L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
The Flash, la recensione del 21° episodio: Grodd Lives

The Flash, la recensione del 21° episodio: Grodd Lives

Di Lorenzo Pedrazzi

grodd-flash-copertina

Grodd Lives, ventunesimo episodio di The Flash, introduce uno dei nemici più pericolosi del Velocista Scarlatto, nonché il più difficile da realizzare in una serie live-action: Grodd, il supergorilla dotato di poteri mentali…

Attenzione: il seguente articolo contiene SPOILER

Eddie (Rick Cosnett) è stato rapito da Harrison Wells (Tom Cavanagh), che non ha alcuna intenzione di lasciarlo andare. Iris (Candice Patton) ha scoperto che Barry (Grant Gustin) è Flash, e si sente tradita. Nel frattempo, un misterioso rapinatore mascherato prende d’assalto i carichi di lingotti d’oro, ma quando Flash lo affronta viene colpito da strane visioni, accompagnate da un senso di terrore. Mentre viene visitato da Caitlin (Danielle Panabaker) agli S.T.A.R. Labs, Barry, ancora con indosso il costume, riceve la visita di Iris, che gli rivela di conoscere la verità su di lui. Lo accusa di non essere stato sincero, e resta ulteriormente sconvolta quando scopre che Joe (Jesse L. Martin) e Eddie sapevano già tutto.
Il rapinatore assalta un altro furgone, ma stavolta Flash riesce a metterlo fuori gioco; dopo averlo smascherato, il Velocista scopre che si tratta del Generale Wade Eiling (Clancy Brown), scomparso da tempo. Eiling viene rinchiuso in una cella dell’acceleratore, ma è catatonico, e quando finalmente comincia a parlare non sembra se stesso. Afferma di chiamarsi Grodd, e così Caitlin scopre la verità: Eiling è sotto il controllo di un gorilla su cui Wells e Eiling stavano conducendo alcuni esperimenti per la creazione di soldati provvisti di poteri mentali, in particolare telepatia e telecinesi. L’energia rilasciata dall’acceleratore deve aver attivato i farmaci che erano stati iniettati nel corpo di Grodd, rendendolo superintelligente e fornendogli dei poteri mentali. Wells aveva sviluppato un certo attaccamento per il gorilla, e ora ne ha scatenato la furia per tenere impegnato Flash.
Grazie alle informazioni di Iris, la squadra riesce a individuare il nascondiglio di Grodd, che si trova nelle fogne. Barry, Joe e Cisco (Carlos Valdes) scendono sottoterra e gli danno la caccia, ma Barry viene colpito da un altro attacco mentale e perde i sensi, mentre Joe viene rapito da Grodd, ormai diventato enorme e superintelligente. Per schermare i poteri del gorilla, Cisco e Caitlin costruiscono un elmo che dovrebbe proteggere Barry, il quale torna all’attacco. Cisco attiva le manopole del vapore per attirare Grodd in un determinato punto, e Flash prende una lunga rincorsa per colpirlo con un pugno supersonico… peccato però che il gorilla riesca a pararlo con facilità. I pugni del Velocista sembrano inutili contro la stazza del nemico, il quale lo afferra e lo scaraventa contro una parete, sfondandola. L’elmo si rompe, e Barry è in balia di Grodd, che lo paralizza con un attacco mentale proprio mentre sta arrivando un treno della metropolitana. Iris prende il microfono e comincia a parlargli, guidandolo con la sua voce. Barry ricorda l’amore che prova per lei, riesce a liberarsi dal controllo mentale e schiva il treno. Non appena Grodd lo attacca, Flash si sposta e il gorilla viene travolto da un altro convoglio, per poi sparire alla vista.
La squadra può nuovamente concentrarsi su Wells, e Barry dichiara ancora una volta i suoi sentimenti a Iris. Lei, però, gli dice che ormai sta con Eddie, e non vuole tradire la sua fiducia proprio mentre lui è prigioniero di Wells. Intanto, quest’ultimo rivela a Eddie che di lui non rimarrà traccia nella Storia, e che Iris sposerà Barry; poi, scopriamo che il suo nascondiglio si trova esattamente sotto all’acceleratore di particelle, e che vuole riattivarlo per “tornare a casa”. Eiling viene liberato e svela a Barry di conoscere il suo segreto, ma non ha intenzione di fare nulla in proposito perché ha bisogno di lui: entrambi hanno infatti un nemico comune, Wells.

