L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Resident Evil Revelations 2: La Recensione

Di Fabrizio Tropeano

maxresdefault

Il primo episodio di Resident Evil Revelations, uscito nel 2012 su Nintendo 3DS (e poi trasposto anche su PC, Playstation 3 ed Xbox 360), portò con sè una rivoluzione non da poco nella serie firmata Capcom: per la prima volta, FINALMENTE, potevamo sparare e camminare contemporaneamente, una evoluzione di cui si sentiva l’assoluta necessità. A distanza di tre anni, il sequel ugualmente ha elementi rivoluzionari visto che RER2 è uscito in versione digitale sotto forma di 4 episodi disgiunti (elemento comunque ripreso dal primo capitolo diviso ugualmente in episodi se pur in una sola volta) a cadenza settimanale e solo a brevissimo (il prossimo venerdi 20 marzo) sarà disponibile in versione “fisica” e completa.

Revelations si conferma quindi la “sotto-serie” di Resident Evil portatrice di maggiore innovazione ma, al di là della distribuzione, cosa ha da proporci questo secondo capitolo? Non vi rimane che continuare a leggere i prossimi paragrafi per scoprirlo…

Resident Evil Revelations 2 vede il ritorno di uno dei personaggi più amati della serie, Claire Redfield. Sopravvissuta agli incidenti di Raccoon City raccontati nei precedenti Resident Evil, Claire lavora adesso per l’organizzazione anti-bioterroristica chiamata Terra Save dove, nell’incipit del videogame, si sta dando il benvenuto a Moira Burton. Improvvisamente un commando armato fa irruzione nella sede della società. Claire e Moira rimangono svenute nell’attacco e si svegliano più tardi ritrovandosi in una oscura e abbandonata struttura di detenzione.

Unendo gli sforzi, dovranno scoprire chi le ha rapite e con quale fine. Con terrificanti creature nascoste dietro ogni angolo, i giocatori dovranno utilizzare le armi e le munizioni in modo saggio, nella migliore tradizione dei giochi survival horror.  Riusciranno Claire e Moira a restare vive e a scoprire chi le ha deportate in quest’isola remota? Chi incontreranno nel loro cammino? Ci fermiamo qui ovviamente per non fornirvi alcuna anticipazione di sorta ma la trama e la narrazione da telefilm “maturo” con colpi di scena a ripetizione e vari intrecci dei personaggi ci è piaciuta veramente tanto dall’inizio alla fine.

204159_2

Esattamente come il suo predecessore, RER2 è un action adventure ovviamente caratterizzato da elementi survival horror. Rispetto al primo capitolo però, questa volta Capcom ha preferito puntare maggiormente sulla componente d’azione ed utilizzando qualche enigma come diversivo nel gameplay. Ripresa anche la formula del doppio personaggio “switchabile” in ogni situazione anche se in taluni frangenti saremo obbligati a prenderne uno per andare avanti nell’avventura.

Ottimo lavoro anche sul fronte della durata del gioco: l’avventura principale richiede una decina di ore per essere portata a termine a cui si sommano tutte le ore che vorremo passare in compagnia del raid mode (una sorta di survival mode con personaggi gestibili in stile gioco di ruolo con tantissimi elementi sbloccabili) che dal 31 marzo con un aggiornamento gratuito, sarà possibile giocare anche in co-op online. Il quadro viene completato da due episodi aggiuntivi focalizzati sulle storie dei nuovi personaggi introdotti nella saga.

Sicuramente dove si poteva fare di più è in ambito tecnico. Il gioco su PC (la versione da noi testata) è un prodotto decisamente derivativo dalle versioni Playstation 3 ed Xbox 360 e, quanto si legge in giro, accade lo stesso anche su Playstation 4 ed Xbox One. Sia chiaro, gli effetti luce sono convincenti, la fluidità a 60 frames al secondo non è mai messa in discussione ma a livello di qualità delle texture delle ambientazioni e dei personaggi stessi, il gap con prodotti usciti negli ultimi mesi è piuttosto elevato.

Di tutt’altro livello invece il comparto sonoro, con un accompagnamento musicale di altissimo pregio e sempre in grado di caricare di tensione ogni situazione di gioco. Anche il doppiaggio in italiano è di buona fattura senza nessun particolare calo qualitativo.

Nell’insieme quindi, Resident Evil Revelations 2 convince in fatto di narrazione, gameplay, longevità ed atmosfera mentre sicuramente poteva essere maggiormente valorizzato sul fronte visivo. Questo deficit però non impedisce di consigliarne l’acquisto a tutti gli amanti di una delle più famose saghe di videogiochi ed in generale a chi ama l’horror videoludico o filmico che sia.

VOTO: 8.5

Cinema chiusi fino al 15 gennaio, QUI gli ultimi aggiornamenti.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Spider-Man 3 – Un video di Sony Latinoamerica conferma Tobey Maguire e Andrew Garfield? 4 Dicembre 2020 - 10:53

Il canale ufficiale di Sony Latinoamerica conferma che in Spider-Man 3 vedremo tre Arrampicamuri: Tom Holland, Tobey Maguire e Andrew Garfield.

Polemica per Letitia Wright: l’attrice di Black Panther pubblica dei tweet antivaccinisti 4 Dicembre 2020 - 10:47

Nelle ultime ore alcuni tweet di Letitia Wright, volto di Shuri in Black Panther, hanno sollevato un polverone nel web.

Tutti i film horror in tv dal 4 al 10 dicembre 4 Dicembre 2020 - 10:03

ScreenWEEK è qui per proporvi una settimana all’insegna del brivido! Ecco la programmazione completa dei film horror in arrivo sul piccolo schermo nei prossimi sette giorni.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.