La DreamWorks Animation riduce il listino, Dragon Trainer 3 spostato al 2018

La DreamWorks Animation riduce il listino, Dragon Trainer 3 spostato al 2018

Di Marlen Vazzoler

dreamworks

Negli ultimi due anni la DreamWorks Animation ha subito i contraccolpi finanziari causati dall’insuccesso al botteghino di ben quattro pellicole: Le 5 leggende, Turbo, Mr Peabody & Sherman e I pinguini di Madascar, che si sono tradotti nella perdita di liquidità e in una serie di licenziamenti.
Il primo taglio risale al 2013 ed ha riguardato 350 dipendenti, il secondo che si sta consumando in questi giorni si tradurrà con il licenziamento di 500 impiegati (il 18% della forza lavoro, tra questi spiccano i nomi del capo del marketing Dawn Taubin, il vice presidente Lewis Coleman, e il COO Mark Zoradi), molti dei quali provengono da uno degli studi principali il PDI DreamWorks di Redwood City in California, che inaspettatamente è stato chiuso giovedì.

PDI-DreamWorks

Il PDI (Pacific Data Images) era stato fondato nel 1980 da Carl Rosendahl come studio per gli effetti speciali, e per la produzione di CGI per le trasmissioni televisive, gli show televisivi e la pubblicità prima di lavorare a film come Batman Forever, Toys e Terminator 2. Nel 1998 cominciò a lavorare anche all’animazione: Antz fu la sua prima collaborazione con la DWA, e in anni dopo realizzò Shrek. Nel 1996 il 40% della compagnia fu comprato dalla DreamWorks che nel 2000 la rinominò PDI/DreamWorks.

A differenza del Glendale Campus che ha lavorato ai film di Dean DeBlois di Dragon Trainer, che col seguito ha ottenuto il suo primo Golden Globes, la PDI è stata responsabile di due flop. Dovrebbero essere già cominciati degli incontri uno a uno con gli artisti del PDI a cui verrà offerta l’opportunità di trasferirsi al campus della DreamWorks di Glendale nel sud della California. La compagnia parlerà ai suoi impiegati della ristrutturazione nei prossimi giorni e i licenziati riceveranno una paga addizionale per altri sessanta giorni.
Nel frattempo diverse compagnie, tra cui la Blizzard e la Pixar, hanno già cominciato a contattare gli artisti della DWA per possibili nuovi impieghi.

jeffrey-katzenberg

Katzenberg ha detto agli analisti che il tentativo dello studio di fare tre film all’anno è stato ‘troppo ambizioso‘, una frase che cominciamo a sentire sempre più spesso e non solo nel campo dell’animazione.

“La maggior parte del mio tempo è stato focalizzato sull’espansione della compagnia. Ora è arrivato il momento per me di porre la mia attenzione al nocciolo degli affari e di supportare Mireille [Soria] e Bonnie [Arnold, i due nuovi co-presidenti dello studio]. La maggior parte del mio tempo consisterà nel dare il mio supporto a loro e meno lungo la strada. Rimango per il 100% impegnato a costruire la DreamWorks Animazion. Il mio tempo e la mia attenzione sono necessari per creare dei blockbuster che siano dei successi. Abbiamo le persone per farlo”.

È stata annunciata una nuova scaletta:

Kung Fu Panda 3 (12/03/2016),
Trolls (04/11/2016),
Boss Baby (13/01/2017),
I Croods 2 (22/12/2017),
The Larrikins (16/02/2018),
Dragon Trainer 3 (29/06/2018)

B.U.U.: Base Operazioni Occulte e Mumbai Musical sono tornati in fase di sviluppo.

