L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

George Lucas dichiara al Sundance ‘Tutti i soldi sono nelle action figure’

Di Marlen Vazzoler

george-lucas-robert-redford

George Lucas non ha usato mezzi termini quando ha descritto a Robert Redford lo stato corrente dell’industria cinematografica questo giovedì, in un panel del Sundance Film Festival. I film

“Sono sempre di più un circo senza avere dietro nessuna sostanza”.

Un affermazione questa che ha fatto alzare le sopracciglia a diversi critici e non solo, visto che Lucas ha avuto un ruolo fondamentale nello sviluppo della cultura dei blockbuster, e nel progressivo spostamento delle priorità in questi film.
Se nelle prime due pellicole la storia e i personaggi si trovavano al primo posto, a partire da Il ritorno dello Jedi sono state spodestate dal merchandise. Basta pensare alla scelta di non uccidere Han Solo in un incursione in una base imperiale come era stato inizialmente previsto, perché le vendite dei giocattoli stavano andando molto bene in quel periodo. Per carità questa non è stata l’unica ragione di questo cambio della trama, ma una delle principali. Ricordiamo però che senza i soldi ottenuti con il merchandise Lucas non sarebbe mai riuscito a produrre indipendentemente i film di Guerre Stellari.
E a chi ha fatto notare a Lucas la contraddizione della sua affermazione, lui ha risposto che in Guerre Stellari c’è molta più sostanza che in un circo.

“Se prendete Star Wars e vedete quello che sta accadendo, c’è molta più sostanza che in un circo”.

Inoltre ha spiegato che gli effetti speciali e tutti gli altri attrezzi che ha reso popolari erano al servizio della trama nei suoi film:

“Tutta l’arte è tecnologia. Questa è la cosa che ci separa dagli animali”.

Anche qui avremmo da ridire, in particolare nell’applicazione di questa sua affermazione nella seconda trilogia.

george-lucas-robert-redford-pc

Da parte sua Redford ha ammesso di ammirare Lucas per quello che ha fatto e per essere riuscito a controllare il suo universo. E sebbene entrambi gli uomini si considerano dei ribelli nella storia di Hollywood, posizionandosi al di fuori del sistema degli studios, le loro strade non potrebbero essere più diverse. Fin dai tempi della scuola, Lucas ha sempre mostrato un odio nei confronti delle istituzioni. E questo suo pensiero lo ha guidato nelle sue scelte, a partire dalla creazione della propria base a San Francisco e non a Los Angeles, e di conseguenza nella creazione della Light and Magic e della Lucasfilm. Non sorprende dunque il suo sfogo contro gli studios fatto durante la discussione:

“Gli esecutive degli studio non sono le persone più sofisticate nel mondo… non vuoi essere oppresso dalle persone che non sono intelligenti quanto lo sei tu e i sono stupido”.

Ci chiediamo se questo commento non sia in realtà una frecciatina indiretta agli studios che si sono rifiutati di distribuire Red Tails.
Da parte sua Redford ha fondato il Sundance, un mercato indipendente che aiuta l’emergere degli artisti che vogliono raccontare le loro storie senza compromessi, con delle pellicole che spesso tendono a terrorizzare gli studios per le loro scelte audaci.
Infine parlando del segreto della sua enorme ricchezza, Lucas ha detto che

“Tutti i soldi sono nelle action figure”,

niente di più vero visto che in un’asta tenutasi pochi giorni fa una figure di Boba Fett è stata venduta dall’ex presidente del Star Wars Fan Club inglese per 18mila sterline (23941€), il guadagno complessivo è stato di 63,209$ (55912€). Oppure pensiamo come nel 2011 il merchandise di Guerre Stellari ha generato la bellezza di 3 miliardi di dollari, senza appoggiarsi all’uscita di alcun film nelle sale.

Ricordiamo che Lucas tornerà nelle sale con il lungometraggio animato Strange Magic, che uscirà nelle nostre sale il 16 aprile 2015.

Fonti HeroComplex, Variety, Variety, IGN

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Christian Bale con la testa rasata per Thor: Love and Thunder, ecco le foto 19 Aprile 2021 - 8:45

Dall'Australia giungono alcune foto di Christian Bale con la testa rasata per Thor: Love and Thunder, dove interpreterà Gorr, il Macellatore di Dei.

The Batman – La serie non sarà Gotham Central, ma uno spin-off su Gordon 18 Aprile 2021 - 19:00

Ed Brubaker rivela che l'annunciata serie per HBO Max, spin-off di The Batman, non sarà un adattamento di Gotham Central, ma avrà James Gordon come protagonista.

Zack Snyder’s Justice League – Ecco il concept art di Kilowog 18 Aprile 2021 - 18:00

Jerad S. Marantz ha svelato il suo concept art per Kilowog in Zack Snyder's Justice League, dove la Lanterna Verde appare in un cameo.

Il film di Gundam: la seconda (ma in realtà terza, e pure quarta) sortita live action del Mobile Suit Bianco 15 Aprile 2021 - 17:00

Storia breve di come un anime flop è diventato uno dei simboli pop più celebri del Giappone e un'industria pazzesca. E delle paure che un film hollywoodiano ora si porta dietro.

MCU: chi sono e da dove vengono Ayo e le altre Dora Milaje di Wakanda 14 Aprile 2021 - 9:27

Le origini nei fumetti Marvel (e la storia VERA) delle Dora Milaje di Black Panther, riapparse ora in The Falcon and the Winter Soldier.

LOL – Chi ride è fuori, i comici italiani e la TV giapponese 9 Aprile 2021 - 14:37

Si è concluso ieri su Amazon Prime Video LOL, chi ride è fuori, game show a puntate che ha suscitato polemiche e discussioni su cosa fa ridere e cosa no.