L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Cinquanta Sfumature di Grigio – la recensione in anteprima

Di Agnese

Cinquanta Sfumature di Grigio Poster USA 02

Un’attesa straziante durata quasi un anno. La tensione alle stelle, le aspettative alte. Il risultato? Il film di Cinquanta Sfumature di Grigio ha il merito di essere riuscito molto meglio del libro. Evidentemente Sam Taylor-Johnson è molto più brava nel suo mestiere di regista di quanto E.L. James lo sia come scrittrice.

La storia narrata in Cinquanta Sfumature di Grigio, come una fiaba, racconta qualcosa di già sentito centinaia di volte: Anastasia (Dakota Johnson) ingenua Cenerentola, incontra Mr. Grey (Jamie Dornan), Principe Azzurro che si rivela però un misterioso Barbablù. Solo l’ amore di lei, come ne La Bella e la Bestia, potrà salvare (forse), l’algido Christian dai suoi demoni interiori.

Sulla base di questo canovaccio e di oltre 600 pagine di romanzo di bassa qualità, la regista Sam Taylor-Johnson riesce ad infondere leggerezza e vita ai personaggi sullo sfondo di una Seattle patinata e intrigante.

Christian Grey e Anastasia Steele più che trasmettere sensualità, trasudano tenerezza fin dalla scena del loro primo incontro. Occhioni languidi, labbra morse, guance che si arrossano. Quello a cui assistiamo non è trasgressione ma una dolce storia d’amore.

fifty shades cinquanta

Una colonna sonora ottimamente scelta, che The Verge considera addirittura una delle migliori degli ultimi anni, vede una selezione di brani che vanno da Bruce Springsteen, ai Rolling Stone, a Frank Sinatra, a Ellie Goulding, e accompagna egregiamente le scene più romantiche e più hard.

Sì perché le scene hard ci sono eccome, niente pornografia ovviamente, ma abbastanza sensualità da provocare risatine di imbarazzo in sala, talvolta seguite dalle risate della protagonista che, nel suo approccio ironico all’ignoto mondo erotico a cui la introduce Mr. Grey, da forma ad una Ana più reale di quella immaginata dalla scrittrice stessa.

Se talvolta Dakota Johnson sembra un po’ rigida si deve probabilmente al suo personaggio che è, e resta, comunque goffo e poco a suo agio nel suo corpo. Non è certo così per Jamie Dornan i cui pettorali e dorsali guizzano animaleschi sul grande schermo e ci fanno perdonare tutto il resto.

jamie-dornan-50-sfumature-corde

Ebbene sì, la nudità c’è e si vede, ovviamente prevale quella femminile, ma Sam Taylor-Johnson non ha lesinato sulle inquadrature a torso nudo di Jamie,  e all’occhio allenato non sfuggirà un fugace sguardo anche sul pube del sensuale Mr. Grey. Le ragazze sono accontentate dunque! Tanto romanticismo e quel che basta di piccante.

Un film da vedere con benevolenza, con la mente aperta e senza grandi aspettative. Quantomeno bisogna riconoscere alla regista il merito di portare sul grande schermo, in un linguaggio accessibile a tutti, la storia di un uomo che esplora la sua ombra e che cerca nella donna che ama una compagna di viaggio ed una complice. Elementi che, affogati tra mille parole inutili, con difficoltà emergevano dal romanzo.

I NOSTRI SPECIALI:

– Alla scoperta di Jamie Dornan: chi è Christian Grey?

– 50 Sfumature di…SM: bondage e sadomaso al cinema

– Alla scoperta di Dakota Johnson: chi è Anastasia Steele?

– Cinquanta Sfumature di Grigio – Tutti i numeri del fenomeno, dal libro al film

QUI trovate la pagina facebook italiana del film. #50Sfumature #NonMordertiIlLabbro

Cinema chiusi fino al 3 dicembre, QUI gli ultimi aggiornamenti.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

The Flash: fermate le riprese della stagione 7 per un caso di Covid 30 Novembre 2020 - 16:00

Un "membro della squadra" della serie è positivo e asintomatico

Se succede qualcosa, vi voglio bene: il corto animato che ha conquistato Netflix 30 Novembre 2020 - 15:15

Se succede qualcosa, vi voglio bene il corto animato Michael Govier e Will McCormack è da poco sbarcato su Netflix. È ispirato ad una storia vera? Ecco tutto quello che dovete sapere, la trama e il trailer.

Mosul: arriva su Netflix il nuovo film di guerra prodotto dai fratelli Russo 30 Novembre 2020 - 14:30

Mosul è da qualche giorno disponibile su Netflix. Ecco tutto quello che dovete sapere sul film di guerra prodotto dai Fratelli Russo, la trama, il trailer, il cast.

Spawn (FantaDoc) 28 Novembre 2020 - 12:00

All'inferno (e ritorno) i super-eroi!

Small Soldiers (FantaDoc) 2 Novembre 2020 - 16:08

La storia dei soldati giocattolo di Joe Dante.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.