L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

William Monahan non è contento dei cambiamenti apportati allo script di Oblivion

Di Marlen Vazzoler

oblivion-tom-cruise

L’idea iniziale dietro al film Oblivion era stata concepita per una graphic novel scritta da Joseph Kosinski e Arvid Nelson per la Radical Comics. Il fumetto non vide mai la luce del sole ma il materiale realizzato servì come kit di presentazione della pellicola agli studios e alla fine i diritti vennero comprati dalla Universal Pictures che autirizzò la realizzazione di un film PG-13. A quel punto William Monahan (The Departed) venne assunto per scrivere la sceneggiatura, che subì diverse riscritture passando per le mani di Karl Gajdusek, la Universal e infine Michael Arndt.

Lo script fu così rimaneggiato che il nome di Monahan sparì dalla lista degli sceneggiatori.

“Differiva enormemente. Avevo scritto qualcosa che penso fosse stato molto buono, forse un classico della fantascienza, ed immagino che sia per questo che abbia ricevuto il via libera e poi è stato trasformato dagli scrittori successivi in carne da macello, nonostante Tom Cruise e Morgan Freeman e Andrea Riseborough e Olga Kurylenko, a cui voglio tutti bene”.

Nel 2012 Adam Folgeson della Universal aveva dichiarato che questo era uno degli script più belli che gli era capitato di leggere, confermando le impressioni di Monahan sulla sua versione del film. Come tutti sappiamo dal punto di vista visivo il film è fantastico mentre la storia rimane uno dei punti dolenti. Nonostante tutto Oblivion incassò 286 milioni al botteghino mondiale ottenendo reazioni miste.

“Non è rimasto niente della mia [versione] a parte il comportamento del drone, parte della storia, i collettori d’acqua, e Horatius al Gate. Non ho mai provato a ottenere un credito. Il regista e lo studio si sono fatti il letto e possono tenerselo. Non aver ottenuto un credito probabilmente mi è costato una quantità significativa di royalties, ma non mi interessa”.

E possiamo capirlo. Ma non sempre un film viene rovinato da riscritture successive, un esempio calzante è sicuramente World War Z, inoltre senza leggere la versione di Monahan, non possiamo fare dei paragoni.

Monahan tornerà al cinema nelle vesti di regista e sceneggiatore con il film Mojave, un thriller poliziesco interpretato da Mark Wahlberg, Oscar Isaac e Garrett Hedlund.

Fonte Den of Geek


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

How I Met Your Father: Hulu ordina lo spin-off con Hilary Duff 21 Aprile 2021 - 21:55

Hilary Duff sarà la protagonista e uno dei produttori di How I Met Your Father la serie di dieci episodi ordinata da Hulu

Antoine Fuqua dirigerà un nuovo adattamento de La gatta sul tetto che scotta 21 Aprile 2021 - 21:15

Sarà ispirato al revival teatrale interpretato da un cast di attori afro-americani

The Conjuring – Per ordine del Diavolo: ecco le prime immagini, domani il trailer! 21 Aprile 2021 - 20:41

Domani vedremo il primo trailer di The Conjuring – Per ordine del Diavolo, il terzo capitolo della saga horror creata da James Wan. Intanto ecco le prime immagini.

Guerre fra Galassie (FantaDoc) 21 Aprile 2021 - 16:49

La storia dello Star Wars televisivo giapponese (ma con molti più calci volanti).

Chi è Shang-Chi, il Bruce Lee del Marvel Universe 20 Aprile 2021 - 9:22

Storia di Shang-Chi, un eroe Marvel figlio di Bruce Lee, della TV... e della DC Comics. Eh?

Spider-Man: No Way Home, come fa a tornare il Dottor Octopus di Molina? (Non era morto?) 19 Aprile 2021 - 11:07

Laddove "morto", nei fumetti (e ora per estensione nei film) di super-eroi non vuol dire in effetti nulla di serio.