Warning: getimagesize(https://n7m3z4b2.stackpathcdn.com/wp-content/uploads/2014/11/exodus-gods-and-kings-poster-final.jpg): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in /var/www/html/wp-content/themes/newblog_screenweek/functions.php on line 655
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
Exodus vince il weekend (2.6 milioni), American Sniper a quota 15.4 milioni

Exodus vince il weekend (2.6 milioni), American Sniper a quota 15.4 milioni

Di Leotruman

exodus-gods-and-kings-poster-final

Aveva ben 650 sale a sua disposizione, persino in 3D, e non poteva (anzi doveva) finire il weekend in cima alla classifica italiana. Parliamo di Exodus: Dei e Re, il kolossal biblico diretto da Ridley Scott (Il Gladiatore) e con protagonista assoluto in sempre più in forma Christian Bale.

L’incasso nei quattro giorni è stato di 2.6 milioni, con una media per copia di 4mila euro per sala. Cifre discrete, che senza infamia e senza lode sono sufficienti alla costosa pellicola (140 milioni di budget, 240 milioni raccolti nel mondo) per finire al primo posto. Riuscirà a fine corsa a superare i 5.1 milioni di Prometheus a fine corsa? Lo scorso anno esattamente in questo fine settimana Ridley Scott dominava la classifica con the Counselor, che incassò 1.7 milioni in meno di 400 schermi e con una media per sala superiore (4300 euro).

Due pellicole sono riuscite tuttavia (senza il sovrapprezzo 3D) a superare Exodus in termini di media. La prima è American Sniperl’action di Clint Eastwood, pellicola con protagonista Bradley Cooper e candidata a 6 premi Oscar tra cui Miglior Film e Miglior Attore, che ieri ci ha scioccato con il record americano (90 milioni in tre giorni). Giunta al suo terzo fine settimana di programmazione, il film ha rischiato di rimanere al primo posto con un ottimo incasso di 2.26 milioni di euro e una media di 4300 euro per schermo, davvero impressionante per un terzo weekend.

Il totale aggiornato per la pellicola è di ben 15.4 milioni di euro, che ricordiamo non solo è il miglior incasso del 2015 e della nuova stagione cinematografica (da agosto ad oggi), ma è anche il migliore degli ultimi 13 mesi (superato solo da Frozen) visto che il 2014 si è concluso con Maleficent e i suoi 14 milioni, sufficienti per la prima posizione nella classifica dei maggiori incassi dell’anno.

La miglior media della classifica l’ha fatta però registrare La teoria del tuttoil biopic che racconta la storia di Stephen Hawking e ha ricevuto 5 candidature agli Oscar. Eddie Redmayne è il frontrunner per l’Oscar come Miglior Attore Protagonista, e l’accoglienza del pubblico italiano è stata ottima: 1.39 milioni di euro incassati in 300 sale, con una media di ben 4500 euro per copia. Il passaparola e la crescita sembrano essere stati eccellenti, e il film è pronto ad avere una lunga coda grazie alla stagione e alla visibilità della stagione dei premi.

Dopo Si accettano miracoli di Alessandro Siani, che proprio ieri raggiungendo i 14.2 milioni di euro (1.36 milioni nel weekend) ha superato i 14 milioni de Il Principe Abusivo (un altro grande risultato per il comico napoletano), troviamo The Imitation Game di Morten Tyldum, con protagonista un Benedict Cumberbatch e Keira Knightley, candidato a 8 premi Oscar. Calo limitatissimo dell’8%, passaparola incredibile, il biopic di Alan Turing è riuscito ad incassare altri 1.27 milioni di euro per un totale di 5.5 milioni, il migliore in assoluto per Videa Distribuzioni (record precedente 5.1 milioni lo scorso anno con The Butler).

Il nuovo Asterix è sesto con un incasso di 670mila euro circa (media di 2mila euro per copia), mentre l’horror Ouija si stabilizza su un calo intorno al 50% e riesce ad incassare altri 486mila euro, per un totale di 1.75 milioni di euro, discreto per il genere, e già superiore ai 1.43 milioni incassati dalla commedia Come Ammazzare il Capo 2 (431mila euro nel weekend). Deludente risultato per Italo, commedia italiana con protagonista Marco Bocci e basata su una storia vera, che non è andato oltre i 363mila euro e una media di 1700 euro per sala. 11esima posizione per Hungry Hearts di Saverio Costanzo, premiato a Venezia e questo weekend a quota 230mila euro (media 2100 euro per sala).

La classifica italiana fa registrare nuovamente il segno più rispetto al 2014: quasi 13 milioni di euro, il 3% in più, e poco meno di 1.9 milioni di spettatori paganti (+18% se consideriamo dal 1 gennaio al 18).

Su Cineguru trovate altri approfondimenti dedicati al Boxoffice e il nostro nuovo Twitter Cinema Tags, l’infografica che in tempo reale vi mostra i film più citati su Twitter!

Come potete vedere media per sala e numero di tweet questa settimana sono direttamente proporzionali, visto che è La Teoria del Tutto a dominare le discussioni in rete (QUI LA CLASSIFICA COMPLETA)

Schermata 2015-01-19 alle 09.02.01

Cliccate MI PIACE sulla nostra PAGINA FACEBOOK: troverete aggiornamenti costanti sugli incassi italiani e non solo!

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Vi siete persi un sacco di news su cinema e TV, perché avevate una gomma a terra, la tintoria non vi aveva portato il tight, le cavallette. Lo sappiamo. Ma tranquilli, siamo qui per voi!

Un'unica newsletter a settimana (promesso), con un contenuto esclusivo e solo il meglio delle notizie.
Segui QUESTO LINK per iscriverti!

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

LEGGI ANCHE

Bette Midler presa di mira per dei Tweet, accusata di transfobia e razzismo 6 Luglio 2022 - 23:17

Gli ultimi tweet di Bette Midler hanno causato una serie di polemiche, accusata di transfobia, razzismo e d'islamofobia.

Reservation Dogs: il trailer della stagione 2, dal 3 agosto su Hulu 6 Luglio 2022 - 21:15

La serie di Sterlin Harjo e Taika Waititi tornerà ad agosto su FX/Hulu. In attesa della data italiana, ecco il trailer di Reservation Dogs 2

The Munsters: il poster del nuovo film di Rob Zombie 6 Luglio 2022 - 20:30

Rob Zombie porta sul grande schermo The Munsters, la celebre sit-com anni ’60 nota in Italia come I Mostri. Ecco il poster.

Bastard!! L’oscuro dio distruttore: il dark fantasy – heavy metal scostumato 5 Luglio 2022 - 11:02

Dark Schneider è sbarcato su Netflix, con i suoi due punti esclamativi, le battaglie e la follia vintage del dark fantasy heavy metal.

Stranger Things 4: che mi hai portato a fare sulla collina di Kate Bush se non mi vuoi più bene? 2 Luglio 2022 - 15:42

Alcune considerazioni dopo aver visto per quasi quattro ore due episodi di una serie TV: il finale della quarta stagione di Stranger Things.

Come The Umbrella Academy mi ha venduto un’altra apocalisse 2 Luglio 2022 - 9:53

Cosa funziona, cosa no, e cosa mi spinge a restare a bordo del treno di Umbrella Academy, dopo la terza stagione.