava.

Ed ecco anche ‘True Survivor, la canzone cantata da David “The Hoff” Hasselhoff per la colonna sonora del film:

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Box Office USA: Primo Wrath of Man con $8M, seguito da Demon Slayer 9 Maggio 2021 - 22:58

Wrath of Man, il film di Guy Ritchie interpretato da Jason Statham apre al primo posto con $8M al Box Office USA, seguito da Demon Slayer

The Falcon and the Winter Soldier – Un video svela i segreti del braccio di Bucky 9 Maggio 2021 - 20:00

Uno speciale di Marvel Entertainment ci porta alla scoperta del braccio bionico di Bucky in The Falcon and the Winter Soldier, con Lorraine Cink e il supervisore agli effetti visivi Eric Leven.

Pam and Tommy – Nuove foto di Sebastian Stan e Seth Rogen nella serie 9 Maggio 2021 - 19:00

Sebastian Stan e Seth Rogen sono Tommy Lee e Rand Gauthier nelle nuove foto di Pam and Tommy, miniserie con Lily James nel ruolo di Pamela Anderson.

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.

Perché Godzilla non è figlio di una bomba atomica (e tanto meno delle atomiche della Seconda Guerra Mondiale) 5 Maggio 2021 - 14:37

Il primo Godzilla di Ishiro Honda, nel '54, e la paura del nucleare venuta dal mare (e nata due milioni di anni prima).

STAR WARS: THE BAD BATCH – EPISODIO 1 | RECENSIONE 4 Maggio 2021 - 9:01

Debutta oggi su Disney+ Star Wars: The Bad Batch, il sequel/spin-off di The Clone Wars. Le nostre impressioni sul primo episodio.