L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Fast & Furious 7 è la dimostrazione che nessun attore è indispensabile?

Di Filippo Magnifico

Fast & Furious 7 Paul walker

Un attore è sul serio indispensabile? Un interrogativo che è tornato prepotentemente alla ribalta con l’imminente arrivo in sala di Fast & Furious 7. La tragica, improvvisa, inaspettata morte di Paul Walker aveva compromesso irrimediabilmente la lavorazione del film, mettendo l’intera produzione di fronte ad un bivio sia economico che morale: ultimare le riprese, fare in modo che il film potesse avere una data di uscita era diventato un dovere, soprattutto per omaggiare il principale volto (con Vin Diesel) di quel franchise.

Alla fine l’ostinazione ha vinto, il regista James Wan è riuscito a portare a termine un’impresa che sembrava impossibile, perché Walker aveva girato gran parte delle sue scene, ma mancavano alcuni momenti fondamentali per la storia. Come è stato possibile tutto questo? Grazie a una serie di trucchetti, che comprendono frammenti ricavati dai precedenti capitoli della saga, il coinvolgimento di Caleb e Cody Walker, fratelli di Paul Walker, e l’aiuto fondamentale della Weta Digital, la compagnia di effetti speciali digitali fondata da Peter Jackson.

Fast and Furious 7 trailer

La Universal non ha voluto rivelare l’impatto che tutto questo ha avuto sul risultato finale, si tratta di un lavoro così ben fatto che sembra impossibile distinguere quali siano le scene realizzate dopo la tragedia. Come abbiamo detto nella nostra recensione:

Ricordiamo inoltre che sono stati coinvolti Caleb e Cody Walker, fratelli del compianto Paul Walker, morto durante le riprese. La produzione ha deciso di chiamarli per la realizzazione di alcune scene: i due hanno contribuito a far rivivere Brian O’Conner insieme a controfigure/stuntmen e all’aiuto della CG per le inquadrature più ravvicinate (pochissime quelle che si notano, ma mai fastidiose o ridicole: complimenti ancora a produzione, Weta Digital e Wan). L’effetto è incredibile e Paul Walker sembra esserci e recitare dall’inizio alla fine senza stacchi visibili, e ne siamo lieti perché in questo capitolo più che mai l’attore si stacca dal ruolo di semplice spalla e recita, portando sulle sue spalle tutta una serie di importanti e cruciali sequenze del film.

Sembra che tutto questo ci sia trasportando verso un futuro in cui ogni attore può rivivere sul grande schermo se necessario e questo con una fatica sempre minore.

Per anni i registi hanno sviluppato tecniche sempre più sofisticate per sopperire alla mancanza di un attore. Nel 2000, ad esempio, Robin Shenfield, CEO di The Mill, un’altra compagnia di effetti speciali digitali, è riuscito a riportare in vita Oliver Reed, morto durante le riprese de Il Gladiatore. Frammenti da alcune scene eliminate vennero utilizzati per creare una maschera successivamente montata sul corpo di una controfigura. “C’erano anche delle scene di dialogo, quindi abbiamo dovuto modificare i movimenti della sua bocca” ha rivelato Shenfield.

Oggi è possibile ricreare un attore in digitale. The Mill, ad esempio, ha realizzato per il mercato cinese uno spot per il whisky Johnny Walker della durata di 90 secondi, riportando in vita Bruce Lee e ricreandolo interamente in digitale:

La grafica digitale e il cinema hanno raggiunto un connubio così stretto che realizzare scansioni in 3D del volto di un attore prima dell’inizio delle riprese di un film è diventata una consuetudine. Il fine è quello di aver già pronte delle maschere digitali da sovrapporre alle controfigure per le scene d’azione più complicate. Cosa fatta, ad esempio, in Captain America: The Winter Soldier, come spiegato dal supervisore agli effetti visivi Scott Squires:

“Se si capisce che una scansione dell’attore può essere necessaria, lo si può fare all’inizio delle riprese. Ho anche sentito di alcuni Studio che hanno scansioni degli attori immagazzinate nei loro archivi.”

In questo modo, in un futuro neanche troppo lontano, ogni casa di produzione avrà accesso ad un vastissimo archivio di attori. Vivi o morti.

Fast and Furious 7 Teaser Poster Italia

Fast & Furious 7 farà il suo ingresso nelle nostre sale il 2 aprile 2015. Per tutti gli aggiornamenti sul film potete consultare la pagina Facebook ufficiale italiana.

Fonte: THR

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Garret Dillahunt e Scoot McNairy in Blonde, film su Marilyn Monroe 20 Settembre 2019 - 0:14

Alla regia Andrew Dominik, alla produzione Brad Pitt.

Mayim Bialik e Jim Parsons ancora insieme per la sitcom Carla 19 Settembre 2019 - 23:53

Si tratta del remake americano dello show britannico Miranda.

Joaquin Phoenix sarà protagonista del prossimo film di Mike Mills 19 Settembre 2019 - 23:42

Le riprese inizieranno il prossimo autunno.

La storia di Waterworld (FantaDoc) 19 Settembre 2019 - 16:08

L'annacquata storia di Waterworld, il buco nell'acqua di Costner. Ma sarà poi vero?

THE DOC(MANHATTAN) IS IN – Batman, il telefilm 18 Settembre 2019 - 15:47

Nanananananananana...

7 cose che forse non sapevate sulla Famiglia Mezil 17 Settembre 2019 - 16:32

Lo storico cartoon della Famiglia Mezil, che veniva da oltre cortina e... ha ispirato i Simpson?!?