Lo studio ha deciso di tornare a produrre solamente due film all’anno: un opera originale e un sequel. Inoltre per salvare denaro comincerà a produrre in esterno alcuni titoli, come l’adattamento dei libri per bambini Captain Mutanda che dovrebbe uscire nel 2017.
La Mikros Image (Mune), una compagnia satellite francese che si trova a Montreal in Canada si occuperà della produzione del film, ma già la scorsa estate erano iniziate le discussioni tra Katzenberg e la Mikros a questo proposito. Diversi artisti chiave della DWA lavorano da anni alla Mikros, il design di Mune ad esempio è l’opera di un veterano della DWA, Nico Marlen (Dragon Trainer, Kung Fu Panda), e Il Piccolo Principe di Mark Osborne (Kung Fu Panda) è sempre stato realizzato dalla Mikros che ha recentemente animato il film in computer grafica Asterix e il regno degli dei.

stock-dwa

Gli annunci hanno fatto crollare un’altra volta il titolo a Wall Street, il valore dell’azione è sceso a 19$ (a inizio 2014 valevano 35,20$), Gli analisti si chiedono fino a quando la compagnia avrà i liquidi per poter continuare ad operare visto che il bilancio parla di 500 milioni di debiti e solo 50 milioni di liquidi.

-La ristrutturazione costerà 110 milioni di dollari e la compagnia potrà fare affidamento a solo un uscita cinematografica quest’anno: Home – A casa.
-L’uscita di Kung Fu Panda 3, co-prodotto con la Cina, è stata rimandata di un anno per problemi creativi ma anche perché un altro flop nel 2015 avrebbe comportato ad altri problemi di liquidità.
-Sono in dubbio i rinnovi di: il contratto di distribuzione con la Fox e l’accordo per le licenze con Netflix che scadranno rispettivamente nel 2017 e nel 2018.
-La chiusura del PDI dovrebbe far guadagnare allo studio 30 milioni di dollari nel 2015 e 60 milioni per il 2017.

Ma basterà?
Si prevede anche un cambiamento nel modello di assunzione: assumere delle persone per un progetto solo quando è necessario, licenziarle quando non servono più, come sta già accadendo nel settore degli effetti visivi e alla Disney.

Ricordiamo che nel 2014 la compagnia giapponese SoftBank prima e poi la Hasbro si erano dimostrate interessate nell’acquisto dello studio ma entrambe le trattative non sono andate in porto.

Per quanto riguarda la ristrutturazione dovrà passare almeno un anno per poter vedere i primi frutti, per il momento lo studio punterà al successo al botteghino di Home – A Casa (26 marzo), l’unico titolo in uscita nel 2015, che servirà a far prendere un po’ di respiro alla compagnia.

Fonti animationguildblog, Variety, cartoonbrew, Deadline, cartoonbrew

LEGGI ANCHE

Richard Lewis è morto a 76 anni, addio alla star di Curb Your Enthusiasm 29 Febbraio 2024 - 10:25

Richard Lewis, celebre per il suo ruolo in Curb Your Enthusiasm della HBO, è morto all’età di 76 anni.

Oscar 2024: Ryan Gosling canterà “I’m Just Ken” 26 Febbraio 2024 - 20:23

È ufficiale: Ryan Gosling canterà dal vivo “I’m Just Ken” durante la Notte degli Oscar.

Il Diavolo veste Prada: la reunion di Meryl Streep, Anne Hathaway ed Emily Blunt ai SAG Awards 25 Febbraio 2024 - 10:30

La reunion delle protagoniste de Il Diavolo veste Prada era uno dei momenti più attesi dei SAG Awards 2024.

Warner Bros. Discovery: Zaslav ammette la sottoperformance dei film del 2023 23 Febbraio 2024 - 17:07

Davanti agli azionisti David Zaslav ha sottolineato i recenti progressi sul fronte cinematografico ma ha riconosciuto al tempo stesso gli insuccessi dell'ultimo anno, in particolare quelli usciti alla fine del 2023.

Dune – Parte Due, cosa e chi dovete ricordare prima di vederlo 27 Febbraio 2024 - 11:57

Un bel ripassino dei protagonisti e delle loro storie, se è passato un po' di tempo da quando avete visto Dune.

City Hunter The Movie: Angel Dust, la recensione 19 Febbraio 2024 - 14:50

Da oggi al cinema, per tre giorni, il ritorno di Ryo Saeba e della sua giacca appena uscita da una lavenderia di Miami Vice.

X-Men ’97: che fine ha fatto Xavier (e perché ora c’è Magneto con gli X-Men)? 16 Febbraio 2024 - 10:44

Come si era conclusa la vecchia serie animata degli anni 90? Il Professor Xavier era davvero morto? (No)

L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI