L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

La Solita Commedia – Inferno, la recensione

Di Leotruman

La_solita_commedia_-_Inferno_Poster_Italia

L’inferno è nel caos totale, e Minosse, il suo guardiano, si trova in grave difficoltà visti i nuovi peccatori in arrivo difficili da smistare per via dei loro peccati 2.0: stalker, hacker, pornodipendenti, abusatori di selfie, seminatori di bruttezza, in quale girone devono essere inviati?

Lucifero è costretto a recarsi in Paradiso per parlare con un “umanissimo” Dio e trovare al più presto una soluzione. Si sceglie di inviare nuovamente Dante Alighieri sul nostro mondo per far stilare un elenco di tutti i nuovi peccati, e a fargli da guida il trentenne precario Demetrio Virgilio. Più che elencare i nuovi peccati, Dante si accorge presto che il vero inferno è sulla Terra, popolata dai vizi e dai tic di ogni italiano medio, e la routine quotidiana è a tutti gli effetti una “giornata d’inferno

Biggio e Mandelli sono sempre stati altro rispetto a I Soliti Idioti, serie tv (più due film da 20 milioni id euro) che non solo li hanno fatti conoscere ma ha permesso loro di acquisire maggiore indipendenza per sviluppare proposte, idee e soggetti.

La solita commedia   Inferno

Se si iniziano a fare paragoni, con Monty Python o Cochi e Renato, il gioco finisce male e subito. Se invece prendiamo la coppia Biggio e Mandelli per quello che sono, attori, sceneggiatori e registi con una cattiveria molto lucida, un umorismo non sempre sottile ma fortemente dissacrante, e la capacità di “fotografare” in modo istantaneo e senza filtri la nostra società, allora si comprende facilmente come La Solita Commedia non sia la “solita commedia”.

Solo all’apparenza realizzato in stile “Soliti Idioti”, con la coppia impegnata ad interpretare decine di ruoli tra maschere e costumi, tra l’altro insieme agli altri attori del cast Gianmarco Tognazzi, Tea Falco, Marco Foschi e Daniela Virgilio, il film ha un bell’impianto produttivo. Scenografie, costumi, trucco, fotografia curata più della maggior parte delle decine e decine di “solite commedie” uscite in sala negli scorsi mesi, con un montaggio per nulla banale.

Il film procede come un viaggio trai nuovi gironi, dal supermercato sino al Ministero della Bruttezza, alternato con piccole chicche che raccontano i nuovi peccati 2.0. Non tutti i quadri funzionano allo stesso modo, ma ci sono alcune persone che divertono molto, anche se lo scopo della pellicola è più quello di far sorridere che ridere a crepapelle. La fotografia dell’Italia e del popolo italiano è agrodolce, e ci si riconosce in molti dei difetti proiettati sul grande schermo, così come nei nostri peccatucci e debolezzi. Di certo non possiamo parlare di ruolo catartico, ma i 95 minuti funzionano, sono scorrevoli e non annoiano. Il tutto lascia presagire un seguito della pellicola, che andrebbe così a costituire una vera e propria trilogia, alla quale seguirebbe quindi Purgatorio e Paradiso, proprio come nella Divina Commedia di Dante.

Anche i detrattori dei Soliti Idioti potranno cambiare idea con La Solita Commedia su Biggio e Mandelli. La sensazione è che gradualmente il duo comico possa liberarsi completamente in futuro dal fardello (per nulla rinnegato) di Gianluca e Ruggiero, e proporci qualcosa di completamente innovativo e divertente. Il primo passo c’è stato, ed è giusto ammetterlo così come riconoscere il loro potenziale e l’attenzione in molti dettagli a volte trascurati in questo genere cinematografico tanto bistrattato negli ultimi anni nel nostro paese.

La solita Commedia – Inferno, il nuovo film di Biggio e Mandelli, arriverà domani nelle sale italiane.

Vi ricordiamo che abbiamo incontrato a Roma Fabrizio Biggio e Francesco Mandelli. QUI trovate il nostro racconto alla scoperta dei peccati 2.0.
Per maggiori informazioni potete consultare la scheda film sul sito Warner Bros. QUI trovate la pagina Facebook ufficiale.

Cinema chiusi fino al 15 gennaio, QUI gli ultimi aggiornamenti.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Death to 2020: il teaser del mockumentary Netflix di Charlie Brooker 4 Dicembre 2020 - 15:22

Charlie Brooker realizzerà per Netflix un mockumentary incentrato sul 2020. Ora sappiamo anche il titolo del mockumentary in questione: Death to 2020.

Il primo film animato indiano di Netflix, ecco Bombay Rose 4 Dicembre 2020 - 14:30

A partire da oggi, venerdì 4 dicembre, è disponibile su Netflix Bombay Rose. Ecco tutto quello che dovete sapere sul film di animazione indiano, la trama e il trailer.

American Gods – Il trailer ufficiale e il poster della terza stagione 4 Dicembre 2020 - 13:45

Continua la guerra tra vecchie e nuove divinità nel trailer ufficiale di American Gods 3, la cui premiere è attesa per l'11 gennaio su Amazon Prime Video.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.