L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

L’animazione giapponese è destinata a scomparire in un futuro molto prossimo – parola di Anno Hideaki

Di Redazione SW

anno_hideaki_opt

Il declino e la morte dell’animazione giapponese è inevitabile, il picco è già passato, dopo il collasso ci sarà probabilmente una nuova rinascita

questo avrebbe affermato Anno Hideaki in un’intervista rilasciata all’agenzia giornalistica russa agency RIA Novosyi qualche guorno fa. Sai che novità, verrebbe da dire. Con tutto il rispetto che proviamo per il regista e disegnatore giapponese, probabilmente le sfumature ed il tono delle parole si sono persi nell’intervista, perchè le sue dichiarazioni sembrano quasi una tautologia, niente dura in eterno e l’arte, così come la vita, conosce i suoi cicli. Più interessanti le sue parole quando afferma che 

  Non penso che l’animazione per sé svanirà ma probabilmente le condizioni che hanno permesso la creazione di opere interessanti non ci saranno più (in Giappone)

Il Giappone non sarà più il centro dell’animazione mondiale, altri paesi asiatici hanno le possibilità finanziarie per produrre sempre più animazione per il proprio pubblico. Forse fra 5 anni Taiwan sarà al centro”.

 Riflessioni dovute certamente al suo ultimo viaggio a Taipei dove ha potuto toccare con mano la situazione artistica (e anche demografica) dell’isola ed in parte anche all’abbandono delle scene dell’amico Miyazaki e dello stato di “morte sospesa” in cui versa lo Studio Ghibli.  

 

Ma la parte in cui Anno entra più nel dettaglio è forse quando il disegnatore giapponese parla della necessità per l’animazione del suo paese di essere più flessibile verso i nuovi mezzi e tecniche come la computer graphic ad esempio. Qui il punto toccato è più nevralgico e specifico, innestando delle potenziali e stimolanti riflessioni sulle forme che l’animazione (giapponese e non solo) dovrebbe o meno seguire, un discorso che allo stesso tempo non può prescindere dalla mappa geopolitica mondiale, da cui derivano inevitabilmente le condizioni produttive che stanno alla base del lavoro artistico su grande scala. 

  
A margine di queste dichiarazioni ricordiamo che Anno in questo 2015 dovrebbe far uscire l’ultimo capitolo della sua tetralogia, Rebuild of Evangelion, verso autunno o inverno e che per il prossimo anno è previsto il nuovo lungometraggio di Godzilla targato Toho, il reboot che lo stesso Anno dirigerà con l’amico Higuchi Shinji, regista a sua volta del live-action L’attacco dei giganti

(fonte: kotaku.com)

ScreenWeek.it è tra i candidati nella categoria Miglior Sito di Cinema ai Macchianera Internet Awards, gli Oscar della Rete!

Grazie a voi siamo finiti in finale, ora vi chiediamo di ribadire la vostra decisione con un semplice "click", compilando il form che trovate QUI e votando ScreenWeek.it come Miglior Sito di Cinema. È possibile votare fino a martedì 5 novembre 2019.

Perché la scheda sia ritenuta valida è necessario votare per ALMENO 10 CATEGORIE a scelta. Se i voti saranno meno di 10 la scheda e tutti i voti in essa contenuti saranno automaticamente ANNULLATI



Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Finite le riprese di Army of the Dead di Zack Snyder 22 Ottobre 2019 - 23:55

Tra i protagonisti della produzione Netflix c'è anche Dave Bautista.

Jared Harris e Lee Pace in Foundation, serie della Apple TV+ 22 Ottobre 2019 - 23:46

Lo show sarà tratto dai libri di Isaac Asimov.

André Holland reciterà in Passing, diretto da Rebecca Hall 22 Ottobre 2019 - 23:35

L'attore raggiunge così Ruth Negga e Tessa Thompson.

Galline in Fuga 2: il sequel del film Aardman sta per diventare realtà! 22 Ottobre 2019 - 15:30

Galline in Fuga 2, sequel del film animato in stop-motion del 2000, è entrato ufficialmente in fase di post-produzione! La Aardman riuscirà a riportare in auge il brand, oppure si tratta di un tentativo fuori tempo massimo?

7 cose che forse non sapevate su Hello Sandybell! 22 Ottobre 2019 - 10:00

La cugina giapposcozzese di Pippi Calzelunghe, Lost in Translation e gli schiaffi da censura. Sette curiosità su Hello Sandybell.

StreamWeek: Paul Rudd vs Paul Rudd in Living with Yourself 21 Ottobre 2019 - 15:47

Modern Love, Living With Yourself, Panama Papers e molto altro nel nuovo episodio di StreamWeek, la nostra guida alle novità proposte dalle varie piattaforme di streaming.