L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

L’alone di mistero che avvolge Mad Max: Fury Road – Teorie e curiosità sul film

Di Filippo Magnifico

mad-max-fury-road-tom-hardy

Manca poco, ormai, all’arrivo nelle sale italiane di Mad Max: Fury Road, la nuova avventura cinematografica del guerriero della strada creato da George Miller nel 1979. Ma cosa sappiamo di questo film? Molto poco in verità e qui il merito è tutto di Miller, che è riuscito a mantenere per tutto questo tempo un alone di mistero.

Si è molto discusso e si continua a discutere nel web sull’essenza di quest’opera: è un sequel diretto dei primi tre film – Interceptor, Il Guerriero della Strada e Mad Max: Oltre la Sfera del Tuono – o si tratta di un reboot? Il regista e la Warner Bros. hanno ripetuto più e più volte che si tratta di un sequel, ma la sensazione i trovarci di fronte ad un reboot rimane. Sono passati 30 anni da quando l’ultima pellicola dedicata al Guerriero della Strada ha fatto il suo ingresso nelle sale di tutto il mondo, Tom Hardy ha preso il posto di Mel Gibson e il suo aspetto sembra simile e al tempo stesso distante da quello che tutti noi conosciamo (e la cosa non è dovuta solo ai tratti somatici dei due attori). Tutto porterebbe a pensare che si tratti di un reboot ma molto spesso l’apparenza inganna.

Mad Max Fury Road Tom Hardy foto dal film 1

Quella di Fury Road è una storia molto lunga, la sceneggiatura è stata scritta non molto tempo dopo il terzo film ed era stato concepito per essere un quarto capitolo a tutti gli effetti. Nel corso degli anni lo script è stato rivisto più volte ma sembra che in ogni caso la sua essenza sia rimasta intatta e che il film sia rimasto un sequel.

La vera domanda che dobbiamo porci a questo punto è: può un film essere un sequel e un reboot allo stesso tempo? Sì, e questa pellicola dovrebbe esserne la dimostrazione. Come ha dichiarato il protagonista Tom Hardy:

Dobbiamo prendere il tutto in maniera molto differente rispetto a come lo sta prendendo George. È un modo per rilanciare e rivisitare quel mondo. Una ristrutturazione. Questo non vuol dire che abbia completamente abbandonato quello che tutti noi conosciamo. Ma è un bel modo di rivisitare il tutto usando lo stesso personaggio. Mettere il personaggio in quel mondo ma dopo averlo aggiornato di 30 anni.

Sono state usate parole come rilancio, ripresa, rivisitazione di un mondo che tutti noi abbiamo imparato a conoscere e che si è evoluto dopo gli avvenimenti della precedente trilogia. Tutto questo riconduce alla tematica dei miti, delle leggende, che vengono tramandate nel corso degli anni subendo evoluzioni e continui aggiornamenti. E definire Mad Max una figura leggendaria non è certo sbagliato, sono stati il secondo e il terzo film a confermarlo: storie narrate come leggende da persone che hanno incontrato Max durante la loro vita (il ragazzo selvaggio ne Il Guerriero della Strada racconta di come Max abbia affrontato Lord Humungus; Savannah Nix e la sua tribù in Oltre la Sfera del Tuono raccontano di come Max li abbia condotti verso la salvezza).

Mad Max Fury Road Nathan Jones foto dal film 1

Le leggende, del resto, sono così: alcuni dettagli si perdono mentre vengono tramandate. Alcune possono raccontarci la storia di un eroe più vecchio, altre di un eroe più giovane ma il senso non cambia perché ogni storia fa riferimento al Guerriero della Strada. Questa potrebbe essere una spiegazione valida per giustificare l’evidente restyling che ha subito il franchise nel corso del tempo, resta ora da vedere la continuity.

Siamo proprio sicuri che Mad Max: Fury Road si svolga dopo gli avvenimenti del terzo film? Un dettaglio fondamentale sembrerebbe smentire questa ipotesi: la presenza dell’Interceptor, l’automobile guidata da Max e distrutta nel secondo capitolo. La sua presenza (è stata ampiamente mostrata nei vari trailer diffusi nel corso di questi mesi) porterebbe a pensare che cronologicamente parlando il film si piazzi proprio nello stesso periodo in cui è ambientato Il Guerriero della Strada.

