L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 
L'annuncio si chiuderà tra pochi secondi
CHIUDI 

Inside Out, un nuovo trailer del cartoon Pixar ci mostra la lotta delle emozioni nella mente umana

Di Valentina Torlaschi

Inside Out

Cosa accade nella nostra testa quando dobbiamo affrontare le situazioni difficili o di piacere che ogni giorno ci riserva la vita? A questa difficilissima domanda risponde con semplicità e divertimento Inside Out, ovvero il nuovo cartoon nato delle menti geniali della Pixar e diretto da Pete Docter (UP, Monsters & Co.). Un film d’animazione che ci porterà niente meno che nella mente umana dove convivono appunto diversi personaggi-emozioni (dalla Rabbia alla Gioia passando per la Tristezza) che, interagendo tra loro, influenzano i nostri comportamenti. Personaggi-emozioni che ovviamente sono diversi a seconda da persona a persona: guardate questo nuovo trailer che ci traghetta nelle menti sia della giovane protagonista Elie (una bambina che dovrà affrontare un grande cambiamento, ossia cambiare casa e città) sia dei suoi genitori:

Protagonista della storia è la piccola Riley che è ispirata a Elie, la figlia di Docter (che era già stata la principale ispirazione della giovane Ellie in UP). Nel film la giovane dovrà fare le prime esperienze con le sue emozioni: Gioia (Amy Poehler), Paura (Bill Hader), Rabbia (Lewis Black), Disgusto (Mindy Kaling) e Tristezza (Phyllis Smith). Ognuna di loro era associata ad un colore: giallo per la gioia, rosso per la rabbia, blu per la Tristezza.

Il nuovo film Disney•Pixar Inside Out, ci porterà nel posto più straordinario di tutti: la mente umana. Crescere può essere faticoso e così succede anche a Riley, che viene sradicata dalla sua vita nel Midwest per seguire il padre, trasferito per lavoro a San Francisco. Come tutti noi Riley è guidata dalle sue emozioni: Gioia, Paura, Rabbia, Disgusto e Tristezza. Le emozioni vivono nel centro di controllo che si trova all’interno della sua mente e da lì la guidano nella sua vita quotidiana. Mentre Riley e le sue emozioni cercano di adattarsi alla nuova vita a San Francisco, il centro di controllo è in subbuglio. Gioia, l’emozione principale di Riley, cerca di vedere il lato positivo delle cose ma le altre emozioni non sono d’accordo su come affrontare la vita in una nuova città, in una nuova casa e in una nuova scuola.

Inside Out farà il suo ingresso nelle sale americane il 19 giugno 2015, mentre da noi arriverà il 19 agosto 2015 distribuito da Disney. QUI il primo trailer. Per informazioni e curiosità, QUI la pagina Facebook ufficiale. #EmozionaMente #PixarIT

Fonte: Collider

SEGUICI SU TWITCH!

ASCOLTA I NOSTRI PODCAST!

Vi invitiamo a scaricare la nostra APP gratuita di ScreenWeek Blog (per iOS e Android) per non perdervi tutte le news sul mondo del cinema, senza dimenticarvi di seguire il nostro canale YouTube ScreenWeek TV. ScreenWEEK è anche su Facebook, Twitter e Instagram.

LEGGI ANCHE

Star Trek: Prodigy – Il cast e le prime immagini della nuova serie animata 14 Giugno 2021 - 20:46

Paramount+ e Nickelodeon hanno diffuso le prime immagini dei protagonisti di Star Trek: Prodigy, la nuova serie animata creata dagli sceneggiatori di Trollhunters.

The Holdovers: Paul Giamatti e Alexander Payne di nuovo insieme dopo Sideways 14 Giugno 2021 - 20:45

Attore e regista lavoreranno a una commedia ambientata in una scuola secondaria privata del New England durante le Feste natalizie del 1970

Videogame News: Speciale E3 e Summer Game Fest 14 Giugno 2021 - 20:30

Una valanga di novità per gli amanti dei videogiochi direttamente dall'E3 e dalla Summer Game Fest (e non solo): ecco l'appuntamento settimanale con le nostre news!

Indiana Jones e io: i predatori di una lampada da 25mila lire 12 Giugno 2021 - 9:32

Il radiodramma di Indiana Jones e il Tempio maledetto, Indiana Pipps, la frusta(zione) per aspettare l'Ultima Crociata.

Loki e la cura Lokivico: alla ricerca di un nuovo cuore per l’MCU 10 Giugno 2021 - 10:30

Tom Hiddleston e come trasformare il Loki cattivo del 2012 nel Loki quasi-buono, che amano tutti.

Mortal Kombat, la recensione 30 Maggio 2021 - 14:00

Tamarro, sanguinolento, privo di vergogna nel suo essere un B-movie ad alto budget, ma in fondo divertente: il miglior film che un banda di cosplayer di Mortal Kombat potesse mai girare.