L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Oscar 2015 – Chi sale, chi scende, chi esce dalla corsa

Di Leotruman

cover-nomination_opt

Nella cerimonia di oggi pomeriggio sono state annunciate le nomination per l’87esima edizione degli Academy Awards, meglio conosciuti come premi Oscar, assegnati ogni anno dalla Academy of Motion Picture Arts and Sciences (AMPAS).

Poche le sorprese rispetto alle previsioni della vigilia. Nell’attesa di scoprire chi vincerà le statuette quest’anno, che saranno consegnate domenica 22 febbraio in un serata condotta da Neil Patrick Harris, proviamo a commentare le candidature scoprendo chi sale e chi scende nella corsa ai premi più prestigiosi del mondo del cinema.

QUI l’elenco completo con tutte le nomination

American_Sniper_ _Poster_Italia.jpg  716×1024

IN CRESCITA/LE SORPRESE:

– American Sniper

– Whiplash

– Foxcatcher

– Marion Cotillard

– Mr. Turner

American Sniper, un po’ come accaduto in passato per altre pellicole di Eastwood (come Million Dollar Baby), ha recuperato in corsa e rischia persino di vincere alcuni Oscar. In Italia enorme successo con oltre 13 milioni raccolti in due settimane, negli USA medie per sala da record nelle uscite limited. Non sarà riuscito a centrare la nomination come Miglior Regia, ma quelle di Miglior Film, Miglior Attore (Bradley Cooper, terza in tre anni consecutivi) e Miglior Sceneggiatura sono un ottimo risultato.

Ha messo ormai il turbo anche l’acclamato Whiplash, visto all’ultimo Festival di Torino e pronto a regalare il primo Oscar a J.K.Simmons (meritatissimo), mentre Foxcacther, nonostante gli incassi deboli in patria, dimostra l’amore per l’Academy nei confronti di Bennet Miller e si prende ben cinque candidature di peso. Altro film visto a Cannes è Mr.Turner, che riesce addirittura a raccoglierne quattro superando una concorrenza molto agguerrita.

Dopo l’Oscar vinto per La Vie en Rose, torna ancora una volta nella cinquina la splendida Marion Cotillard, grazie alla nuova pellicola dei fratelli Dardenne, che non ha partecipato alla corsa come Miglior Film Straniero, e ha “rubato” il posto a colleghe che già pregustavano la candidatura.

Boyhood

COME DA PREVISIONI:

– Grand Budapest Hotel

– Boyhood

– Birdman

– The Imitation Game

– La Teoria del Tutto

– Guardiani della Galassia

Possiamo chiamarli i “cinque Grandi”. Sono le pellicole che hanno rispettato perfettamente le previsioni della vigilia: Birdman, Grand Budapest Hotel, The Imitation Game, La Teoria del Tutto e Boyhood. Attenzione però: le pellicole di Inarruitu e Anderson, così come il dramma con protagonista Benedict Cumberbatch, nonostante il numero imponente di candidature, hanno un rischio più elevato di rimanere a bocca asciutta rispetto a Boyhood (che pare avere già 4 Oscar in tasca) così come La teoria del Tutto (front-runner in due categorie). Andrà davvero così?

Bene anche Guardiani della Galassia con le due tre candidature, alle quali sarebbe stata gradita l’aggiunge di Miglior Sceneggiatura Adattata, ma non si può avere tutto. Il miglior incasso dell’anno negli USA comunque tra i protagonisti di questa edizione degli Oscar.

interstellar

SEMI-SNOBBATI:

– Selma

– Interstellar

– Unbroken

– Into the Woods

Desideravano di più. Non si possono in ogni caso lamentare perché sono ancora in corsa, anche se in modo differente dalle attese. Parliamo in particolare di Selma, il biopic che tratta un momento cruciale della storia di Martin Luther King (snobbato sia dalla categoria Miglior Regia, che come montaggio e interpretazioni).

Interstellar, fiero dei suoi quasi 700 milioni di dollari incassati in tutto il mondo (è la pellicola originale-non sequel di maggiore successo dell’anno), non riesce a rientrare nella rosa delle migliori produzioni, così come sfiora la candidatura per la fotografia (superato da Ida), ma Nolan può essere più che soddisfatto delle sue cinque candidature, anche nelle “discusse” categorie del sonoro. Riuscirà a vincere almeno un paio di statuette?

