Condividi su

02 gennaio 2015 • 20:15 • Scritto da Lorenzo Pedrazzi

Un video raccoglie le più grandi scene in slow motion del 2014

Niente di meglio di un po' di slow motion per rendere più drammatica o stilosa la scena di un film: ecco un divertente montaggio che raccoglie le più grandi scene al rallentatore del 2014, con un occhio anche per la tv e la musica.
Post Image
1

groot-rocket-copertina

I produttori e i registi hollywoodiani hanno ormai imparato un precetto fondamentale: se vuoi che una scena appaia particolarmente stilosa, o particolarmente drammatica, devi mostrarla in slow motion. Questa tendenza sconfina ovviamente anche in molti altri campi (la televisione, la pubblicità, i videoclip), ma il cinema dei blockbuster ne ha fatto una vera e propria bandiera, quasi un tratto distintivo, al punto che alcuni registi – si pensi a Zack Snyder – sono diventati celebri per le loro sequenze al rallentatore. I memorabili titoli di testa di Watchmen sono lì a dimostrarlo.

Ebbene, il 2014 è stato un anno molto fertile per lo slow motion, e The Nerdwriter ha pensato bene di riunire le sequenze più spettacolari in un unico montaggio, con risultati alquanto suggestivi. Non vi sarà difficile riconoscere alcuni dei vostri blockbuster preferiti, tra cui Guardiani della Galassia, X-Men: Giorni di un futuro passato e The Amazing Spider-Man 2, ma anche i drammi di Gone Girl e Colpa delle stelle, o i titoli di testa di True Detective. Brevi apparizioni – ma extracinematografiche – anche per Beyoncé e Taylor Swift, che distrugge un’auto d’epoca con una mazza da golf (!).

Ecco il filmato:

Fonte: Mashable

Condividi su

Un commento a “Un video raccoglie le più grandi scene in slow motion del 2014

  1. In diretta su Fox Sports 2 HD e Sky Sport 3 HD i playoff Nfl. Si inizia questo weekend con gli incontri del wild card weekend: Carolina Panthers vs Arizona Cardinals; Pittsburgh Steelers vs Baltimore Ravens; Indianapolis Colts vs Cincinnati Bengals; Dallas Cowboys vs Detroit Lions

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *