L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Star Wars: Il Risveglio della Forza – Metamorfosi di una storia, da Lucas a Abrams/Kasdan

Di Marlen Vazzoler

star-wars-awakens-poe

Prima di vendere la Lucasfilm alla Disney, George Lucas aveva deciso di fare altri film di Guerre Stellari. Ha abbozzato delle idee per le trame di Episodio VII, VIII e IX, ambientati decenni dopo gli eventi di Il ritorno dello Jedi, ed ha approcciato Harrison Ford, Carrie Fisher e Mark Hamill. Ha poi condiviso le bozze delle sue storie con la Disney durante le trattative per la vendita, ma dopo la chiusura dell’accordo ha spiegato J.J. Abrams, all’epoca non ancora coinvolto in Il risveglio della Forza:

“Disney e Kathy hanno deciso che dovevano considerare altre opzioni”.

La Kennedy ha ammesso nello speciale di Variety dedicato al settimo capitolo di Guerre Stellari

“Abbiamo preso alcune distanze”

dalle storie di Lucas che erano incentrate su degli adolescenti, come

“accade esattamente in qualsiasi processo di sviluppo”.

Anche se le sue idee sono state rifiutate, Lucas continua a supportare i nuovi film e non vede l’ora di vederli come qualsiasi altro membro del pubblico. Ha aggiunto la Kennedy

“Gli parlo e lo vedo di frequente. E vi dico, ogni volta gli dico ‘C’è qualcosa che vuoi sapere?’ e lui fa ‘No, no, voglio essere sorpreso‘”.

Dopo l’annuncio dei nuovi film da parte della Disney, la Kennedy ha cominciato ad assemblare lo story department – composto da Kiri Hart, Michael Arndt, Lawrence Kasdan e Simon Kinberg – che aveva il compito di creare delle idee per i nuovi film, serie televisive, videogiochi e altri prodotti legati alla franchise. La Kennedy è poi riuscita a convincere J.J. Abrams a entrare a bordo, promettendogli carta bianca, inoltre il regista ha ricevuto la benedizione di Lucas che conosce da molti anni. Durante una telefonata fatta ancora agli inizi, Lucas gli aveva detto:

“’Hey, dovresti fare il film. Lo farai?’ È stato molto dolce e ha detto ‘Se farai questo film sarà una cosa tua. Sono qui per aiutarti se vuoi, ma è tua’”.

abrams-r2d2-star-wars-the-force-awakens

Sia Abrams che lo story group erano giunti alla conclusione che i film dovevano avere uno spirito simile alla trilogia originale. Ha spiegato Kasdan:

Stavamo faticando a trovare una storia. C’erano degli elementi che ci venivano in mente e poi dicevamo ‘Oh, è buono! È forte! Ma non riuscivamo a dargli forma‘”.

Nel frattempo Arndt stava avendo problemi a finire lo script per la data stabilita. Ricorda Abrams:

“C’erano una tonellata di idee e di bozze, molte carte sul muro, molte cose scritte sulle lavagne”,

ma non c’era una sceneggiatura. Per questo motivo a sei mesi dall’inizio delle riprese Abrams e Kasdan hanno sostituito Arndt, ripartendo praticamente da zero.

“Abbiamo detto, pagina bianca, pagina uno. Che cosa vogliamo disperatamente vedere?”.

Ma il processo aggiunge Kasdan non è stato così semplice:

Non avevamo nulla. C’erano migliaia di persone che aspettavano delle risposte su delle cose, e non potevi dirgliele eccetto ‘Si, quel tipo c’è’. Ecco, quello era tutto quello che sapevamo”.

Per metà gennaio era pronta una prima stesura, ricavata dalle discussioni che avevano registrato al telefono mentre camminavano e parlavano sotto i cieli di Londra, Santa Monica, Parigi e New York.

Ma la lista degli impegni era così fitta che hanno finito la storia sul set a Londra, inoltre durante la pausa di produzione per l’infortunio di Harrison Ford, Abrams ha avuto tempo per ripensare a delle sequenze.

La storia di Star Wars: Il Risveglio della Forza è stata descritta come un mix di vecchio e nuovo, ha spiegato la Kennedy. Solo quando ci troveremo seduti al cinema, potremmo dire se condividiamo o meno questa affermazione.

Star Wars: Il risveglio della Forza – Ecco il NUOVO TRAILER in italiano!

11 cose che abbiamo scoperto dal panel e dal nuovo teaser di Star Wars: Il risveglio della Forza

Le foto e i video di Piazza Duomo invasa dallo Star Wars Day di Milano!

Star Wars: Il risveglio della Forza approderà nei cinema americani il 18 dicembre 2015 e in Italia il 16 dicembre 2015, con la regia di J.J. Abrams. Pochissimi i dettagli ufficiali sulla trama, ma per il momento sappiamo che il film sarà ambientato 30 anni dopo gli eventi di Episodio VI – Il ritorno dello Jedi.

Nel cast troveremo un gruppo di “volti nuovi” (John Boyega, Daisy Ridley, Adam Driver, Oscar Isaac, Andy Serkis, Domhnall Gleeson, Max von Sydow, Lupita Nyong’o), oltre ad alcuni personaggi storici quali Harrison Ford (Han Solo), Mark Hamill (Luke Skywalker), Anthony Daniels (C-3PO), Peter Mayhew (Chewbacca), Kenny Baker (R2-D2) e Carrie Fisher (Leila). QUI l’account Twitter italiano per rimanere aggiornati. #IlRisveglioDellaForza

Fonte Vanity Fair

Da No Time to Die a Ghostbusters, ecco le nuove date dei film 2021 (in costante aggiornamento)

Cinema chiusi fino al 5 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Brie Larson protagonista della serie Lessons in Chemistry per Apple TV+ 22 Gennaio 2021 - 20:45

La serie sarà scritta da Susannah Grant di Unbelievable e basata sul romanzo di Bonnie Garmus

WandaVision: Chi è in Realtà Geraldine? 22 Gennaio 2021 - 20:00

Teyonah Parris interpreta in WandaVision il personaggio di Geraldine, diversamente da come annunciato in precedenza: ma chi è davvero?

The King’s Man – Le Origini: l’uscita del film slitta ad agosto 22 Gennaio 2021 - 19:34

Sulla scia di MGM, Universal e Sony, anche i 20th Century Studios annunciano alcune variazioni sul loro calendario. L'uscita di The King’s Man – Le origini, ad esempio, slitta ad agosto.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.