L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Under Night In-Birth Exe Late: La Recensione per Playstation 3

Di Fabrizio Tropeano

image

Un tempo (anni 70-80-90) era la normalità: i migliori videogames arrivavano nelle sala giochi e poi venivano convertiti più o meno bene su console e computer da casa. Poi con la potenza sempre più grande delle macchine da gioco casalinghe ed anche il cambiamento “ontologico” del gaming, il centro dell’industria videoludica si è allontanato tantissimo dai luoghi pubblici e si è spostato alla dimensione domestica o a quella mobile personale.

Under Night In-Birth Exe Late rappresenta quindi l’eccezione che conferma la regola. Il titolo inizialmente è infatti arrivato nelle sala giochi giapponesi (nella terra del sol levante hanno un’utenza molto più elevata rispetto al resto del mondo) per poi arrivare (con molte features aggiunte per aumentarne la longevità) in esclusiva su Playstation 3 e finalmente anche in Europa grazie a Bandai Namco. Dopo questo lungo preambolo andiamo quindi a conoscerlo più da vicino.

Il titolo, come avrete sicuramente capito dal trailer appena sopra, è un tipico beat’em up a duelli a due dimensioni. Il 2D è ancora la forma più apprezzata dai appassionati di picchiaduro se pensiamo che oltre a questi prodotti di nicchia, anche blasoni come Street Fighter e Mortal Kombat dopo tanti anni sono rimasti fedeli a questo approccio.

I numeri di Under Night In-Birth Exe Late sono i seguenti: 15 lottatori (tutti con uno stile di lotte particolare e diversificato), 16 arene e 6 Modalità di gioco. Queste ultime sono le più tipiche del genere ovvero l’Arcade Mode (con tanto di storia raccontata stile manga), Versus (sia offline che online dove qualcuno si sorprenderà nel trovare un numero elevato di potenziali avversari), Score Attack Mode, Time Attack Mode, Survival Mode e Training Mode. Non mancano ovviamente neppure elementi da sbloccare.

Under-Night-In-Birth-Exe-Late_2014_06-16-14_001

Per quanto riguarda il sistema di combattimento, il giocatore ha a disposizione i tipici tre tasti per gli attacchi standard, vale a dire forte, medio e debole con l’aggiunta del tasto dal doppio uso: per parare e per la ricarica del Grind Grid, un potere speciale momentaneo che però porta ad avere un vantaggio particolarmente elevato rispetto all’avversario. Il particolare meccanismo del Grind Grid esorta il giocatore ad essere il più aggressivo possibile nell’azione di gioco.

Luci ed ombre per quanto riguarda l’aspetto tecnico: le animazioni sono molto curate ma peccano a volte in fluidità, mentre i personaggi sono veramente ben fatti e ricchi di dettagli. Anche le ambientazioni sono molto rifinite ma non sono stati utilizzati molto poligoni per la loro costruzione e take carenza si nota palesemente. Più che discreto il sonoro, con tutto il doppiaggio solamente in giappones e brani che variano dal pop-rock all’elettronica e che riescono ad accompagnare degnamente gli scontri.

under-night-in-birth-exe-late-02

Under Night In-Birth Exe Late è quindi un titolo riuscito ma non adatto a tutti: se amate infatti i picchiaduro 2D troverete in questo titolo motivi di soddisfazione, a patto che siate disposti a soprassedere su un comparto tecnico decisamente non all’avanguardia. Un titolo tipicamente di nicchia che soddisfa quindi in modo soddisfacente soltanto determinati palati videoludici.

VOTO: 7.5

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Ci sarà un revival di Nash Bridges, sarà un film e questo sarà il cast… 7 Maggio 2021 - 21:15

Ecco gli attori che affiancheranno Don Johnson e Cheech Marin nel film che potrebbe anche lanciare una nuova serie

Belle: Un dietro le quinte di cinque minuti del film di Mamoru Hosoda 7 Maggio 2021 - 21:08

Primo appuntamento con una serie di dietro le quinte dedicati al film Belle di Mamoru Hosoda. Annunciati quattro doppiatori tra cui Shōta Sometani. A fine mese si concluderanno le audizioni a livello mondiale per una piccola parte vocale nel film

Il regista di Tyler Rake dirigerà Idris Elba in Stay Frosty 7 Maggio 2021 - 20:30

Sarà un film nella vena degli action natalizi anni '80 come Arma letale e Die Hard

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.

Perché Godzilla non è figlio di una bomba atomica (e tanto meno delle atomiche della Seconda Guerra Mondiale) 5 Maggio 2021 - 14:37

Il primo Godzilla di Ishiro Honda, nel '54, e la paura del nucleare venuta dal mare (e nata due milioni di anni prima).

STAR WARS: THE BAD BATCH – EPISODIO 1 | RECENSIONE 4 Maggio 2021 - 9:01

Debutta oggi su Disney+ Star Wars: The Bad Batch, il sequel/spin-off di The Clone Wars. Le nostre impressioni sul primo episodio.