( ! ) Warning: getimagesize(https://n7m3z4b2.stackpathcdn.com/wp-content/uploads/2015/05/mad-max-fury-road-tom-hardy.jpg): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /var/www/html/wp-content/themes/newblog_screenweek/functions.php on line 655
Call Stack
#TimeMemoryFunctionLocation
10.11367854640{main}( ).../index.php:0
20.11367856024require( '/var/www/html/wp-blog-header.php' ).../index.php:17
30.489968943184require_once( '/var/www/html/wp-includes/template-loader.php' ).../wp-blog-header.php:19
40.500069072272include( '/var/www/html/wp-content/themes/newblog_screenweek/single.php' ).../template-loader.php:106
50.500069072272get_header( ).../single.php:10
60.500069072648locate_template( ).../general-template.php:48
70.500069072744load_template( ).../template.php:716
80.500269092368require_once( '/var/www/html/wp-content/themes/newblog_screenweek/header.php' ).../template.php:770
90.500369092368wp_head( ).../header.php:38
100.500369092368do_action( ).../general-template.php:3015
110.500369092744WP_Hook->do_action( ).../plugin.php:470
120.500369092744WP_Hook->apply_filters( ).../class-wp-hook.php:327
130.525470561816non_amp_structured_data( ).../class-wp-hook.php:303
140.525670563456getimagesize ( ).../functions.php:655
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Mad Max: Fury Road è la storia di due guerrieri della strada

Mad Max: Fury Road è la storia di due guerrieri della strada

Di Marlen Vazzoler

mad-max-fury-road-tom-hardy

Come dobbiamo considerare Mad Max: Fury Road? Un sequel? Un reboot? George Miller era sempre stato un po’ evasivo nello rispondere a questa domanda ma finalmente ha fatto un po’ di chiarezza. La pellicola è connessa ai film precedenti nello spirito, per lui è stato come rivisitare un posto famigliare. Ha spiegato a THR.

I film sono vagamente connessi. Ognuno è stato fatto seguendo un impulso diverso, e questo è sicuramente un deserto post-apocalittico. La grande attenzione per me in queste storie è che effettivamente non vediamo l’ora di vedere il passato. Anche se ci troviamo circa 45/50 anni dopo qualche apocalisse, stiamo davvero tornando ai secoli bui medievali – nello stesso modo in cui il western americano ha permesso a delle figure allegoriche di interpretare dei racconti morali in quello scenario”.

Fin dall’inizio Miller ha voluto che la causa scatenante della storia non fosse il solito McGuffin ma un carico di esseri umani, cinque donne capaci di poter procreare un erede per un signore della guerra.

“[Il cargo] ha dato inizio all’architettura del film e il resto è seguito in modo organico. Non poteva essere un uomo a rubare le donne, doveva essere una donna, doveva essere una guerriera della strada. Ho riflettuto sulla mia vita, non ho sorelle e solo fratelli, sono andato a una scuola per ragazzi alle superiori, quando sono andato a medicina c’erano poche donne che studiavano medicina. Oltre a questo sono stato davvero in grado di avere delle esperienze con le donne attraverso i miei due matrimoni e ho avuto una madre davvero forte. Per molti versi vediamo le donne come la forza di guarigione del mondo e quello è lo spirito del tempo che si è insinuato nel film.
Abbiamo girato il film più o meno in progressione e i personaggi di Charlize e Tom all’inizio sono disperati e vogliono letteralmente uccidersi l’un l’altro. Scoprono di aver bisogno l’uno dell’altro e arrivano a un rispetto e una sopravvivenza reciproca”

ha spiegato a Latino Review.

Domani Mad Max: Fury Road, (QUI trovate le prime recensioni), farà il suo ingresso nelle sale italiane.

QUI trovate un post dedicato al primo capitolo della saga

QUI un post dedicato al secondo capitolo

QUI un post dedicato al terzo capitolo

L’alone di mistero che avvolge Mad Max: Fury Road – Teorie e curiosità sul film

In che modo Mad Max ha influenzato Ken Il guerriero

Sappiamo che il film ha avuto un Rating R (Restricted: Vietato ai minori di 17 anni, non accompagnati dai genitori) per “intense scene violenza durante tutto il film e immagini disturbanti”.

Una cosa più unica che rara se teniamo conto che stiamo parlando di un grande blockbuster, che in America uscirà a maggio, un periodo particolarmente importante per quanto riguarda l’affluenza di pubblico nelle sale. Evidentemente la Warner Bros. ha molta fiducia in questo progetto e, proprio come lo stesso regista George Miller, non ha alcuna intenzione di deludere i fan della saga.

Mad Max: Fury Road è il quarto capitolo della saga di Mad Max/Il Guerriero della Strada, co-scritto e diretto da George Miller. La pellicola post-apocalittica d’azione è ambientata nei meandri più remoti del nostro pianeta, in un paesaggio desertico dove l’umanità si è spezzata e la maggior parte delle persone sono impazzite lottando costantemente per vivere. All’interno di questo vuoto permeato di sangue e fuoco si muovono due ribelli, che potrebbero essere gli unici in grado di porre fine a tutto questo. C’è Max (interpretato da Tom Hardy, attore visto ne “Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno”), un uomo d’azione e di poche parole, che sta cercando un equilibrio dopo che la moglie e il figlio sono stati uccisi in questa ondata di caos. E poi c’è Furiosa (interpretata da Charlize Theron, vista in “Prometheus”), una donna d’azione, convinta che la strada verso la sopravvivenza passi attraverso il deserto fino alla sua terra natia.

Mad Max - Fury Road Teaser Poster Italia

Il cast del film comprende anche Zöe Kravitz, Adelaide Clemens Nicholas Hoult, e Rosie Huntington-Whiteley, vista in Transformers 3. Mad Max: Fury Road farà il suo ingresso nelle sale americane il 15 maggio 2015. Per maggiori informazioni potete consultare la scheda del film sul sito Warner Bros. QUI trovate la pagina facebook italiana del film.

In occasione dell’uscita cinematografica di Mad Max: Fury Road prevista per il 14 Maggio, Warner Bros. Home Entertainment Italia ha deciso di rendere omaggio a un’icona del cinema.

QUI trovate maggiori informazioni.

Scopri tutto sugli altri film della saga: Interceptor, Interceptor – Il guerriero della strada e Mad Max – Oltre la sfera del tuono.

Fonti THR, Latino Review

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Freedom – Lo yoga che ti libera: trailer del documentario di Nicolaj Pennestri 2 Dicembre 2021 - 22:30

Nicolaj Pennestri torna al cinema con Freedom - Lo yoga che ti libera, evocativo documentario in anteprima il 6, 7 e 8 dicembre.

National Board Of Review: Licorice Pizza di Paul Thomas Anderson miglior film del 2021 2 Dicembre 2021 - 21:42

Licorice Pizza di Paul Thomas Anderson vince come miglior film del 2021 ai National Board Of Review, porta a casa anche il premio per la miglior regia e i migliori attori esordienti. A Hero di Asghar Farhadi miglior film straniero, Will Smith e Rachel Zegler migliori attori

Diario di una schiappa: Jeff Kinney ci porta alla scoperta del nuovo film targato Disney+ 2 Dicembre 2021 - 21:30

L’avventura animata Diario di una schiappa è pronta per sbarcare su Disney+. Ecco tutto quello che dovete sapere sul film.

Hawkeye, il preambolo è giusto 24 Novembre 2021 - 8:19

Die Hard with a freccia: un John McClane per l'MCU. Due-parole-due (senza spoiler) sui primi due episodi Hawkeye.

Masters of the Universe: Revelation, parte 2 – La recensione no spoiler 23 Novembre 2021 - 9:01

Nel secondo lotto di episodi di Masters of the Universe: Revelation, la lotta per il potere di Grayskull continua. E si fa un po' confusa.

Ghostbusters: storia (breve) della Ecto-1 18 Novembre 2021 - 15:59

Ecto 1, la tumultuosa vita dell'iconica auto degli Acchiappafantasmi. Che per molto tempo non ha avuto neanche un nome.