L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Cannes 2015 – Irrational Man: bravo Woody Allen, ma che pessimismo!

Cannes 2015 – Irrational Man: bravo Woody Allen, ma che pessimismo!

Di Andrea D'Addio

Irrational_Man_Emma_Stone_Joaquin_Phoenix_Foto_Dal_Film_01.jpg  680×478

Le persone fanno continuamente scelte irrazionali, anche credere nella religione può esserlo”.

Al Festival di Cannes per presentare Irrational ManWoody Allen riesce come sempre a mascherare con lo humour anche una risposta più seria. Gli viene naturale, anche quando in realtà, da artista, almeno così lui rivela ciò che gli è mancato di più è stato il permesso di girare più drammi che commedie:

“Purtroppo a lungo da me si aspettavano solo che facessi ridere, ma se tornassi indietro nel tempo e avessi la libertà economica necessaria, i film divertenti sarebbero solo delle rarità all’interno di una filmografia piena di film drammatici”.

Irrational Man, il suo ultimo film, riflette del resto questa sua voglia di “impegno”. C’è qualche sprazzo del suo solito humour e la stessa presenza di Joaquin Phoenix riesce spesso a strappare un sorriso anche solo con un’espressione del volto, ma gli argomenti sono alti, si parla di esistenzialismo e fortuna, di filosofia e delle sue conseguenze se si vuole passare dalla teoria alla pratica. Sembra una risposta al suo Match Point, di cui riprende prima di tutto il punto di riferimento letterario, Delitto e Castigo, ma di cui mutua alcune svolte narrative.

Emma Stone red carpet cannes woody allen

La stampa (giustamente) lo ha applaudito a lungo a fine proiezione (del resto, come sottolineato dal regista cieco di Hollywood Ending, “Grazie ai Dio esistono i francesi“) e così è avvenuto in conferenza stampa dove è arrivato accompagnato da Emma Stone, ma non dallo schivo (ma ormai non è una novità) Joaquin Phoenix.

“Anche il migliore pezzo di arte un giorno però scomparirà”.

Il tono cupo è seguito da altre affermazioni ad effetto come “La vita non ha senso” e “L’unica cosa che un artista può fare è distrarre la gente dallo squallore dell’esistenza”. Anche sulla serie di sei episodi che ha deciso di realizzare per gli Amazon Studios le parole non sono al miele:

“Mi pento ogni giorno di aver firmato, è stato un errore catastrofico, sto facendo del mio meglio, ma avrei preferito non averlo mai dovuto fare. Inizialmente pensavo sarebbe stato un film di tre ore diviso in sei episodi di mezz’ora, ma il progetto è cambiato ed ora è una cosa diversa”.

Sul fatto di non essere in concorso, Allen ripete la stessa risposta di sempre:

“Non lo sono mai stato, non riesco a capire in che modo un film possa essere meglio di un altro. Il padrino è meglio di Quei bravi ragazzi? Chi lo dice? La gente fa film per ragion diverse. Per soldi ad esempio. O per ragioni artistiche. Io li faccio perché mi piace il lavoro. Una volta che il film è finito e lo vedo, ecco, è tutto. Lascio la sala e non lo vedo più per tutto il resto della mia vita ”

Cinema chiusi fino al 5 marzo, QUI gli ultimi aggiornamenti.


Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

WandaVision – Lo spot del ToastMate 2000, un prodotto Stark Industries 21 Gennaio 2021 - 8:45

Marvel Entertainment ha pubblicato on-line lo spot del ToastMate 2000, visto nel primo episodio di WandaVision: una finta pubblicità che nasconde dei riferimenti al passato di Wanda.

Marvel’s Behind the Mask: un nuovo documentario sui nostri eroi preferiti, dal 12 febbraio su Disney+ 20 Gennaio 2021 - 21:15

A partire dal 12 febbraio, sarà disponibile su Disney+ Marvel’s Behind the Mask, un nuovo documentario che racconterà la storia dei principali eroi di casa Marvel, soffermandosi sull’identità che si nasconde dietro le loro maschere.

Secondo Paul Greengrass, tra sei mesi torneremo tutti al cinema 20 Gennaio 2021 - 21:15

Il regista di Notizie dal mondo è ottimista: torneremo al cinema prima di quello che crediamo

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.