Condividi su

09 febbraio 2015 • 09:08 • Scritto da Leotruman

Una Notte al Museo 3 vince ancora il weekend, Birdman miglior media per sala

Il fantasy Una Notte al Museo 3 rimane per il secondo weekend in testa alla classifica italiana, davanti alla commedia Non sposate le mie figlie e il kolossal dei Wachowski Jupiter - Il Destino dell'Universo. Maccio Capatonda scivola al quarto posto, mentre la miglior media la fa registrare l'acclamato Birdman. Ecco gli incassi del weekend:
Post Image
0

Una Notte al Museo 3 Poster USA 03

Calo ridotto del 38% e prima posizione per la seconda settimana consecutiva. L’assenza di concorrenza nel campo delle pellicole per famiglie ha permesso a Notte al museo 3: il Segreto del Faraone di Shawn Levy, il terzo capitolo della saga per famiglie con protagonista Ben Stiller, ma anche il compianto Robin Williams e un nutrito cast di star, di rimanere in testa anche questo weekend.

Altri 1.31 milioni di euro, con una media di 2800 euro per sala, per un totale aggiornato di 3.8 milioni di euro. Non raggiungerà con tutta probabilità i 6.9 milioni del secondo episodio (e gli 11.4 milioni del primo capitolo sono off-limits), ma la saga si conferma piuttosto amata nel nostro paese.

La commedia dei record in Francia (80 milioni di euro, 12 milioni di spettatori) è sbarcata anche in Italia, e ha conquistato una solida seconda piazza. Parliamo di Non sposate le mie figlie! di Philippe de Chauveron, e l’incasso nei quattro giorni è stato di 1.11 milioni di euro, con una media positiva di 3500 euro per sala. Ricordiamoci i quasi 15 milioni di euro raccolti nel 2012 da Quasi Amici anche in Italia, non rivedremo tali cifre ma attenzione al passaparola e alla coda di questa commedia.

Al terzo posto troviamo Jupiter – Il destino dell’universo di Andy e Lana Wachowski, il nuovo film fantascientifico scritto e diretto dai creatori di Matrix con Mila Kunis (Il grande e potente Oz) e Channing Tatum (Magic Mike), Sean Bean (Game of Thrones) e il quasi premio Oscar Eddie Redmayne (La Teoria del Tutto). Si parla di 962mila euro, con una media per sala di circa 2100 euro (probabilmente zavorrata più che aiutata dal 3D). Un dato in linea con quelli internazionali, visto che ha raccolto circa 19 milioni negli USA e 51 milioni nel mondo, cifra valida per la prima posizione a livello globale nel weekend. Il kolossal è costato 176 milioni di dollari, la tenuta sarà essenziale per recuperarli.

Scivola al quarto posto Maccio Capatonda e il suo Italiano Medio: la commedia demenziale è calata del 55% rispetto all’esordio, e ha incassato altri 895mila euro, per un totale di quasi 3.5 milioni di euro. È probabile che finirà la sua corsa vicino ai 5 milioni finali, un risultato per nulla disprezzabile per l’esordio del comico.

Quinta posizione ma grandissimo esordio per l’acclamato Birdman (o l’imprevedibile virtù dell’ignoranza) di Alejandro González Iñárritu, regista di pellicole come 21 GrammiBabel e Biutiful. Il film, che ha raccolto numerosi consensi ed tra i favoriti alla prossima Notte degli oscar (ha vinto anche il DGA nella notte oltre al PGA), ha incassato 820mila euro nei quattro giorni con solamente 191 schermi a disposizione. La media per sala vola quindi a quota 4300 euro, la più elevata dell’intera classifica. Aspettiamoci un passaparola positivo e una lunga coda per la pellicola, anche grazie alla visibilità dei prossimi premi.

Proseguendo troviamo Unbroken di Angelina Jolie, che cala del 42% e incassa altri 642mila euro (2 milioni il totale raggiunto in 11 giorni), seguito dal cartoon Mune – Il Guardiano della Luna, con 634mila euro e media di 2200 euro per copia. Ottava posizione per la commedia Non c’è 2 senza Te, con protagonisti Dino Abbrescia, Fabio Troiano e Belen Rodriguez: stroncata dalla critica, il film ha raccolto solamente 467mila euro, con una media di 2400 euro per sala.

Segnaliamo la fine della corsa di American Sniper dopo più di un mese nelle sale: il film dei record di Clint Eastwood ha superato ieri i 18.5 milioni di euro (304mila euro nel weekend), corrispondenti a 2.7 milioni di spettatori paganti.

Su Cineguru trovate altri approfondimenti dedicati al Boxoffice e il nostro nuovo Twitter Cinema Tags, l’infografica che in tempo reale vi mostra i film più citati su Twitter

CLICCATE PER SCOPRIRLA INTERAMENTE.

Condividi su

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *