Condividi su

30 marzo 2015 • 17:45 • Scritto da Marlen Vazzoler

Adam Nimoy dirigerà un documentario sul padre intitolato For the Love of Spock

Simon Pegg torna a parlare dello script di Star Trek 3 e smentisce le voci secondo le quali Elba interpreterà un Klingon...
Post Image
0

leonard-nimoy-zachary-quinto

Molti mesi prima della morte di Leonard Nimoy, l’attore aveva discusso col figlio Adam in merito alla realizzazione di un documentario intitolato For the Love of Spock incentrato sulla natura senza tempo del personaggio e la sua interpretazione del vulcaniano membro dell’equipaggio dell’Enterprise. L’attore ha continuato a lavorare al progetto, nonostante la malattia ai polmoni che l’aveva colpito l’anno scorso, e ne aveva parlato col figlio due giorni prima di morire, un mese fa.
Venerdì scorso Adam ha annunciato che andrà avanti con il progetto che uscirà in occasione del cinquantesimo anniversario della prima messa in onda dello show (8 settembre 1966).

“Sentiva di aver tempo in abbondanza, ma poi è peggiorato precipitosamente. Mi ha colpito l’affetto nei suoi confronti dopo la sua morte, quindi penso che questa sia la cosa giusta da fare. Sarà un tributo a mio padre e a Spock. Abbiamo molto su cui lavorare perché mio padre amava raccontare storie ed era molto affezionato a questo ruolo”.

For the Love of Spock verrà narrato da Zachary Quinto, l’interprete del giovane Spock nella nuova versione cinematografica dei film di Star Trek. Al film parteciperà anche William Shatner, l’interprete del Capitano James T. Kirk.
Adam ha intenzione di ottenere un finanziamento convenzionale ma ha dichiarato di non essere opposto al crowfunding.

simon-pegg-star-trek-into-darkness

Continuiamo a parlare di Star Trek, per l’esattezza di Star Trek 3 al momento in fase di sceneggiatura. Simon Pegg ha dichiarato che lo script del film a cui sta lavorando con Doug Jung non ha niente ha che fare con la bozza stesa in precedenza da Bob Orci, che non ha nemmeno letto.

“Siamo tornati al tavolo da disegno. Abbiamo avuto degli incontri creativi con Justin e c’erano delle cose che voleva che ci fossero. Non ho mai scritto niente del genere finora. Non sono mai stato il custode di qualcosa, di solito è mio quello che scrivo. Invece con questo, ti vengono date un sacco di cose. ‘Guarda vogliamo questo in questo e questo in questo’. O Justin dice – ha un’incredibile mente visiva, Justin, è davvero bravo in quel genere di coreografia. Quindi dice: ‘Cosa accadrebbe se succedesse questo?’ Così io e Doug diciamo ‘Ok, va bene, proviamo e inseriamolo’. Perciò è un processo interessante”.

Pegg aggiunge che a differenza del film precedente, un po’ troppo referenziale, questo nuovo capitolo non solo racchiuderà lo spirito dell’avventura e dell’esplorazione, e in termini moderni l’impatto sulla ciurma di una missione così lunga, che ti porta lontano da casa.

“Stiamo cercando di evolvere la storia e allo stesso tempo di non trascurarla”.

L’attore ha inoltre smentito le voci sul possibile casting di Idris Elba in un Klingon.

Chris Pine, Zachary Quinto, Anton Yelchin, Karl Urban, Zoe Saldana e Simon Pegg torneranno a recitare in questo terzo episodio. L’uscita è prevista per l’8 luglio 2016, quando verrà festeggiato il 50° anniversario della franchise

Fonti Absolute Radio, denofgeek, Variety

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *