L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

La Fox fissa il debutto di Wayward Pines, serie-evento di M. Night Shyamalan

Di Lorenzo Pedrazzi

waywardpines-copertina

Una delle serie più attese della prossima primavera-estate è certamente Wayward Pines, che segna il debutto di M. Night Shyamalan (Il sesto senso, Signs, The Village) sul panorama televisivo: Shyamalan ne ha infatti diretto l’episodio pilota, e svolge anche il ruolo di produttore esecutivo.

Ebbene, Deadline riporta che la Fox ne ha appena fissato la data: Wayward Pines debutterà il prossimo 14 maggio, in contemporanea negli Stati Uniti e in altre 125 nazioni; sarà il più grande lancio day-and-date al mondo per una serie di finzione.

La trama dello show è piuttosto intrigante, e sembra rispondere ai gusti di Shyamalan: nell’arco di dieci episodi, basati sul romanzo di Blake Crouch, seguirà le vicende di Ethan Burke (Matt Dillon), un agente dei servizi segreti che si reca in missione a Wayward Pines, Idaho, per indagare sulla scomparsa di due federali. Ovviamente l’atmosfera bucolica della tranquilla cittadina – come insegna Twin Peaks – nasconderà inquietanti misteri.

Il cast è di alto livello: oltre a Dillon, ne fanno parte Melissa Leo (The Fighter, Oblivion), Terrence Howard (Crash, Prisoners), Carla Gugino (Sin City, Entourage), Shannyn Sossamon (How To Make It In America), Toby Jones (Infamous, Captain America), Reed Diamond (24, Agents of S.H.I.E.L.D.), Tim Griffin (Prime Suspect), Charlie Tahan (Charlie St. Cloud) e Juliette Lewis (Strange Days, Cape Fear). Tra i produttori esecutivi figurano anche Donald De Line, Ashwin Rajan e Chad Hodge (The Playboy Club, Runaway), che ha sviluppato la serie e scritto il pilot.

Ecco il trailer:

M. Night Shyamalan ha raccontato le impressioni che ha ricavato da questa sua prima esperienza sul piccolo schermo:

Faccio molto il prezioso, e probabilmente nel modo peggiore, con i miei thriller: nessuno deve cambiare una sola parola, ogni inquadratura dev’essere accuratamente studiata, e questo è un bene fino a un certo punto. Poi, quando ci siamo messi a fare questa serie, mi sono reso conto che i professionisti della TV si muovono a grandissima velocità. È surreale quanto vi muoviate velocemente, e quanto materiale dobbiate gestire. Mi ha fatto diventare meno prezioso sul set… mi ha permesso di lasciarmi andare. Per me, è stata una grande esperienza.

In queste dichiarazioni, il regista si riferisce a Steven Moffat, Ben Donald e Glen Morgan, che hanno condiviso con lui un panel al Mipcom dello scorso ottobre.

waywardpines-

Potete scoprire, commentare e votare tutti gli episodi di Wayward Pines sul nostro Episode39 a questo LINK.


SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Shang-Chi e il ritorno di quella vecchia sagoma di Abominio 25 Giugno 2021 - 12:13

Ancora tu? Ma non dovevamo non menarci più? La storia di Abominio, alla Marvel e nell'MCU.

Intervista col vampiro diventerà una serie tv! 25 Giugno 2021 - 12:12

Nel 2022 arriverà una nuova serie tv ispirata a Intervista col vampiro. Ecco i primi dettagli.

The Winchesters: in arrivo il prequel di Supernatural, Jensen Ackles tornerà 25 Giugno 2021 - 12:00

La serie, narrata da Ackles, racconterà la storia d'amore tra John e Mary Winchester, genitori di Dean e Sam

Shang-Chi e il ritorno di quella vecchia sagoma di Abominio 25 Giugno 2021 - 12:13

Ancora tu? Ma non dovevamo non menarci più? La storia di Abominio, alla Marvel e nell'MCU.

Ewoks, (maledetti) Ewoks ovunque 22 Giugno 2021 - 9:56

La storia degli Ewoks di Star Wars, quei maledetti orsacchiotti tanto amati da George Lucas, che sono sbarcati in massa - con film e serie animata - su Disney+.

800 eroi e il successo delle Termopili cinesi 18 Giugno 2021 - 10:00

800 eroi, il film di guerra che racconta una fase particolarmente sanguinosa - e surreale - della battaglia di Shanghai. La morte per una speranza, in mezzo agli stranieri che fanno da pubblico.