Nomination di consolazione per Unbroken e Into the Woods, snobbate da tutti i premi principali ma entrambe hanno già superato i 100 milioni di dollari di incasso negli USA e sono stati i veri successi del Natale 2014.

The-Lego-Movie-Videogame-all-Golden-Manuals

GLI SNOBBATI:

– The LEGO Movie

– Gone Girl

– Lo Hobbit

– Maleficent

– Godzilla/Transformers 4/Noah/Exodus

– Jennifer Aniston

– Timothy Spall/Ralph Fiennes/Jake Gyllenhall

Il vero shock delle candidature è l’assenza totale e ingiustificata di The LEGO Movie, non solo terzo incasso del 2014 negli USA (oltre 250 milioni) ma considerato un vero e proprio capolavoro animato dalla critica e dal pubblico, dalla rosa per le migliori pellicole d’animazione. Un evento da imputare probabilmente all’età media non proprio giovanile dei membri dell’Academy, più legati a cartoon tradizionali che ad una moderna e divertente produzione come quella di Lord e Miller (doveva essere candidato anche come Miglior Sceneggiatura).

Snobbato anche David Fincher e il suo Gone Girl, troppo particolare e scioccante per garantirgli nomination di peso (in ogni caso incassati 350 milioni e Rosamunde Pike è nella rosa delle migliori attrici), così come alcuni grossi kolossal di successo, come Lo Hobbit (nemmeno rientrato nella rosa degli effetti visivi), Maleficent, Godzilla e Noah.

Tra gli interpreti, Jennifer Aniston ha solo sfiorato la sua prima nomination con l’intenso Cake, mentre non sono riusciti ad ottenere la candidatura Timothy Spall, Ralph Fiennes e Jake Gyllenhall nonostante il successo delle loro pellicole (Mr. Turner, Grand Budapest Hotel e Lo Sciacallo).

Jennifer Aniston cake trailer

– I Vincitori dei Golden Globe

– Le nomination ai PGA Awards (Migliori produzioni)

– Le nomination ai DGA Awards (Miglior Regia)

– Le nominatiion agli ACE Eddie Awards (Miglior Montaggio)

– Le nomination agli ADG Awards (Migliori Scenografie)

– Le nomination ai BAFTA (Oscar Britannici)

Per rimanere aggiornati su tutte le nomination, i premi e il cammino verso gliOscar seguite la nostra CATEGORIA SPECIALE o la nostra pagina Facebook. Gli Academy Awards saranno consegnati il 22 febbraio 2015, una cerimonia che seguiremo e commenteremo come sempre in diretta insieme a voi.

#CinemaReloaded è un messaggio di ottimismo aperto a tutti per testimoniare, condividere e sostenere le iniziative di rilancio del cinema in sala. Scopri di più e aderisci sul sito Cinemareloaded.it.

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Zack Snyder’s Justice League – Jared Leto riprende i panni del Joker 21 Ottobre 2020 - 22:24

Jared Leto riprende i panni del Joker durante le riprese aggiuntive di Zack Snyder's Justice League, la miniserie di quattro ore in arrivo su HBO Max nel 2021

Il bandito e la madama diventa una serie TV creata da David Gordon Green 21 Ottobre 2020 - 21:30

Il cult movie anni '70 con Burt Reynolds tornerà in una serie prodotta anche da Seth MacFarlane

Nuvole: sabato 24 ottobre un concerto virtuale per il film targato Disney+ 21 Ottobre 2020 - 20:45

Nuvole: il virtual concert, il tributo musicale virtuale al Disney+ Original movie e all’eredità di Zach Sobiech, sarà trasmesso in live streaming su Facebook sabato 24 ottobre alle 20.00.

Universal Soldier – I nuovi eroi (FantaDoc) 16 Ottobre 2020 - 16:51

Storia di un clonazzo di Terminator per cui Van Damme e Dolph Lundgren sono arrivati a menarsi (per finta) a Cannes.

The Doc(Manhattan) Is In – Storie di guerra e di magia, il Game of Thrones dell’83 (più o meno) 26 Giugno 2020 - 15:45

Storia del semidimenticato Wizards and Warriors, serie fantasy anni 80 con vari personaggi in lotta per il controllo di un regno. Ricorda qualcosa?

7 cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers 19 Giugno 2020 - 15:45

Sette cose che forse non sapevate su Capitan Planet e i Planeteers, un super-eroe contro l’inquinamento (e gli altri mali del mondo).