L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Innumerevoli Ombre: ScreenWEEK intervista Diego Pagotto

Di Filippo Magnifico

Diego Pagotto

Diego Pagotto è tra i protagonisti del quarto episodio di Innumerevoli Ombre, la webserie scritta e prodotta da Antonio Micciulli (Tempo di Reazione) che si è conclusa la scorsa settimana, riscuotendo un grande successo sia di critica che di pubblico.

ScreenWEEK.it ha avuto il piacere di intervistare quest’attore, attivo nel mondo della settima arte da ormai più di 10 anni (il suo esordio risale al 2001, con Un mondo d’amore di Aurelio Grimaldi) e comparso in pellicole come Fuga dal Call Center e L’uomo che verrà.

Innumerevoli Ombre ha avuto moltissime visualizzazioni, la serie è cresciuta puntata dopo puntata. Secondo te quali sono i motivi di questo successo?

Innanzitutto la qualità che traspare dagli episodi, intendo la qualità tecnica e artistica.
Sceneggiatura, regia, fotografia, recitazione, musiche sono stati tenuti in forte considerazione, grazie alla presenza di professionisti del settore.
Credo che un altro punto forte di questa serie sia l’ambientazione rurale dell’800, qualcosa di nuovo e innovativo per le web series, in più l’uso del dialetto delle varie regioni oltre all’originalità garantisce continuità al progetto e lo trovo molto interessante.

Come sei stato coinvolto in questo progetto?

Ricordo che sono stato contattato da Antonio Micciulli che mi ha parlato di questo progetto.
Di Antonio avevo visto il film “Tempo di Reazione”, mi era piaciuto, lo trovo un ottimo lavoro e per questo mi sono interessato al progetto.
Quando ho letto la sceneggiatura ho capito che era interessante e poteva essere sviluppato in modo da realizzare un’opera apprezzabile.

La tua interpretazione è particolarmente intensa, questo ruolo ha richiesto molta preparazione?

Ti ringrazio, mi fa piacere che hai avuto l’impressione di una interpretazione intensa, questo era l’obiettivo che mi ero posto, che fosse reale e intensa.
Tutti i ruoli necessitano di una preparazione, non solo nella memorizzazione delle battute che è la cosa più semplice, ma nella strutturazione della vita personaggio.
Il mio personaggio è quello di un uomo di origini contadine che nella notte più importante della sua vita, sta per diventare padre, ha cominciato ad annegare l’ansia dell’attesa con i fumi dell’alcool.
La sua ansia diventerà disperazione con l’evolvere della vicenda nella sua tragicità. E’ veramente un bel ruolo, ricco di emozioni. Questo è ciò su cui ho lavorato prima delle riprese, quando vado sul set lascio il lavoro fatto in precedenza e mi faccio trasportare dal momento.

Che atmosfera si respirava sul set? C’è qualcosa in particolare che ricordi con più piacere?

Sul set c’era un’atmosfera di grande amicizia, mi sono trovato davvero bene e sono giorni che ricordo con piacere.
Con Federico Spiazzi, il regista dell’episodio, ci siamo trovati subito in grande sintonia, questo ha facilitato notevolmente le riprese.
Lavorare con lui è stato un piacere, eravamo d’accordo sull’interpretazione delle scene e sulla visione del film in generale.
Ricordo che, mentre i tecnici stavano già smontando la scena, io e Federico andavamo avanti a girare per i fatti nostri perché ci veniva in mente qualche inquadratura da aggiungere, siamo riusciti a rubare diversi dettagli anche se eravamo in ritardo e la segretaria di edizione continuava a dire che dovevamo spostarci per il cambio scena.
E’ stato davvero divertente, si sentiva che il film ci aveva preso e che volevamo fare tutto il possibile per avere sempre più inquadrature per il montaggio, era come se non volessimo smettere di creare questo film.
Alla fine eravamo stanchissimi ma felici di aver partecipato ad un progetto in cui credevamo sinceramente.

Se dovessi chiederti di descrivere Innumerevoli Ombre usando i primi tre aggettivi che ti vengono in mente?

Innovativo. Emozionante. Suggestivo.

2

QUI trovate il primo episodio della webserie

QUI trovate il secondo episodio

QUI trovate il terzo episodio

QUI trovate il quarto episodio

QUI la nostra intervista a Isabella Tedesco

QUI la nostra intervista a Fulvio Falzarano

QUI la nostra intervista ad Antonio Covatta

Il titolo Innumerevoli Ombre è un omaggio al racconto “Inviti Superflui” di Dino Buzzati e mette in evidenza lo spirito di questo progetto, che attraverso quattro episodi, ambientati nell’Italia contadina di fine 800, cercherà di analizzare un sentimento unico: la distanza rispetto agli altri e la mancanza di empatia, che si traduce in egoismo ed egocentrismo. La serie si interroga sugli effetti che questa distanza produce quando si riversa nei confronti di un coniuge, dei familiari o quando è rivolta a tutti quelli che vivono nello stesso ambiente, il tutto avvolto da una suggestiva atmosfera fantastica.

I quattro episodi che compongo la serie, ognuno parlato in un dialetto (Pugliese, Friulano, Marchigiano, Veneto), sono stati diretti da giovani registi emergenti, nello specifico Dario Di Viesto, Federico Spiazzi, Federico Scargiali e Luca Simon Biccheri. Nel cast troviamo Fulvio Falzarano (Benvenuti al Sud, Benvenuti al Nord), Fabrizio Buompastore (Distretto di Polizia, Raccontami), Diego Pagotto (Bella Addormentata, L’Uomo che Verrà).

Per maggiori informazioni vi invitiamo ad iscrivervi al Canale YouTube della serie a e anche al profilo facebook ufficiale.

Cinema chiusi fino al 15 gennaio, QUI gli ultimi aggiornamenti.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Cinderella: Olivia Colman, Helena Bonham Carter, Anya Taylor-Joy nella pantomima prodotta da Richard Curtis 3 Dicembre 2020 - 21:56

Olivia Colman, Helena Bonham Carter e Anya Taylor-Joy protagoniste nella pantomima di Cinderella prodotta da Richard Curtis per BBC

Cynthia Erivo nel biopic di Sarah Forbes Bonetta, principessa “regalata” alla Regina Vittoria 3 Dicembre 2020 - 21:30

Un'incredibile storia vera, dimenticata dai libri di storia; Benedict Cumberbatch sarà il produttore esecutivo

House of The Dragon: un drago ritratto nei primi concept del prequel di Game of Thrones 3 Dicembre 2020 - 21:09

Prime immagini per House of the Dragon, la serie prequel di Game of Thrones che racconterà la storia della Casa Targaryen.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.