Pensare che Max sia riuscito ad aggiustarla è pur sempre un’opzione ma è molto difficile credere ad una cosa del genere se teniamo conto del mondo in cui è ambientato il film. C’è inoltre un secondo dettaglio che è stato mostrato nell’ultimo trailer del film: ad un certo punto vediamo una ragazza giocare con un carillon:

MAD MAX  FURY ROAD   Official Final Trailer   Retaliate  2015  Tom Hardy Action Movie HD   YouTube

Il carillon è praticamente identico a quello trovato da Max ne Il Guerriero della Strada, regalato successivamente al ragazzo selvaggio.

Questi dettagli porterebbero a pensare che il film sia ambientato proprio durante l’arco temporale del secondo film, precisamente tra il momento in cui Max trova il carillon e quello in cui lo regala al ragazzo selvaggio. La musichetta non è la stessa, è vero, ma potrebbe essere stata modificata apposta per il trailer. Del resto non avrebbe molto senso disseminare questa pellicola di richiami e omaggi. Non stiamo parlando di un remake e Miller non deve per forza strizzare l’occhio ai fan.

Ipotesi, ovviamente, non si tratta di altro. La verità la scopriremo solo nel momento in cui il film farà il suo ingresso in sala.

Mad Max Fury Road Tom Hardy Charlize Theron foto dal film 3

QUI trovate un post dedicato al primo capitolo della saga

Sappiamo che il film ha avuto un Rating R (Restricted: Vietato ai minori di 17 anni, non accompagnati dai genitori) per “intense scene violenza durante tutto il film e immagini disturbanti”.

Una cosa più unica che rara se teniamo conto che stiamo parlando di un grande blockbuster, che in America uscirà a maggio, un periodo particolarmente importante per quanto riguarda l’affluenza di pubblico nelle sale. Evidentemente la Warner Bros. ha molta fiducia in questo progetto e, proprio come lo stesso regista George Miller, non ha alcuna intenzione di deludere i fan della saga.

Mad Max: Fury Road è il quarto capitolo della saga di Mad Max/Il Guerriero della Strada, co-scritto e diretto da George Miller. La pellicola post-apocalittica d’azione è ambientata nei meandri più remoti del nostro pianeta, in un paesaggio desertico dove l’umanità si è spezzata e la maggior parte delle persone sono impazzite lottando costantemente per vivere. All’interno di questo vuoto permeato di sangue e fuoco si muovono due ribelli, che potrebbero essere gli unici in grado di porre fine a tutto questo. C’è Max (interpretato da Tom Hardy, attore visto ne “Il Cavaliere Oscuro – Il Ritorno”), un uomo d’azione e di poche parole, che sta cercando un equilibrio dopo che la moglie e il figlio sono stati uccisi in questa ondata di caos. E poi c’è Furiosa (interpretata da Charlize Theron, vista in “Prometheus”), una donna d’azione, convinta che la strada verso la sopravvivenza passi attraverso il deserto fino alla sua terra natia.

Mad Max - Fury Road Teaser Poster Italia

Il cast del film comprende anche Zöe Kravitz, Adelaide Clemens Nicholas Hoult, e Rosie Huntington-Whiteley, vista in Transformers 3. Mad Max: Fury Road farà il suo ingresso nelle sale americane il 15 maggio 2015. Per maggiori informazioni potete consultare la scheda del film sul sito Warner Bros. QUI trovate la pagina facebook italiana del film.

In occasione dell’uscita cinematografica di Mad Max: Fury Road prevista per il 14 Maggio, Warner Bros. Home Entertainment Italia ha deciso di rendere omaggio a un’icona del cinema. QUI trovate maggiori informazioni.

Fonte: madmax.wikia.com

Cinema chiusi fino al 5 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

WandaVision: come Dick Van Dyke ha aiuta la serie (senza conoscere il MCU) 18 Gennaio 2021 - 21:15

Il regista dai WandaVision Matt Shakman ha parlato dell’incontro che ha avuto con Dick Van Dyke, durante un pranzo a cui ha partecipato anche il Presidente dei Marvel Studios Kevin Feige.

Johnny Depp – Amber Heard: Anche Disney e LAPD chiamate in causa al processo 18 Gennaio 2021 - 21:11

Amber Heard ha citato la Walt Disney Motion Picture Group e la LAPD nei processi in corso contro Johnny Depp. Eccoun aggiornamento sui processi e le querele.

Master of None tornerà su Netflix con la stagione 3 18 Gennaio 2021 - 20:37

Sembra che dopo una pausa di ben tre anni, la serie Master of None sia pronta per tornare su Netflix con la stagione 3.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.