L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Tom Hanks produttore e (forse) protagonista de Il Cerchio, tratto dal romanzo di Dave Eggers

Di Filippo Magnifico

Il Cerchio Tom Hanks

Nuova avventura cinematografica per Tom Hanks. L’attore Premio Oscar ha infatti deciso di produrre attraverso la sua Playtone Pictures una pellicola tratta dal romanzo fantascientifico Il Cerchio, scritto da Dave Eggers e pubblicato in Italia da Mondadori.

Dietro la macchina da presa ci sarà James Ponsoldt (The Spectacular Now), che si occuperà anche della sceneggiatura. Sembra inoltre che Tom Hanks non parteciperà solo come produttore ma sarà anche il protagonista, anche se la momento non ci sono conferme.

Questa la trama del libro:

“Mio Dio, questo è un paradiso” pensa Mae Holland un assolato lunedì di giugno quando fa il suo ingresso al Cerchio. Mai avrebbe pensato di lavorare in un posto simile: la più influente azienda al mondo nella gestione di informazioni web, un asteroide lanciato nel futuro e pronto a imbarcare migliaia di giovani menti. Mae adora tutto del Cerchio: gli open space avveniristici, le palestre e le piscine distribuite ai piani, la zona riposo con i materassi per chi si trovasse a passare la notte al lavoro, i tavoli da ping pong per scaricare la tensione, le feste organizzate, perfino l’acquario con rarissimi pesci tropicali. Pur di far parte della comunità di eletti del Cerchio, Mae non esita ad acconsentire alla richiesta di rinunciare alla propria privacy per un regime di trasparenza assoluta. “Se non sei trasparente, cos’hai da nascondere?” è uno dei motti aziendali. Cioè, condividere sul web qualsiasi esperienza personale, trasmettere in streaming la propria vita. Nessun problema per Mae, tanto la vita fuori dal Cerchio non è che un miraggio sfocato e privo di fascino. Perlomeno fino a quando un ex collega non la fa riflettere: il progetto di usare i social network per creare un mondo più sano e più sicuro è davvero privo di conseguenze o rende gli esseri umani più esposti e fragili, alla fine più manipolabili? Se crolla la barriera tra pubblico e privato, non crolla forse anche la barriera che ci protegge dai totalitarismi?

La produzione del film dovrebbe cominciare molto presto, dato che le intenzioni sono di farlo arrivare in sala nel 2015. Come al solito vi terremo aggiornati su ogni sviluppo.

Nel 2008 Dave Eggers ha collaborato con il regista Spike Jonze, scrivendo la sceneggiatura del film Nel paese delle creature selvagge (Where the Wild Things Are), tratto dall’omonimo classico della letteratura per ragazzi di Maurice Sendak.

Fonte: ComingSoon

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Perché un flop: la recensione di Chaos Walking 14 Giugno 2021 - 15:00

Il lungo prologo di un film molto più interessante che, per qualche ragione, si è scelto di non raccontare. E che non vedremo mai

Annecy 2021: Netflix presenta Back to the Outback, Vivo, Centaurworld e Karma’s World 14 Giugno 2021 - 14:36

Netflix presenta il musical animato Vivo e le serie musicali Centaurworld e Karma's World e il lungometraggio animato Back to the Outback al Festival di Annecy

SKAM Italia – La stagione 5 su Netflix nel 2022, ecco il video dell’annuncio 14 Giugno 2021 - 13:23

La quinta stagione di SKAM Italia arriverà nel 2022 su Netflix. Non sono disponibili i dettagli sulla trama, ma c'è il video dell'annuncio.

Indiana Jones e io: i predatori di una lampada da 25mila lire 12 Giugno 2021 - 9:32

Il radiodramma di Indiana Jones e il Tempio maledetto, Indiana Pipps, la frusta(zione) per aspettare l'Ultima Crociata.

Loki e la cura Lokivico: alla ricerca di un nuovo cuore per l’MCU 10 Giugno 2021 - 10:30

Tom Hiddleston e come trasformare il Loki cattivo del 2012 nel Loki quasi-buono, che amano tutti.

Mortal Kombat, la recensione 30 Maggio 2021 - 14:00

Tamarro, sanguinolento, privo di vergogna nel suo essere un B-movie ad alto budget, ma in fondo divertente: il miglior film che un banda di cosplayer di Mortal Kombat potesse mai girare.