L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Total War Attila: La Recensione per PC e MAC

Di Fabrizio Tropeano

Total-War-Attila-recensione

Noto ai più per il cult movie con protagonista Diego Abatantuono, Attila è il secondo personaggio storico (il primo è stato Napoleone) a cui Creative Assembly dedica un videogame della serie Total War, una delle più apprezzate di sempre dagli amanti dei giochi di strategia su PC e Mac. A distanza di quasi 2 anni da TW Rome 2, il nuovo capitolo ci porta in secoli bui, in un’epoca di carestia, pestilenze e guerra, in cui migliaia di profughi sono in fuga da un’ondata di morte e distruzione.

L’impero romano di occidente è sull’orlo del baratro mentre tribù di barbari scatenati si scagliano contro la decadente potenza. Si sta radunando una forza enorme e terrificante, guidata da un re guerriero con una sete di conquista senza eguali. Il flagello di Dio, l’araldo dell’Apocalisse: Attila l’unno.

Per chi ancora non avesse avuto il piacere di provare questa splendida serie, spieghiamo subito che il gioco è diviso sostanzialmente in due fasi: troviamo sia battaglie in tempo reale che fasi a turni che fanno da intermezzo. Queste ultime sono fondamentali per seguire al meglio gli aspetti di crescita delle nostre città, potenziare e sviluppare gli eserciti, stringere accordi diplomatici, iniziare guerre guerre e, ovviamente, dar vita a preziose alleanze.

Durante gli scontri in tempo reale invece, schieriamo le nostre truppe sul campo di battaglia, daremo loro ordini in modo diretto e queste si muoveranno all’istante di conseguenza: in base alle nostre abilità tattiche potremo conseguire vittorie devastanti così come cocenti sconfitte.

Total-War-Attila-recensione-21

Con Total War: Attila, le meccaniche di gioco hanno raggiunto una complessità e perfezione tali da essere impossibile a descriverle in questa sede: un solo tutorial è tra l’altro insufficiente ed il prologo ci introduce soltanto a quelle che sono le basi di questo mondo virtuale.

In ogni caso, sarà presente anche una voce guida che vi fornirà informazioni fondamentali ogni volta che cliccherete per la prima volta su un’icona o si aprirà un nuovo menù: ma sarà solo con la dedizione e il gioco continuativo che potrete carpire le infinite possibilità che questo gioco offre.

Come si diceva, nelle fasi a turni dovremo prenderci cura non solo dell’esercito (compreso il morale e la stanchezza) ma anche del nostro popolo: per quanto riguarda il primo, potremo aumentare le nostre risorse sia con l’arruolamento che con l’acquisto di mercenari. Per mantenere un esercito però ci vogliono molti soldi e per recuperarli è necessario tassare il popolo: la moneta che otterremo sarà direttamente proporzionale alla grandezza del nostro impero. Occhio però a non esagerare visto che se non staremo attenti, qualcuno dall’interno potrà provare ad insediare il nostro potere.

Tra le novità della serie, ci sono alcune fazioni barbare che non hanno alcun territorio da amministrare e che conducono ad essere utilizzate con le meccanica di un’Orda pronta a depredare in continuazione nuove terre per soddisfare le proprie esigenze. L’Orda però potrà anche cambiare natura ed iniziare a fondare un proprio regno con tutti i cambiamenti del caso. Come potrete capire, con questa introduzione, sarà ancora più diversificato il gameplay  a seconda della fazione che vorremo utilizzare nel corso della campagna. 

Total-War-Attila-recensione-6

Quando incrociamo un esercito nemico o vogliamo conquistare una città, possiamo o affidarci ad una simulazione della battaglia o, come già accennato, prendere i comandi diretti del nostro esercito. La prima scelta si rivela efficace solo se il nostro esercito è negttamente superiore a quello avversario, altrimenti è bene guidare le nostre truppe in modo tale che la nostra tattica possa fare la differenza.

Il problema maggiore delle uscite della serie Total War è sempre stato da ricercarsi nelle risorse spropositate che venivano richieste sotto il punto di vista hardware: per fortuna con Attila questo aspetto si presenta con minore problematicità, tanto che è possibile farlo girare con un frame rate decente anche su computer di due o tre anni fa.

Ovviamente è possibile godere appieno dello spettacolo partorito da Creative Assembly solo con macchine di fascia alta: zoomando sulle unità è possibile vedere gli elmi risplendere, i nemici bersagliati dalle frecce si proteggono sollevando gli scudi, il tutto con un dettaglio grafico che ha dell’incredibile.

Per quanto riguarda infine il sonoro, le musiche di accompagnamento sono epiche al punto giusto ed in perfetta empatia con le monumentali battaglie su schermo mentre la localizzazione completa in italiano è senza infamia e senza lode.

Per l’ennesima volta quindi Creative Assembly è riuscita nel compito, apparentemente impossibile, di migliorare una saga che appariva già di per sè quasi perfetta. Struttura e gameplay sono stati talmente approfonditi che il tutorial appare insufficiente ad illustrare ogni aspetto di questo splendido gioco: questo è forse l’unico difetto che si può ascrivere a Total War: Attila, visto che il gioco è stato espressamente pensato per i veterani della serie, che troveranno quanto di meglio uno strategico possa offrire, mentre i nuovi giocatori faticheranno non poco a riuscire a padroneggiare con disinvoltura i complessi meccanismi ludici. Ma se l’idea di guidare orde di barbari o imperi vi stuzzica, di certo non c’è videogame migliore per farlo.

VOTO: 9

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Knives Out 2: anche Janelle Monáe entra nel cast del film Netflix 12 Maggio 2021 - 20:45

Dopo Dave Bautista ed Edward Norton, anche la star di Antebellum affiancherà Daniel Craig nel sequel di Cena con delitto

Multiverso Marvel: Tutti gli universi cinematografici attualmente esistenti 12 Maggio 2021 - 20:00

Esiste già un multiverso Marvel cinematografico: ecco tutti i diversi universi narrativi che negli anni abbiamo visto al cinema e in tv, in attesa di una possibile unione futura!

Star Wars Celebration: anticipata l’edizione 2022 12 Maggio 2021 - 19:44

Arrivano aggiornamenti sulla prossima edizione della Star Wars Celebration, che come sappiamo è stata posticipata al 2022 a causa della pandemia di Covid-19.

Venom – La furia di Carnage: sì, ma chi è Carnage, il simbionte rosso? 11 Maggio 2021 - 15:52

La storia a fumetti di Carnage, la nemesi di Venom nel secondo film del simbionte dalla lingua lunga.

Anna di Niccolò Ammaniti e il coraggio di una TV che da noi non fa nessuno 10 Maggio 2021 - 11:15

Una miniserie potente, coraggiosa e, come ogni storia di Ammaniti, in grado di prenderti il cuore e portatelo via.

Star Wars: The Bad Batch, la recensione del secondo episodio 7 Maggio 2021 - 14:43

Le avventure della Clone Force 99 di The Bad Batch proseguono, tra facce conosciute e (ovviamente) sparatorie.