L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Binoche e Kidman: la Berlinale inizia annoiando, ma Taxi è eccezionale

Di Andrea D'Addio

Queen of the Desert

È sicuramente un inizio al femminile quello della 65esima edizione della Berlinale. Le prime due star del festival sono infatti la Juliette Binoche di Nobody wants the Night di Isabel Coixet e la Nicole Kidman di Queen of the Desert di Werner Herzog. Due film biografici, il primo sulla moglie di Robert Peary, a lungo considerato (erroneamente) il primo ad esplorare il Polo Nord, il secondo su Gertrude Bell, scrittrice e diplomatica britannica che dopo la prima guerra mondiale aiutò a delimtare i confini e le successioni di vari Paesi del Medio Oriente. Due storie vere del primo ‘900 entrambe ambientate in location eccezionali, rispettivamente l’Artide ed il deserto. Cos’altro hanno in comune? La noia che generano.

Schermata 2015-02-06 alle 16.16.42

Nobody wants the Night racconta di Josephine Peary, annoiata moglie di Robert Peary che, non avendo nient’altro da fare a New York, decide di cercare di raggiungere il marito alle prese con quello che dovrebbe essere il suo ultimo tentativo di raggiungere il Polo Nord. Arrivata nell’ultimo avamposto abitato e abitabile del ghiacciaio, tutti le sconsigliano di avventurarsi oltre per intercettare la spedizione del marito. “È troppo pericoloso e sta arrivando anche l’inverno”. Lei invece insiste, parte e, come è logico che sia, si accorge di essere stata testarda quando ormai è troppo tardi. Durante la sua avventura conosce però una giovane eschimese con cui stringe un rapporto prima conflittuale, poi di amichevole affetto. Tutte e due le donne sono infatti innamorate dello stesso uomo. Si dovrebbeo odiare, ma la natura le porta ad unire le forze. La voce fuori campo che chiude la pellicola la dice lunga sui contenuti: “Josephine avrebbe continuato a vivere con un tetto sopra di lei, ma avrebbe mai trovato qualcosa con cui coprire il vuoto dentro il suo cuore?”.

Queen of the Desert Foto Dal Film 03

Dal canto suo Queen of the Desert è altrettanto soap opera, ma ha un difetto in più, almeno se ci si deve confrontare con le aspettative dello spettatore: è firmato da Werner Herzog, uno dei più grandi cineasti viventi. Ebbene, il cineasta di capolavori come Fitzcarraldo e Grizzly Man, ha scritto e diretto un grande feulletton sulla Lawrence d’Arabia al femminile, con tanto di storie d’amore fallite (per sfortuna) e una voglia di scoprire il diverso, il che significa beduini, raccontata all’acqua di rose. Strano, ma vero, c’è poco altro da dire se non che l’entrata in scena di Robert Pattinson fa ridere senza volerlo. Persino i titoli di coda richiamano al prodotto televisivo. Peccato.

ps: in realtà tra i due biopic rosa c’è stato anche un terzo film passato in concorso. È Taxi di Jafar Panahi, il regista iraniano a lungo incarcerato ed ora impossibilitato a lasciare il suo Paese. Non si sa come, ma riesce ancora a girare pellicole, per quanto non siano distribuibili a Teharan. In Taxi Panahi interpreta sé stesso e racconta, in soli 84 minuti, tutto l’Iran di oggi. È una commedia eccezionale, di quelle che ti porti dietro per diverse ore, “biografico”, questo sì, nel senso più profondo del termine, dentro non c’è solo la storia, ma l’anima del suo autore.

 

ScreenWEEK è a Berlino per partecipare alla 65esima edizione del Festival. Seguiteci anche su Facebook e Twitter per tutte le novità e le recensioni dalla capitale tedesca.

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

True Love: John David Washington nel nuovo film di Gareth Edwards 6 Maggio 2021 - 12:30

Una storia di fantascienza ambientata nel prossimo futuro, scritta e diretta dal regista di Rogue One e Godzilla

Godzilla vs. Kong – Abbiamo un vincitore! La recensione dell’ultimo film del Monsterverse 6 Maggio 2021 - 12:00

Godzilla vs. Kong non convince come i film precedenti del Monsterverse, ma ne conserva lo spirito rappresenta una discreta chiusura della saga: ecco la nostra recensione!

Moon Knight: la prima foto dal set di Ethan Hawke alimenta le teorie sul suo personaggio 6 Maggio 2021 - 11:43

Sono iniziate in quel di Budapest le riprese della serie Marvel Moon Knight, in arrivo prossimamente su Disney+, ed ecco che arriva la prima foto dal set di Ethan Hawke.

Perché Godzilla non è figlio di una bomba atomica (e tanto meno delle atomiche della Seconda Guerra Mondiale) 5 Maggio 2021 - 14:37

Il primo Godzilla di Ishiro Honda, nel '54, e la paura del nucleare venuta dal mare (e nata due milioni di anni prima).

STAR WARS: THE BAD BATCH – EPISODIO 1 | RECENSIONE 4 Maggio 2021 - 9:01

Debutta oggi su Disney+ Star Wars: The Bad Batch, il sequel/spin-off di The Clone Wars. Le nostre impressioni sul primo episodio.

Perché i G.I. Joe come Snake Eyes sono figli della Marvel (e dello SHIELD) 29 Aprile 2021 - 11:53

Storia breve di come Snake Eyes e i G.I. Joe che conosciamo oggi sono stati creati dalla Marvel Comics... e da un incontro casuale in un bagno.