Grodd Lives

Supergorilla nella nebbia
The Flash ci ha fatto attendere un’intera stagione per mostrarci il primo scontro tra Barry Allen e Grodd, come se il supergorilla richiedesse uno sforzo immane per essere preparato e realizzato. Non siamo così lontani dalla realtà: considerando le limtazioni dei budget televisivi, non è facile introdurre un personaggio in CGI che possa apparire credibile agli occhi del pubblico, evitando i risultati goffi e posticci di altre serie tv; ma, dopo Grodd Lives, si può dire che la scommessa sia stata vinta. Certo, la scarsità di luce puntella i cedimenti della grafica computerizzata (Grodd appare sempre in ambienti scuri, di notte o nelle fogne), ma l’effetto complessivo è più che dignitoso, anche quando la creatura interagisce con attori o elementi reali, senza mai scadere nel ridicolo. Detto questo, l’episodio si inserisce con discreta coerenza nella trama orizzontale, poiché il supergorilla – le cui origini sono molto diverse dai fumetti – è un “prodotto” di Harrison Wells, che ne scatena la furia per distrarre l’attenzione di Flash dai suoi piani segreti: Wells, infatti, vuole riattivare l’acceleratore di particelle, adombrando conseguenze potenzialmente distruttive per il finale di stagione.

grodd

I limiti televisivi emergono però nel combattimento tra il Velocista e il suo avversario, che come al solito è piuttosto breve, e si risolve in maniera un po’ frettolosa: non appena Flash si libera dal condizionamento mentale grazie alla voce di Iris, la battaglia scivola nell’anticlimax, e si conclude repentinamente quando Grodd viene travolto dalla metropolitana (la frequenza dei treni a Central City è davvero notevole, non c’è che dire). Comunque, la puntata svolge soprattutto una funzione introduttiva, e in tal senso raggiunge il suo scopo. Data la natura ferina di Grodd e la spazialità claustrofobica del suo nascondiglio (le fogne della città), gli autori si divertono inoltre ad allestire alcune sequenze di tensione che citano i classici del fanta-horror, soprattutto Alien, con la caccia nei corridoi oscuri e i rumori inquietanti che risuonano da ogni angolo: segno che Grodd è considerato davvero come una delle più grandi minacce nell’universo di Flash, e lo ritroveremo certamente nella seconda stagione.

2

Il problema dell’episodio – e, in parte, anche della serie – è il ruolo di Iris. Ora che ha scoperto il segreto di Flash, e senza il supporto di una caratterizzazione decente (perché, insomma, è sempre stato un personaggio anonimo), Iris intensifica i suoi lati peggiori, diventando una presenza lamentosa e costantemente accusatoria, tutta concentrata su se stessa e sul supposto “tradimento” di Barry… al punto che l’amore di quest’ultimo per lei appare sempre più ingiustificato, se consideriamo che personaggi come Felicity, Linda Park o Caitlin sono decisamente più intriganti. Gli sceneggiatori non hanno mai compiuto grandi sforzi sulla scrittura di Iris, ed è un peccato, trattandosi della futura moglie di Barry. A questo proposito, sarà interessante scoprire se Eddie cambierà atteggiamento: Wells, oltre ad averlo deriso perché destinato a non lasciare un segno nella Storia, gli ha rivelato che Iris sposerà Barry, e questo potrebbe condurlo verso il “lato oscuro”. Vedremo.

1

La citazione: «Sappiamo cosa succede quando una scimmia superintelligente incazzata con l’umanità torna in libertà.»

Ho apprezzato: la realizzazione di Grodd; le sequenze di tensione; Wells che rivela a Eddie il suo destino.

Non ho apprezzato: la conclusione repentina dello scontro; la caratterizzazone di Iris.

Potete scoprire, commentare e votare tutti gli episodi di The Flash sul nostro Episode39 a questo LINK.

Cinema chiusi fino al 5 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Wandavision: Tutte le citazioni e i riferimenti negli episodi 1×01 e 1×02 16 Gennaio 2021 - 13:10

Moltissime easter egg nei primi due episodi di Wandavision: ecco tutte quelle che siamo riusciti a trovare!

Safer at Home: un ALTRO thriller sul coronavirus in arrivo a febbraio 16 Gennaio 2021 - 12:00

Dopo Songbird, un altro film girato durante il lockdown e ispirato alla pandemia

Gwendoline Christie da Game of Thrones a Sandman 16 Gennaio 2021 - 11:00

Gwendoline Christie, la Brienne di Tarth di Game of Thrones, entra nel cast della serie Netflix ispirata a Sandman, il celebre fumetto di Neil Gaiman.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.